Roma, 48enne difende il figlio: i Casamonica lo pestano

Un uomo di 48 anni è stato aggredito da un minorenne figlio di un Casamonica, la famiglia di rom che comanda sul quartiere Romanina. Il pestaggio è avvenuto dopo che l'uomo aveva chiesta che suo figlio non fosse più bullizzato

Chiedeva soltanto che suo figlio fosse lasciato in pace ma, a farne le spese è stato proprio lui. Un uomo di 48 anni è stato aggredito da un minorenne figlio di un Casamonica, la famiglia di rom che comanda sul quartiere Romanina.

Ed è proprio in un tratto di via Libero Leonardi, una traversa di via Ciamarra, che si trova proprio in quel quartiere che, poi, è lo stesso dove sono stati arrestati gli esponenti dei Casamonica responsabili del pestaggio di un disabile in un bar. In questo caso, si legge sul Messaggero, il 48enne romano, dopo essersi avvicinato a un comitiva di ragazzi tra i 15 e i 17 anni, è stato aggredito verbalmente da un ragazzo che, poi, lo ha preso a calci e pugni. L’uomo è finito a tetta sanguinante ed è stato portato al policlinico Casilino dove i medici lo hanno curato per una frattura della mandibola ed un taglio alla testa che ha richiesto vari punti di sutura. “Mio figlio è completamente assoggettato da quei ragazzi violenti. Io li conosco così come li conosce tutto il quartiere e fanno paura. Mi sono fatto coraggio e sono andato a parlargli. Ecco come mi hanno ridotto”, ha raccontato a un infermiera. Ora l’uomo probabilmente dovrà anche sottoporsi ad un intervento maxillofacciale, mentre dalle indagini della polizia pare che i ragazzini figli dei nomadi si comportino abitualmente così un po’ con tutti in quel quartiere.

Commenti
Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 14/06/2018 - 18:11

Ampie zone del territorio stanno saldamente in mano ai criminali più o meno organizzati. Mentre un certo fanfarone continua a fare i selfie.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 14/06/2018 - 20:13

agrippì e mò che dici???

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Gio, 14/06/2018 - 21:24

e lo stato si cala le brache

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 14/06/2018 - 21:32

Ma sono affiliati alle "bande latinos"?

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Gio, 14/06/2018 - 23:12

Sbatteteli in galera questi casamonica, Roma ne ha le tasche piene di loro e di quelli come loro.

Ritratto di ErmeteTrismegisto

ErmeteTrismegisto

Gio, 14/06/2018 - 23:45

Qui ci vuole un sindaco alla Giuliani Tolleranza zero altro che le porte aperte. Ai lavori forzati...

rise

Ven, 15/06/2018 - 07:55

Per fronteggiare il fenomeno della violenza privata, dell' estorsione occorre modificare il codice e introdurre il procedimento d' ufficio senza denunzia di parte, qualora vi siano prove documentali inoppugnabili, anche in assenza di denunzia di parte offesa e ambientalmente intimidita. Infine procedere a campagne di "pulizia" della manodopera della delinquenza mafiosa, in modo da mandare in default le associazioni, che sono solite finanziare le famiglie dei detenuti e creare finte onlus per i detenuti in semilibertà.

Epietro

Ven, 15/06/2018 - 10:28

NON MI SEMBRA COSI' DIFFICILE SANARE CERTI POSTI E SITUAZIONI, DOVREBBE ESSERE SUFFICIENTE UN PO' DI BUONA VOLONTA' DA PARTE DELLA POLIZIA E DELLA MAGISTRATURA. MA IN CERTI AMBIENTI PARE SI DORMA!