Ristoratore offre pizza gratis (ma solo a italiani in difficoltà)

Il patron della della pizzeria: "Se non ci aiutiamo tra di noi, è difficile che lo facciano altri"

Dopo il parroco che organizza la mensa per i poveri italiani, ecco il ristoratore che offre la pizza solamente agli italiani in difficoltà. Siamo a Ficarolo, in provincia di Rovigo. Bruno Gurnari, patron della pizzeria Renegade, ha deciso di avviare un nuovo progetto, chiamato "Una pizza per un sorriso", "che mira a dare sollievo alle famiglie italiane duramente colpite dall'attuale crisi economica", come riporta Il Gazettino.

Il signor Bruno è così venuto incontro a quei genitori che hanno perso il lavoro o che magari si trovano ad affrontare spese impreviste. Come riporta Il Gazzettino, "il ristorante Renegade di via D'Annunzio, in collaborazione con le associazioni locali, i servizi sociali e le parrocchie, offrirà settimanalmente a una famiglia in difficoltà, composta da quattro persone, una pizza ciascuno, una bibita a scelta e caffè, il tutto accompagnato da tanta allegria e serenità. L'iniziativa si protrarrà a oltranza".

Gurnari ha spiegato così il perché di questa iniziativa: "La crisi ha messo in ginocchio diversi ristoranti, ma se non ci aiutiamo tra di noi, è difficile che lo facciano altri. Ci auguriamo che la nostra idea si allarghi ad altri locali. Il contributo che vogliamo donare è solo una goccia nel mare, ma far tornare il sorriso per una sera sul volto di tanti genitori e bambini, è una cosa molto importante".

Commenti

elena34

Dom, 27/09/2015 - 16:09

Bellissima iniziativa speriamo che altri ristoratori ne prendano esempio

Dordolio

Dom, 27/09/2015 - 16:16

Ho personalmente scoperto quanto sia facile - nel piccolo e nel privato - aiutare vicini (italiani...) in difficoltà economica. Nei miei viaggi mi imbatto spesso in furgoni che (di solito vicino a rotonde stradali) vendono ortofrutta a prezzi ridicoli, basta acquistare a cassette. Troppo, per i miei bisogni familiari. Ma a conti fatti per le suddette quantità importanti spenderei quanto dal verduraio sotto casa per quantità casalinghe. Evvai, allora. Compro, regalo a chi ne ha bisogno il surplus e alla fine faccio contento chi è in difficoltà senza rimetterci o quasi. L'unica difficoltà è far capire la meccanica ai destinatari. Che NON SONO diversamente italiani. Ma italiani veri. E dalla grande dignità.

Dordolio

Dom, 27/09/2015 - 16:22

Ah, un piccolo dettaglio. Mi dicono che in Grecia quelli di Alba Dorata si sono dedicati con successo al sostegno dei loro concittadini (greci...) in difficoltà fornendo alimentari ecc... a chi era in condizioni di povertà. Ma non ne ha parlato nessuno, essendo loro neonazisti (?!?!). E quindi Il Male Assoluto a prescindere.

venco

Dom, 27/09/2015 - 16:30

Giusto, i migranti, in quanto clandestini, devono essere mantenuti solo dallo stato, e la carità si fa solo a quelli rimasti a casa loro.

VittorioMar

Dom, 27/09/2015 - 16:36

...incomincia a penetrare nella coscienza degli italiani che la povertà è solo degli indigenti italiani...gli altri hanno altre forme di sostentamento.....meno egoismo e più altruismo...è necessario espandere questa "SOLIDARIETA'"

Ritratto di sitten

sitten

Dom, 27/09/2015 - 16:36

Iniziativa da lodare! Forza ristoratori, donate un sorriso alle famiglie in difficoltà.

epesce098

Dom, 27/09/2015 - 16:36

Questo ammirevole ristoratore non dimentichi però di essere in Italia, potrebbe esserci la finanza fuori dalla porta del suo locale e chiedere lo scontrino fiscale.

maurizio50

Dom, 27/09/2015 - 16:46

Il mio grazie a coloro che non dimenticano di essere italiani e che, prima di tutto, pensano agli Italiani!!!

maurizio50

Dom, 27/09/2015 - 16:51

Per il lettore Dordolio@. Confermo la notizia da Lei riportata. Io personalmente ho visto ad Atene esponenti di Alba Dorata regalare pacchi dono con generi di necessità a Greci indigenti! Unico requisito: presentarsi con la Carta d'Identità al fine di accertare che si trattasse di Greci.Nulla viceversa era dato a stranieri, che anche lì abbondano!!!

vince50

Dom, 27/09/2015 - 17:37

Evidente che Alba dorata si preoccupa per i propri connazionali realmente bisognosi,però non sono comunisti quindi meglio che se ne parli il meno possibile.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Dom, 27/09/2015 - 18:14

Meraviglioso!!!! L'orgoglio d'essere Italiani ed quello d'aiutare i NOSTRI connazionali (e x connazionali intendo gli Italiani d.o.c) sta fiorendo -

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 27/09/2015 - 18:41

B R A V I S S I M O MERITO UNA ONORIFICIENZA SEI UN VERO ITALIANO.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 27/09/2015 - 18:41

Mentre leggo, sono pubblicati ben 9 commenti e, quasi da non credere, ancora nessun compagnuccio della parrocchietta ha accusato il ristoratore di xenofobia, di fomentare il risentimento verso gli immigrati, di voler scatenare una guerra tra poveri. La cosa mi preoccupa: non vorrei che intervenisse la magistratura.

Armandoestebanquito

Dom, 27/09/2015 - 18:55

L'Italia e' caduta nella fame, e la colpa non e' degli immigrati

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 27/09/2015 - 19:07

figuriamoci se ora non spunteranno le polemiche in televisione. Se lo offrissero ad un extracomunitario avrebbe il coraggio di lamentarsi che è salata, non è buona e la getterebbe a terra.

lupo1963

Dom, 27/09/2015 - 20:31

GRANDE questo Signore ,finalmente una persona che si merita il maiuscolo .Io vivo nella piu' schifosa regione italiana,la toscana,culla dei cattocomunisti dove ogni giorno dobbiamo sorbirci le prediche del tg3 organo di regime sulle meraviglie del "modello toscano di accoglienza"con quei maledetti negri parassiti mantenuti alle nostre spalle e l'indifferenza totale per gli italiani con problemi economici.

routier

Dom, 27/09/2015 - 20:38

Sono diversi anni ormai che nella periferia di Atene, Alba Dorata ha aperto un supermercato, con ingresso riservato solo alle persone di nazionalità greca, dove frutta e verdura sono date gratis e gli altri prodotti vengono venduti a prezzo di costo. Ovviamente tra il silenzio dei media "politicamente corretti"

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 27/09/2015 - 20:39

ce ne fossero di italiani così!!!!...bravo Sig. Bruno!!!

Alessio2012

Dom, 27/09/2015 - 21:00

La gente continua a votare i comunisti, come la falena viene attirata dalla luce che poi è un fuoco...

istituto

Dom, 27/09/2015 - 21:28

Per Armandoestebanquito 18:55. La colpa non é degli immigrati.....Ah no? Ed allora perché nella prossima finanziaria del Governo sono stati stanziati 3 miliardi e 200 milioni di euro per gli immigrati(=CLANDESTINI) che arriveranno in Italia nei prossimi anni via mare e terra? Pensa a quante famiglie italiane POTEVANO ESSERE AIUTATE...con quella cifra...

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Dom, 27/09/2015 - 21:31

Scommettiamo che qualche figura istituzionale aprirà una procedura per razzismo?

edi1985

Lun, 28/09/2015 - 11:04

Tra il 1860 e il 1885 sono state registrate più di 10 milioni di partenze dall'Italia[1]. Nell'arco di poco più di un secolo un numero quasi equivalente all'ammontare della popolazione che vi era al momento dell'Unità d'Italia (23 milioni nel primo censimento italiano) si trasferì in quasi tutti gli Stati del mondo occidentale e in parte del Nord Africa.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Lun, 28/09/2015 - 11:36

Complimenti a tutti I commentatori specialmente aDORDOLIO-16:16 che mi fatto emozionare. "W' l'italia di una volta"

Renzaccio

Lun, 28/09/2015 - 13:36

Solo una precisazione: l'iniziativa di donare alimenti alle persone indigenti, come i pensionati ad esempio, è prassi anche dei militanti di FORZA NUOVA e CASAPOUND! Viva l'Italia, viva gli Italiani!

edi1985

Lun, 28/09/2015 - 16:36

E' un bel gesto, ma escludere le persone è un massacro psicologico per uno straniero, non tanto per una pizza. Non è giusto, davvero. Non so se in America o altri paesi dove ci sono tanti immigranti italian,i li trattano cosi.... mah......non ho parole Emoticon frown