Rio 2016, giaguaro sfila con atleti. Poi prova a scappare e viene ucciso

Pioggia di polemiche per la squadra brasiliana, dopo aver fatto sfilare un giaguaro come mascotte lo hanno ucciso brutalmente

La squadra olimpica brasiliana è stata investita dalle polemiche: dopo aver fatto sfilare come mascotte un giaguaro dello zoo lo ha ucciso.

Ancora una volta il potere di controllo dell'uomo è andato fuori da ogni limite. E a finire sotto accusa è la squadra brasiliana che dovrà partecipare alle Olimpiadi di Rio. Durante una cerimonia di presentazione della squadra in uno zoo dell'esercito, è stato scelto un giaguaro, Juma, come portafortuna. Gli atleti hanno fatto sfilare con loro l'animale e poi, dopo che è stato bello e buono con loro, nel momento in cui ha cercato di scappare lo hanno ucciso.

"Durante il passaggio da una gabbia all'altra nello zoo dell'esercito, il giaguaro è scappato. E' stato inseguito e gli sono stati sparati tranquillanti con una saracena, ma malgrado quattro dosi, si è precipitato su un veterinario e l'abbiamo dovuto sacrificare" - ha spiegato il colonnello Luiz Gustavo Evelyn del Centro d'istruzione di guerra della giungla.

Come scrive l'Huffingtonpost, Juma ha dovuto fare i porci comodi degli atleti e nel momento in cui ha cercato di tornare alle sue vecchie origini è stato ucciso. Questa specie animale è selvatica e non è di certo facilmente addomesticabile. Quindi è veramente impensabile credere di poterla prendere come mascotte dell'uomo. E' un vero e prorpio sacrificio.

I giaguari, tra le altre cose, sono considerati un simbolo dell'Amazzonia dove questi felini sono in via di estinzione. Juma era stato salvato dai bracconieri qualche anno fa e poi era stato cresciuto in uno zoo. Nonostante fosse a contatto con l'uomo, il suo istinto è sempre stato quello di tornare a vivere nella sua natura. E l'ultima trovata dell'uomo lo ha soltanto fatto soffrire di più e lo ha spinto ha provare il tutto e per tutto.

Quello che è successo allo zoo ha sollevato un mare di polemiche e indignazione. Gli animalisti sono tornati alla carica e hanno urlato a gran voce che questo tipo di animali non deve essere usato per le manifestazioni. "Quando la gente (e istituzioni) si fermeranno con questo bisogno malato di mostrare il potere e il controllo esibendo gli animali selvatici?" - ha scritto Animal Freedom su Facebook.

Commenti

cgf

Mer, 22/06/2016 - 16:23

un giaguaro non è un gattino, un orso vero non è come teddy bear, quando lo capiranno certe persone che se un predatore sta aggredendo un uomo, indipendentemente che sia servito ai porci comodi di qualcuno o no, soprattutto dopo che reagisce a QUATTRO dosi, va abbattuto. STOP.