Eboli in balìa di migranti violenti: risse nei Cie e violenze in strada

Risse tra immigrati che si scatenano per futili motivi nei centri di accoglienza e giovani africani feriti in strada: ad Eboli salgono la tensione e l’allarme per la sicurezza. Sui casi indagano i carabinieri

Foto di repertorio

Due distinti e gravi episodi di violenza, con protagonisti immigrati africani, si sono verificati nelle scorse ore ad Eboli, comune in provincia di Salerno.

Il primo caso è accaduto ieri pomeriggio quando i carabinieri sono intervenuti in un centro di accoglienza nella periferia della città per calmare alcuni stranieri che si stavano scontrando per un futile motivo: un pacchetto di sigarette. Quella che era partita come una banale lite è, però, presto degenerata tanto che i mediatori culturali, preoccupati dalla brutta piega che stava prendendo la contesa tra i nigeriani, hanno chiesto l'intervento dei militari.

All'arrivo degli uomini in divisa, gli africani si sono calmati, forse perché consapevoli dei potenziali rischi a cui andavano incontro. Nonostante il rasserenarsi del clima nella struttura, le indagini per individuare i responsabili della rissa continuano. I colpevoli rischiano di essere segnalati in prefettura e di perdere il diritto all'asilo politico.

Pochi giorni fa, in un altro centro di accoglienza, durante un momento di preghiera si era verificata una rissa tra immigrati durante la quale uno straniero era stato ricoverato in ospedale a causa di diverse ferite alla testa.

Il secondo episodio di violenza è accaduto nella serata di ieri in via Dalla Chiesa ad Eboli, proprio a pochi metri dalla caserma dei carabinieri. Due immigrati africani, infatti, sono stati ritrovati in strada feriti e sanguinanti. I sanitari del 118 hanno prestato i primi soccorsi alle vittime direttamente sul posto e poi, constatata la situazione, hanno deciso per il loro trasferimento in ospedale.

Uno straniero, le cui condizioni sono apparse subito più gravi, è stato colpito alla schiena, al volto e a un braccio. I medici dell’ospedale di Eboli hanno ricucito le lesioni con decine di punti di sutura. L’altro immigrato, invece, ha riportato ferite più lievi ed è già stato dichiarato fuori pericolo.

Sull’episodio indagano i carabinieri che, per individuare i responsabili, stanno vagliando le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona.

Commenti

Cesare007

Sab, 18/08/2018 - 13:22

Oggi offriamo a loro tutto, mangiare, tetto, abbigliamento, pocket money e non sono contenti. Che cosa succedera' quando i soldi finiranno? Sono giovani, palestrati di sana e robusta costituzione. Tutti maschi in eta' di leva.

venco

Sab, 18/08/2018 - 13:27

Bisogna far capire a questi che hanno il solo diritto al cibo e farsi rimandare a casa, non devono circolare liberi.

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 18/08/2018 - 13:36

NAPALM

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 18/08/2018 - 13:39

All'arrivo degli uomini in divisa, gli africani si sono calmati, forse perché consapevoli dei potenziali rischi a cui andavano incontro. Sono ancora riminiscenze della Polizia Africana, aspettate che prendano coscienza dei rischi nostrani e poi mi faccio quattro risate.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Sab, 18/08/2018 - 13:42

Cristo se ne è già andato da un pezzo, ora a Eboli è arrivato Maometto...

Malacappa

Sab, 18/08/2018 - 13:43

Ma davvero Cristo si e' fermato a Eboli

manfredog

Sab, 18/08/2018 - 13:48

..ma nooo, è l'effetto del caldo, sono solo percezioni, direi quasi..miraggi..!! mg.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 18/08/2018 - 13:53

si picchiano per pagarci le pensioni, sono troppo entusiasti di questa loro missione

daniel66

Sab, 18/08/2018 - 14:06

amici ebolitani, ma quanto tempo vi ci vuole a farvi scaldare il sangue e a prendere la situazione in mano, magari armata con qualche mazza di quelle pesanti? e solo paura o vi siete venduti tutti per niente?

daniel66

Sab, 18/08/2018 - 14:32

Non sono profughi, non sono bisognosi di cure: sono un esercito invasore non ufficiale portato in loco da un gruppo di italiani traditori finti buoni, ma in realtà economicamente interessati. Il REPULISTI cominci da questi ultimi.

SeverinoCicerchia

Sab, 18/08/2018 - 15:37

Violenti? A casa! Un paio di leggine per rispedire al mittente qualunque violento, in barba alla richiesta di accoglienza. Se sei violento non la valuto. Punto. Un paese civile farebbe cosí.

Anonimo (non verificato)

Marguerite

Sab, 18/08/2018 - 17:32

Nente fumo, niente sigarette, fa male alla salute !!! Ma questi tipi hanno SI o NO ottenuto il permesso d8 profughi e da quanto tempo stanno la. 2 possibilità o il loro caso non è stato controllato e questo dovrebbe intervenire al massimo 24 ore dopo lo sbarco....o si deve rimandare nel suo paese se non viene di un paese in guerra !

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 18/08/2018 - 17:50

questa marmaglia deve essere allontanata dall'Italia. Viviamo nella schifezza e nel degrado, siamo invasi da clandestini e delinquenti.

baronemanfredri...

Sab, 18/08/2018 - 18:15

LA DIGNITA' DELL'ITALIA SI E' FERMATA A EBOLI.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Sab, 18/08/2018 - 21:04

Prendere i responsabili e cacciarli a calci nel sedere fino al loro paese.