Roma, "Ho aspettato troppo". Passeggero aggredisce la macchinista

Si è lamentato per il ritardo e ha colpito con calci e pugni una macchinista dell'Atac. Solo l'intervento delle forze dell'ordine ha placato un passeggero infuriato per il ritardo

"Ho aspettato troppo". Poi un passeggero infuriato si è scagliato contro una macchinista della linea Roma-Lido. La violenza si è registrata nel pomeriggio alla stazione Piramide. Il personale Atac è intervenuto prontamente per allertare le forze dell'ordine, che hanno preso in consegna l'uomo, e per soccorrere la macchinista, che è stata portata in ospedale per controlli dopo i calci e i pugni presi alla fermata romana.

L'aggressione, oltre alla paura per la dipendente del trasporto urbano romano, ha provocato la perdita di quattro corse nell'orario compreso fra le 16.10 e le 18.15 con i conseguenti disservizi nei confronti dell'utenza. Secondo una prima ricostruzione la macchinista è stata aggredita da un passeggero intorno alle 15 che lamentava il ritardo del convoglio. Al momento, precisa Atac, "il servizio sulla linea era sostanzialmente regolare, con sette treni in servizio su otto programmati con attese non superiori ai dieci minuti sui tempi previsti". L'Atac, "nell'esprimere piena solidarietà alla macchinista aggredita, stigmatizza fermamente l'accaduto, non giudicando in alcun modo tollerabile che si commettano atti di violenza nei confronti di lavoratori impegnati nel difficile compito di garantire il servizio pubblico alla città". L'azienda di trasporto rivolge un appello "a tutti i cittadini perchè, nel fruire del servizio di trasporto, agiscano e collaborino con senso civico, rispettando chi lavora e il patrimonio pubblico".

Commenti

cgf

Mer, 06/04/2016 - 23:32

una domanda.... il macchinista potrebbe essere aggredito in qualsiasivogliamomento? voglio dire, non è chiuso nella propria cabina? se l'avesse aggredita durante la corsa?... spiace ma qui l'ATAC ha le sue parti di colpa.

grazia2202

Gio, 07/04/2016 - 14:35

una sveglia un pò più forte, mai? ma com si fa a prendersela con l'autista. giusto un collerico fuori di capa