Roma, getta nel cassonetto ​la nipotina di 3 anni

Un nonno cinese è stato arrestato a Roma, dopo aver gettato in un cassonetto la nipotina di tre anni: "Continuava a piangere e volevo darle una lezione"

La nipotina di 3 anni fa i capricci e lui la getta nel cassonetto come fosse un sacco di rifiuti. Responsabile dell'orribile gesto un nonno cinese, arrabbiato per i continui pianti della piccola che, per darle una lezione, l'ha gettata nell'immondizia. "Ora zitta, non fiatare e resta qui", le ha detto e poi ha chiuso il coperchio. La storia, riportata oggi dal Messaggero, si è verificata a Roma, in via di Porta Cavalleggeri, e si è conclusa positivamente grazie all'intervento di un passante, che ha avvertito il 112.

La bambina è stata salvata e riaffidata ai genitori, mentre il nonno è stato accompagnato in caserma dai carabinieri della compagnia di San Pietro. L'uomo, 55 anni, è stato poi arrestato con l'accusa di abbandono di minore. "Non ne potevo più del suo pianto senza motivo, volevo metterle paura e darle una lezione", si è giustificato con i carabinieri.