Roma, ennesima rissa tra rom: residenti in strada a Casal Bruciato

Ieri sera la protesta dei residenti dopo una zuffa tra famiglie rom accampate abusivamente a via Tommaso Smith. Per riportare la calma è stato necessario l'intervento dei carabinieri

Tutto è partito dall’ennesima lite nei camper parcheggiati abusivamente a via Tommaso Smith, nel quartiere romano di Casal Bruciato.

Tra una donna rom, suo figlio di 25 anni, un suo coetaneo e altri, ieri sera attorno alle 21, sono volate parole grosse, urla e pure qualche ceffone. Una zuffa in piena regola, insomma, aggravata dal tasso alcolemico elevato di alcune delle persone coinvolte, che è finita per degenerare in una maxi-rissa con lanci di bottiglie e cassonetti rovesciati in mezzo alla strada, secondo la ricostruzione fatta dai residenti.

Decine di persone, esasperate dai continui schiamazzi, sono quindi scese in strada per protestare contro le molestie subite da parte dei nomadi accampati illegalmente nel piazzale. Una manifestazione improvvisata, quella degli abitanti di Casal Bruciato, che ha rischiato di degenerare in nuove tensioni. Secondo quanto riferiscono le agenzie di stampa, infatti, i residenti hanno iniziato ad inveire contro i nomadi. E a scongiurare il contatto fra i due gruppi sarebbe stato soltanto l’intervento dei carabinieri del nucleo radiomobile delle compagnie Prenestina e Piazza Dante, allertati dalle chiamate al 112.

Alla fine gli agenti hanno identificato i protagonisti della rissa, tra cui la donna rom e i due giovani, e hanno riportato la situazione alla normalità. Nessuno dei residenti ha voluto sporgere denuncia, mentre alcuni cittadini hanno riferito sui social network di aver ricevuto minacce da parte dei nomadi proprio per il fatto di aver avvertito i militari.

Nelle scorse settimane erano stati i militanti di Casa Pound a protestare con un’assemblea pubblica contro la presenza delle roulotte a via Smith. Fabrizio Montanini, portavoce del Coordinamento d'Azione IV Municipio, denuncia "l'abbandono" del territorio da parte della giunta pentastellata e chiede un maggior controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine. "Se ci siete battete un colpo, che siano capanne o roulotte, chiediamo e vogliamo lo sgombero immediato di ogni accampamento abusivo della nostra zona, altrimenti, per la nostra salvaguardia, ce ne occuperemo da soli", ha attaccato l'esponente del comitato.

Commenti

marco.olt

Mar, 04/09/2018 - 18:10

Criminali e Rom-delinquenti rispettano soltanto la legge del bastone, e così vanno trattati, quelli recidivi vanno tenuti in carcere per sempre se necessario. Si tratta di mettere sulla bilancia gli interessi dei cittadini onesti e i criminali

Silvio B Parodi

Mar, 04/09/2018 - 18:17

dalle foto mi e' sembrato di vedere una certa rosa abbresci siete sicuri che non sia lei???

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 04/09/2018 - 18:32

Importante che la gente cominci a fare qualcosa di eclatante e non starsene chiusa in casa a subire. Se le forze dell'ordine nulla fanno, naturale che intervenga il popolo che ha demandato allo Stato, ma da anni inutilmente, la propria sicurezza. Stato che è rappresentato da forze dell'ordine e forze militari: ovvero il braccio armato ed esecutivo di una comunità che funzioni secondo i rigidi crismi della logica e della naturalità. In questi casi perversi, degenerativi, in cui lo Stato non fa il proprio dovere per il quale esso è stato concepito, per il popolo sofferente diventa fondamentale sapere organizzarsi militarmente contro il nemico. Infatti la perfetta organizzazione per un esercito o per un popolo è tutto: è la base della eventuale, schiacciante vittoria sugl'invasori, sui nemici. Coraggio, popolo! E' la 'legge della giungla', attraverso la suprema di esse, quella della sopravvivenza, che impone il legittimo ricorso alle pulsioni cieche per eccellenza.

vince50

Mar, 04/09/2018 - 18:37

Con tutto il rispetto per i Carabinieri,per riportare la calma ci vorrebbe ben altro.Loro fanno quello che possono ma non basta,ci sarebbero altri metodi moooolto più funzionali e risolutivi.Però non bisognerebbe dirlo " sembra brutto!!!",altrimenti i loro simili Italioti arrossirebbero.

Luprotts70

Mar, 04/09/2018 - 19:01

Zyklon, Napalm e vai di pulizia...

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 04/09/2018 - 19:01

Se se ne occupano da soli, come dicono, saranno immediatamente arrestati e dovranno risarcire le risorse Rom. Ma non hanno ancora capito in che paese vivono, quali leggi sono in vigore e chi le applica? Guardate che non basta un governo per cambiare le cose, a meno che non sia un governo con i carri armati.

sparviero51

Mar, 04/09/2018 - 19:11

SE SI COMINCIASSE CON IL FAI DA TE SI VEDREBBERO MOLTI MENO ACCAMPAMENTI URBANI E NON SOLO !!!

dot-benito

Mar, 04/09/2018 - 19:49

MANDATE FUORI DALLE SCATOLE TUTTI GLI ZINGARI NON ME NE FREGA SE SONO NATI IN ITALIA ABBIAMO GIA' LE NOSTRE ZECCHE

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 04/09/2018 - 20:52

Occupatevene da soli,in tanti e brutalmente. Se aspettate un intervento politico state freschi.

maurizio50

Mar, 04/09/2018 - 21:45

Tutta questa marmaglia, frutto dell'importazione catto comunista, va allontanata dall'Italia velocemente, in fretta, in modo rapido e concreto. E non si stia a badare alle dichiarazioni insulse dei vari Galantino e poetastri della CEI. Costoro non ne hanno in casa loro manco uno!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 04/09/2018 - 22:32

... però le tasse ai contribuenti cornuti e mazziati le hanno sempre estorte inventando la "inquisizione fiscale" per il contribuente moroso, vedi pignoramenti e il "menar il can per l'aia" quando il contribuente si recava nella sede preposta per redimere il contenzioso e definendo lo stesso un parassita della società se faceva l'"evasore virtuoso".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 04/09/2018 - 22:48

Normale amministrazione.

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Mer, 05/09/2018 - 07:56

altri voti per la Lega