Ritrovano la figlia scomparsa grazie alla voce di un annuncio sexy

A Senigallia viene sgominato un giro di prostituzione minorile dopo che i genitori di una ragazza di 16 anni riconoscono la voce della figlia in un file audio presente su un sito di incontri

Hanno riconosciuto la voce della loro figlia scomparsa dalla voce di un annuncio sexy. Grazie all'aiuto dei genitori di una ragazzina di 16 anni i carabinieri di Senigallia hanno sgominato un'organizzazione dedita alla prostituzione minorile.

Una donna di 41 anni è finita agli arresti domiciliari per aver tenuto i contatti telefonici con i clienti della minorenne, per averla acompagnata agli incontri e per aver fatto usare il proprio camper per la consumazione dei rapporti sessuali. Le prestazioni della ragazza, si legge sul Messaggero, erano pubblicizzate sul web ma, fortunatamente, i genitori di lei in uno di questi siti di incontri hanno trovato un file audio in cui hanno riconosciuto la voce della propria figlia. I fatti si sarebbero svolti da novembre 2016 al gennaio scorso, quando la ragazza, dopo essere stata messa in una comunità dal Tribunale per i minorenni delle Marche, aveva lasciato di sua volontà la struttura.