Roma, crolla una palazzina: trovate morte madre e figlia

Lo scoppio forse a casa di una fuga di gas

Una violenta esplosione, poi il crollo. È successo ad Acilia, sul litorale romano, in un grave incidente che ha coinvolto una palazzina in via Giacomo della Marca e per il quale è scattato l'allarme intorno alle 14.07, portando sul posto vigili del fuoco, polizia e carabinieri.

Sarebbe dovuto a un'esplosione di gas il crollo, per il quale non ci sono al momento ancora informazioni precise. Dopo sette ore di ricerche, i soccorritori hanno trovato i corpi senza vita della madre e della figlia di 8 anni. Una famiglia di cingalesi invece, inizialmente data per dispersa al momento dell'incidente, è stata individuata altrove. Altre due persone sono state estratte vive.

La Procura di Roma ha avviato un'inchiesta in merito al crollo della palazzina avvenuto in via Giacomo della Marca, ad Acilia. L'ipotesi di reato per la quale si indaga è disastro colposo.

Commenti

arnaldo40

Mer, 28/12/2016 - 17:31

Ho constatato di persona, montavo cucine componibili, che in molte cucine, il tubo che collega la bombola del gas ai fornelli, raramente veniva sostituito alla scadenza della data sovrimpressa. In molti casi veniva adoperato il tubo di irrgazione. Quando facevo presente che ció era pericolosissimo, quasi, quasi mi mandavano a quel paese. Permettetemi di dire che c'é tanta e tanta ignoranza e superficialitá. ......e queste sono le conseguenze.

Ernestinho

Gio, 29/12/2016 - 07:31

Maledetto gas. Ma è mai possibile che non si trovi una soluzione?

AndyFay

Gio, 29/12/2016 - 07:38

Per avere il metano in casa bisogna sottoscrivere un contratto. Molti immigrati clandestini recuperano bombole del gas vuote e ci mettono dentro il gpl per auto.