Roma, beve acqua da una bottiglietta. Finisce in ospedale per ustioni

Ha bevuto direttamente dalla bottiglietta. Poi un malore fortissimo e la corsa in ospedale. Ora lo sfortunato protagonista di questa vicenda versa in gravi condizioni

Un sorso d'acqua che potrebbe risultare fatale a Maurizio Tancredi, un meccanico di 58 anni di Roma. Una bottiglietta d'acqua acquistata martedì mattina in una rivendita al Collatino e colma di acido.

L'uomo ora versa in gravi condizioni al Sandro Pertini. L'acido contenuto nella bottiglia gli ha procurato gravissime ustioni alla laringe, alla trachea e all’intestino. La prognosi rimane riservata. Intanto la polizia ha avviato un'indagine per fare chiarezza sull'accaduto. La rivendita, dove Tancredi ha acquistato l'acqua, si trova in via Collatina all’angolo con via Cherzo a Roma. La bottiglia incriminata è di una marca molto nota. Dopo aver ingerito il liquido si è diretto verso la sua officina dove si è sentito male. Ha perso i sensi ed è stato subito soccorso e portato in ospedale.

Gli agenti del commissariato Torpignattara che si occupano delle indagini, come riporta Il Messaggero, hanno già sequestrato la bottiglia che è di materiale plastico. Il contenitore è integro ma non si esclude che abbia qualche piccola manomissione nella parte superiore. Un agente intervistato dal quotidiano romano ha commentato la vicenda: "È difficile che una marca così famosa possa avere messo in commercio una bottiglia piena di acido. Certo tutto è possibile e stiamo indagando in ogni direzione".

Commenti

BiBi39

Gio, 28/04/2016 - 00:44

Ma se fosse stata piena di acido il meccanico si sarebbe ustionato la bocca immediatamente e ne avrebbe percepito odore e sapore. Se si e' sentito male dopo non puo' essere acido ma puo'aver ingerito qualcosa di diverso.Se metti in bocca qualcosa che ti ustiona non arrivo senza problemi al lavoro.