Roma, morta la ragazza travolta da 29enne positivo alla cocaina

Martina ha perso la sua battaglia, si è spenta quest’oggi dopo il terribile incidente di due giorni fa; il 29enne che l’ha uccisa, senza patente e positivo al rilevamento della cocaina, dovrà affrontare l’accusa di omicidio stradale

ROMA. Non ce l’ha fatta Martina, la ragazza di 26 anni investita due giorni fa sul Lungotevere de’Cenci da una Panda, intorno alle 4 del mattino; dopo averla presa in pieno ad altissima velocità, il conducente della vettura non solo non si sarebbe fermato a prestare i primi soccorsi alla giovane vittima, ma sarebbe fuggito dal luogo proseguendo nella sua corsa.

Le condizioni della ragazza, trasportata immediatamente in ambulanza all’ospedale San Camillo, erano da subito apparse disperate; dopo aver subìto un intervento chirurgico per migliorare le sue condizioni era comunque rimasta in prognosi riservata e purtroppo quest’oggi è arrivata la triste notizia della sua morte.

Il responsabile dell’accaduto è un giovane di 29 anni, al volante dell’auto di proprietà della madre di un’amica diciottenne, sprovvista di patente; quest’ultima era con lui in auto al momento dell’incidente. In seguito alle indagini condotte immediatamente dalle forze dell’ordine, è stato possibile individuare la Panda, i proprietari del mezzo ed ottenere da questi le informazioni necessarie per identificare il vero colpevole.

Il giovane, risultato anch’egli sprovvisto di patente, guidava tra l’altro sotto l’effetto di cocaina, come dimostrato dagli esami a cui è stato sottoposto. Ora dovrà rispondere dell’accusa ben più grave di omicidio stradale.