Roma, il bus fa una curva e il passeggino vola: ​trauma cranico per bimbo

Non è in pericolo di vita ma ha riportato un trauma cranico con alcune escoriazioni agli arti inferiori un bimbo di due mesi e mezzo su un passeggino che ieri è finito contro la porta di un bus Cotral apertasi all'improvviso ed è caduto fuori in strada

Non è in pericolo di vita ma ha riportato un trauma cranico con alcune escoriazioni agli arti inferiori un bimbo di due mesi e mezzo su un passeggino che ieri è finito contro la porta di un bus Cotral apertasi all'improvviso ed è caduto fuori in strada. L'episodio è avvenuto ieri a Villanova di Guidonia, alle porte di Roma. Il bimbo era con la madre, una giovane romena. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Tivoli, su delega della Procura. Il bus è già stato sottoposto a sequestro: si vuole capire a quale velocità andasse quando ha affrontato una curva a gomito all'altezza del chilometro 28+200 della via Tiburtina, direzione Tivoli, e che cosa abbia determinato l'apertura delle porte.

Commenti
Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mar, 01/08/2017 - 11:47

Sui bus il passeggino deve essere chiuso (e naturalmente il bimbo tenuto in braccio).Spero che il bambino non abbia subito alcun danno, ma anche che non venga riconosciuto alcun danno a chi non ha rispettato le regole....Piuttosto una multa.

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Mar, 01/08/2017 - 13:59

Concordo sul fatto che la colpa è della madre in quanto è vietato tenere aperto il passeggino.Ma se l'autista avesse fatto rispettare la regola,probabilmente si sarebbe trovato ad affrontare una lite con la madre e forse con qualche altro passeggero solidal-chic perchè ormai le regole in questo sciagurato paese non esistono più

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 01/08/2017 - 13:59

L'unica da INDAGARE è la RISORSA madre del bimbo, che non lo ha tenuto in braccio!!! SVEGLIAAA.

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 01/08/2017 - 14:05

Forse la romena pensava che il passeggino si reggesse da solo