"Fai prostituire tua moglie e pagaci". Così gli usurai rivolevano i soldi

Nonostante l'imprenditore avesse già pagato 4 volte la cifra pattuita. Gli strozzini hanno minacciato la moglie e figli

Si trovava in difficoltà economiche, non riusciva a pagare le spese e i costi della sua attività. Così si è rivolto a due usurai per farsi prestare 12mila euro.

L'uomo, un imprenditore edile, ha provato a stare dietro i tassi d'interesse degli strozzini. Ha pagato nel tempo quattro volte la cifra, poi non è riuscito più a far fronte agli altissimi interessi mensili, pari ad oltre il 16%. I dua malviventi hanno prima rubato una macchina di grossa cilindrata della moglie dell'uomo, poi un autocarro con cui lavorava. Non solo, non riuscendo a estorcere altri soldi sono arrivate le minacce e le violenze.

"Fai prostituire tua moglie e pagaci" hanno detto gli usurai. Per intimorire l'imprenditore si sono anche presentati davanti alla scuola dei figli minacciando la moglie. L'uomo ha denunciato i fatti ai carabinieri di Palestrina, comune a sud di Roma. Gli agenti dopo le indagini hanno arrrestato i due criminali.

Annunci

Commenti

loscappatoinnic...

Sab, 16/01/2016 - 22:58

roba da sud e centroamerica........LO SCAPPATO IN NICARAGUA

Raoul Pontalti

Sab, 16/01/2016 - 23:43

Ma gli usurai erano musulmani? No? Lo immaginavo...

Dako

Dom, 17/01/2016 - 08:51

Ma se è messo male economicamente come fa sua moglie a guidare una vettura di "grossa cilindrata"??

Ritratto di llull

llull

Dom, 17/01/2016 - 11:05

@Raoul Pontalti: non si capisce se il quotidiano sfoggio di imbecillitá sia una cosa voluta o spontanea