Rivoluzione digitale al via per Alleanza Assicurazioni

Alleanza Assicurazioni avvia la rivoluzione digitale e rafforza la propria presenza sul territorio con un occhio di riguardo alla rete. Una nuova vocazione tecnologica che coinvolge tutte le aree commerciali e vede in prima linea i vertici della compagnia.È partito, infatti, venerdì 13 novembre, da Milano, il roadshow che in 29 tappe toccherà tutte le aree commerciali d'Italia, portando tutte le novità all'attenzione degli agenti e dipendenti.L'amministratore delegato Davide Passero (in foto), il responsabile Marketing & Distribution, Marco Oddone, e il responsabile Rete, Ezio Peroni, presenteranno i risultati qualitativi e quantitativi del 2015, premieranno gli agenti migliori ed esporranno le priorità strategiche del 2016: lo sviluppo di prodotti di protezione del nucleo familiare, unitamente ai prodotti ibridi per l'accumulo del risparmio che abbinano la protezione all'investimento.Tra le novità principali sul fronte organizzativo, il coordinamento della formazione sul territorio e lo sviluppo della rete saranno tra i compiti affidati ai quattro nuovi Ispettorati nazionali territoriali nei quali viene riorganizzata la rete commerciale, allo scopo di garantire il raggiungimento dei risultati di business, il presidio e l'ottimizzazione degli assetti organizzativi e la verifica dell'efficace ed efficiente funzionamento delle strutture sul territorio.«La nuova organizzazione con i nuovi quattro Ispettorati - spiega l'ad Passero - avvicina ancora di più la compagnia al territorio con l'obbiettivo di rafforzare la guida commerciale della rete e di presidiare importanti progetti di innovazione, tra i quali quello di digitalizzazione che nel 2016 vedrà coinvolte tutte le aree commerciali».Alleanza è infatti impegnata in un progetto ambizioso: la digitalizzazione di tutta la rete e dell'offerta al cliente. Un passo verso la compagnia 2.0 che il gruppo ha fatto precedere da una fase pilota, appena conclusa. Il progetto Digit@ll Care che ha coinvolto 5 regioni italiane dotando di tablet la rete di vendita in modo che potesse essere sperimentato un modo nuovo di condurre la trattativa, offrendo al cliente un servizio di consulenza multiaccesso, riducendo al tempo stesso costi e tempi di servizio ed eliminando la proliferazione di documenti cartacei. «La digitalizzazione è una priorità in Alleanza, considerando che il 38% dei nostri clienti ha meno di 40 anni e l'età media dei nostri collaboratori è di 35 anni: uno su tre può essere definito nativo digitale», ha commentato Passero, spiegando che «la tecnologia non sostituisce, ma amplifica la relazione tra agente e cliente, aumentando la frequenza di contatto e la qualità della customer experience».Filo rosso di tutte le tappe italiane sarà il tema chiave del roadshow «Essere Leader» che, numeri alla mano, vedrà coinvolti oltre 5000 tra agenti dipendenti e collaboratori«Affrontiamo un mercato in profondo cambiamento: nuovi strumenti e innovazione tecnologica cambiano comportamenti e aspettative dei clienti - ha concluso Passero - dobbiamo essere aperti di mente e veloci nel fare: per questo abbiamo bisogno di leader a tutti i livelli della nostra organizzazione». Al roadshow è stato inoltre presentato il «Leadership Program», il nuovo percorso formativo nato per supportare l'evoluzione professionale della rete. Un must per Alleanza che, ogni anno, eroga oltre 100.000 ore di formazione. E nel 2015 è stato intensificato lo sviluppo e l'adozione del Metodo Care (acronimo di Consulenza, Ascolto, Responsabilità ed Eccellenza) per migliorare il livello di servizio e assistenza al cliente.