Roma, sale su barcone-ristorante con coltello: arrestato afghano

Un afghano armato di un coltello è salito su un barcone- ristorante sul Tevere e ha tentato di portare via, senza riuscirci, l’incasso del locale

Momenti di terrore a bordo di un barcone- ristorante situato in lungotevere Arnaldo da Brescia a Roma. Un afghano è salito improvvisamente sul mezzo e ha puntato un coltello contro un dipendente del locale intimandogli di consegnargli tutti i soldi presenti in cassa.

La vittima, spaventata, ha iniziato a gridare a squarciagola. Le sue urla hanno richiamato l'attenzione anche degli altri camerieri in servizio nel ristorante che, senza esitazioni, sono subito accorsi in suo aiuto. Nel giro di pochi minuti sono giunti sul posto gli agenti del commissariato Trevi e del Reparto volanti, inviati sul luogo teatro dell’aggressione dalla Sala operativa della Questura di Roma.

Gli uomini delle forze dell’ordine sono riusciti immediatamente a disarmare e ad arrestare l’aggressore ed a soccorrere la vittima della tentata rapina. Il malvivente, così, è stato accompagnato negli uffici del commissariato Trevi per effettuare ulteriore accertamenti.

Nel corso delle indagini è risultato che l’uomo, C.Q., è un immigrato afghano di 23 anni già noto alle forze di polizia. Lo straniero è stato arrestato per tentata rapina aggravata mentre il coltello è stato posto sotto sequestro.