Ritirate alcune scatolette di filetti di sgombro dai supermercati: "Corpi estranei"

Dopo i lotti di tonno ritirati per rischio instamina, adesso tocca alle scatolette di filetti di sgombro

Fate attenzione quando fate la spesa. Dopo i lotti di tonno ritirati per rischio instamina, adesso tocca alle scatolette di filetti di sgombro. Ad essere stati ritirate sono quelle della Puros per la possibile presenza di un corpo estraneo nel prodotto. I filetti di sgombro in olio di girasole ritirati dagli scaffali hanno 135A come sigla di riferimento. Si tratta delle confezioni in scadenza il prossimo 31 dicembre 2020. Il prodotto, come riporta greenstyle viene confezionato in Marocco ed è importato in Italia da Generale Conserve per poi essere distribuito da Italy D. E proprio l'azienda di Bologna ha precisato con Mirco Pincelli che tutti i prodotti vengono sottoposti a diversi controlli e il prodotto con tracce di corpi estranei è stato immediatamente ritirato dal mercato. Chiunque abbia in casa una confezione di questi filetti deve riportarla in negozio oppure non consumarla. Infine chi invece ha già consumato una di queste scatolette, senza allarmarsi, deve recarsi, in caso di sintomi gstrointestinali, presso un Pronto Soccorso per effettuare alcuni accertamenti.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 25/07/2017 - 07:08

Un corpo estraneo? Di che si tratta? Forse qualche dettaglio in più non sarebbe guastato Trovarsi un oggetto ferroso per esempio non è la stessa cosa che mangiare un pezzo di pesce che non è uno sgombro ....

routier

Mar, 25/07/2017 - 07:28

Sarebbe molto interessante conoscere anche la natura di codesti "corpi estranei" oppure e' un segreto industriale.