Roma, cadavere incaprettato ritrovato in un sacco in strada

Si tratterebbe di un egiziano di 47 anni proprietario di un negozio di frutta e scoparso lo scorso primo luglio

Incaprettato, mani e piedi legati con il nastro adesivo. Chiuso in un grande sacco nero e abbandonato tra due auto in via Pietro Cartoni, nel quartiere di Monteverde a Roma. È stato ritrovato così, stamattina, il cadavere di un uomo. Si tratterebbe di un egiziano di 47 anni. È quanto emergere dai primi accertamenti. Sul luogo del ritrovamento si sarebbe recato un egiziano dicendo che si tratterebbe del fratello, che aveva un negozio di frutta in zona, scomparso il 1 luglio. La morte risalirebbe ad alcuni giorni fa. Vicino al sacco nero con il cadavere la polizia ha trovato un trolley e sul marciapiede di fronte una sacca.

Il ritrovamento è stato effettuato da un pasticciere poco prima delle 7, all’apertura del negozio. Insospettito dal sacco, si è avvicinato e si è reso conto che dentro c’era un corpo. Subito ha lanciato l’allarme, chiamando la polizia. Non è esclusa al momento alcuna pista: dal delitto a sfondo sessuale al regolamento di conti in ambienti malavitosi.

Sul luogo del ritrovamento sono al lavoro i tecnici della scientifica. Ancora la vittima dell’omicidio non è stata identificata, per adesso si sa che è di carnagione chiara. Gli agenti stanno passando al setaccio le immagini degli impianti di videosorveglianza della zona per cercare di trovare elementi utili alle indagini.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 04/07/2015 - 12:16

Chissà che dagli accertamenti non risulti che prima di essere soppresso non sia stato inqlettato o "affumicato" ... visto l'andazzo generale del substrato culturale in cui sta sprofondando la civiltà moderna negli ultimi tempi.

franco-a-trier-D

Sab, 04/07/2015 - 12:49

E VI LAMENTATE DELLA ISIS?