Roma, la madre dello stupratore: "Vi dico chi è mio figlio"

Giuliana Borgese, la madre di Simone il trentenne arrestato per aver violentato una tassista a Roma: "Ha subito violenze"

Dopo lo stupro e la confessione, parla Giuliana Borghese, la madre di Simone il trentenne arrestato per aver violentato una tassista a Roma. "Dovete concedermi di spiegare a tutti chi è davvero Simone – supplica la madre Giuliana in un'intervista al Tempo – Il figlio di un padre alcolizzato, un barbone, un violento con il quale ha vissuto da quando me ne sono andata via di casa nel 2005, stanca di essere picchiata e maltrattata ogni giorno". E ancora: "Numerose le denunce della donna ai Carabinieri, che tuttavia “dicevano ‘Signora, ci chiami quando la sta picchiando’. Inutile dire che non riuscivo mai a farlo”.

Poi parla delle violenze sul figlio: "Lo piacchiava ma per cose anche giuste, che so: per un pallone lanciato troppo in alto, fino a rompere un vetro”. A questo punto la donna parla delle delusioni del figlio: “Si è sentito abbandonato due volte. Prima da me, dieci anni fa, poi dalla moglie. Soffriva da morire”. Infine dichiara di aver paura: "Temo che ci facciano del male – interviene la nonna Adriana - Questo quartiere è un paesino, ma qui c’è gente che lo vuole ammazzare. Se ce lo rimandano a casa come faremo, eventualmente, a fargli scontare qui i domiciliari? Non posso pensare che lo vengano a prendere per fargli del male…”.

Commenti
Ritratto di ohm

ohm

Mar, 12/05/2015 - 23:01

Ogni scusa è buona....tutti abbiamo avuto problemi più o meno gravi ma non vuol dire che dobbiamo poi riversarli nella società! Non è scusabile!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 12/05/2015 - 23:07

Cosi cantava Pino Daniele, OGNI SCARRAFONE È BELLO A MAMMA SUIAAAA!!! LOL LOL Hasta la proxima dal Leghista Monzese

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 13/05/2015 - 00:42

Ha stuprato ma non è uno stupratore. La strana illogica di una mamma che difende il figlio anche contro l'evidenza. CI VUOLE SPIEGARE SIGNORA MAMMA CHI SAREBBERO GLI STUPRATORI?

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 13/05/2015 - 04:42

Signora per cortesia! Questa difesa postuma e pelosa di suo figlio - ma perché tutti questi genitori intervengono per scusare i loro bebè pelosi di venti, trent'anni? - é veramente patetica e fuori luogo. Doveva casomai aiutare suo figlio a farsi aiutare se nn stava bene. Non ci sono giustificazioni per quel che ha fatto. Pensi alla vittima!

Ritratto di marco peroni

marco peroni

Mer, 13/05/2015 - 05:12

CARA MIA SIGNORA MAMMA , ANCHIO HO AVUTO UNA VITA DIFFICILE E UN PADRE PADRONE , MA NON PER QUESTO VIOLENTO O PICCHIO LE PERSONE .ANZI E' L'INCONTRARIO. MI DISPIACE PER LEI , MA SUO FIGLIO DEVE AVERE UNA CONDANNA MINO 30 ANNI , SI RICORDI CHE IL TRAUMA DI QUESTA TASSISTA NON LO POTRA' PIU' DIMENTICARE. POI HA FATTO ANCHE LA RAPINA, CHE NON E' GIUSTIFICABILE SUI MALTRATTAMENTI AVUTI DAL PADRE . SPERO CHE I GIUDICI SIANO SEVERI CON SUO FIGLIO.

moltonore

Mer, 13/05/2015 - 07:36

Volevo proprio vedere se ad essere violentato era suo figlio! ITALIANI BASTA GIUSTIFICARE I FIGLI MALEDUCATI, VIOLENTI E PERICOLOSI! SI FA UN DANNO? SI DEVE PAGARE!

Tuthankamon

Mer, 13/05/2015 - 08:29

Ho capito, ma un atto del genere non puo' essere giustificato neppure in questi casi. Chi ha questi problemi non puo' rovinare la vita ad altri perche' qualcuno l'ha rovinata a lui. Allora tutti avremmo una giustificazione per qualsiasi pulsione! Non e' accettabile!! Chi ha questi problemi conclamati, deve restare in apposite strutture. Gia', dimenticavo che in Italia hanno chiuso tutte le strutture mettendo la gente con problemi tra la folla o in famiglia a far danni!!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 13/05/2015 - 12:24

Ho capito, suo figlio ha avuto un'infanzia infelice, ma perché non si limita a strappare le ali alle mosche? Perché usare la povera tassista come uno sfogatoio delle frustrazioni? Il padre sarà stato un cattivo padre, ma si faccia un piccolo esame di coscienza anche lei, madre. Sekhmet.