Roma, adescava i gay in chat e dopo notte di sesso li drogava e rapinava

L'ultima rapina la scorsa settimana. La vittima, dopo la nottata di sesso, è stata drogata, legata e poi rapinata

Rapine dopo una notte di sesso sfrenata. Era questa la specializzazione di un 45enne di Roma che, dopo aver adescato in rete gli omosessuali in rete, li invitava a trascorrere quella che sarebbe dovuta essere una piacevole serata insieme.

L'ultima efferata rapina è avvenuta la settimana scorsa. M.F. ha identificato la vittima su una chat di incontri e poi ci ha passato la notte. Al risveglio, però, ecco il colpo: l'uomo lo costringe a consegnarli soldi, carte di crediti, computer e anche l'automobile. Non contento, il rapinatore lo droga e lo lega al letto, poi fugge con il bottino.

Gli investigatori del commissariato di Porta Maggiore, lo hanno identificato e arrestato seguendo una doppia traccia: quella digitale, grazie alla geo localizzazione del pc, e quella più classica, favorita proprio dal rapinatore che, fuggendo con l'auto rubata, ha urtato alcune macchine parcheggiate. L'uomo si trovava in un motel sotto falso nome. Gli agenti hanno trovato nella stanza, oltre alle carte di credito rapinate, anche alcune dosi di crack, una bilancia di precisione e 1.400 euro in contanti.

Commenti

cgf

Mer, 16/05/2018 - 14:13

Ed il controllo HIV? Certe cose possono lasciare il segno.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 16/05/2018 - 14:16

Che dire:entrambi i guai se li sono proprio cercati.