Roma muore insieme alle sue meraviglie

Lo Stato non c'è. Ne abbiamo la prova a Roma, dove, in prossimità del quartiere Coppedè, in via Ticino 3, davanti agli occhi esterrefatti degli abitanti si sta tranquillamente abbattendo un edificio, eretto tra il 1930 e il 1931, il villino del Conte Naselli, progettato da Ugo Gennari e vanamente difeso da una bella cancellata distrutta.

Abbiamo trovato i disegni originali, e io li ho fatti avere al ministro che ha manifestato il suo ammiccamento agli architetti contemporanei, sottraendosi alla funzione primaria di tutela ribadita dalle ultime norme, che pure stabiliscono non più in cinquanta ma in settant'anni il riconoscimento dell'interesse storico. Il villino Naselli ne ha ottantasei. Non fidandomi, ho presentato un esposto alla Procura di Roma aspettandomi un intervento di sospensione dei lavori, che invece ieri mattina sono partiti di gran lena smantellando quasi metà dell'edificio. Contro la legge e per pura speculazione, mettendo in vendita i futuri appartamenti di un orrido condominio, disegnato da tale Ridolfi, presidente dell'ordine degli architetti di Roma. Un progetto mostruoso, ictu oculi, ma non per gli occhi di un ministro, che non ha poteri gerarchici sulle sovrintendenze, e non interviene per non commettere abusi di ufficio.

Intanto, con tutte queste autorità informate dei fatti, i costruttori bellamente continuano a distruggere. Non bastava il terremoto. Roma muore e non si difende.

Commenti
Ritratto di Grifona

Grifona

Mar, 17/10/2017 - 18:22

Egregio Vittorio, grazie per le tue battaglie. Sei troppo avanti per la mediocrità umana di questo secolo, ma grazie, grazie per continuare a squotere l'ignoranza e l'indifferenza, grazie per gli insulti che non puoi trattenere. Tu puoi, perchè li ricopri di MXXXA. Immagino, spero, un giorno lontano lontano, a Ferrara, una piazza con il tuo busto, mentre dalle labbra di bronzo, indicandoci, ci fustigherai, urlando, CAPRE! CAPRE! CAPRE! Non mi interessa. Un voto, sarà il mio.

Popi46

Mar, 17/10/2017 - 18:43

Sgarbi come don Chisciotte, solo che il secondo combatteva contro obiettivi concreti(seppur mulini), il primo contro il nulla culturale e il nulla è il nulla, nulla,nulla... ah,no,non proprio nulla, mi sembra di vedere una mazzetta...

Ritratto di michageo

michageo

Mar, 17/10/2017 - 19:48

... caro Sgarbi, bentornato! Dato che non abbiamo un governo legale , ovvero abusivo, è ovvio che non abbiamo un ministro abusivo, un ministero abusivo ecc. ecc. Quando, e se riusciremo a votare ed a mettere in piedi una parvenza di governo costituzionalmente OK, bisognerà passare nelle fogne para e governative attuali con la dinamite e l'aspiraschifezze universale e ridare all'Ita(g)lia quel che manca: la dignità morta nel Pubblico sotto innominabili montgne di soldi estortici con artifizi da ladro di cassette delle elemosine, tipo i contratti telefonici di 4 settimane e le buste nuove di plastica della spesa non riutilizzabili. ...Poi magari qualcuno di questi geni fognari ci lascerà improvvisamente, nel quadro dei famosi danni collaterali.

orailgo38383838

Mer, 18/10/2017 - 07:12

caro Sgarbi, dovrebbero clonare il tuo cervello e replicarlo all'infinito, con un immaginario WI-FI generale

nopolcorrect

Mer, 18/10/2017 - 08:05

Complimenti e grazie a Vittorio Sgarbi per la sua nobile battagli a favore della bellezza dell'Italia, una bellezza che la maggioranza degli italiani non meritano.

ginotheginoth

Mer, 18/10/2017 - 08:30

Caro Sgarbi, hai ragione nel sostenere queste battaglie, ma spererei che queste cose le facessi in tutta Italia. Vieni al sud dove ci sono amminstrazioni che hanno distrutto patrimoni culturali per amore di costruttori senza scrupoli. Fai bene a denunciare queste cose ma se li limiti a Roma stai facendo sostenendo la malapolitica che tu stai appoggiando in Sicilia.

acam

Mer, 18/10/2017 - 09:36

è vero ma neanche tu puoi farci niente.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 18/10/2017 - 09:48

Benvenuto Sgarbi, una delle poche teste pensanti in circolazione.

Pitocco

Mer, 18/10/2017 - 09:57

70 anni di ineducazione artistica hanno prodotto persone nel cui patrimonio genetico si è avuto una deviazione: il brutto. Lo si può vedere in ogni aspetto della società, dal sociale, al politico, alla finanza, alla economia ed ovviamente alle arti. Basti pensare a quella mostra che è la Biennale di Venezia per rendersi conto come il brutto e la decadenza morale abbiano sostituito l'inafferrabile bellezza delle arti. Non meraviglia quindi che un ministro, lì forse e solamente per un effimero prestigio, non abbia in serbo la difesa del nostro patrimonio.

Cheyenne

Mer, 18/10/2017 - 10:12

VIVIAMO IN UN MERAVIGLIOSO PAESE ABITATO DA SCHIFOSI POLITICI

nonna.mi

Mer, 18/10/2017 - 11:15

Vittorio, Vittorio Sgarbi: resterai nella Storia della Cultura Italiana per l'Altezza Grande della tua Valutazione dei grandi Personaggi della nostra millenaria Civiltà! Sei molto spesso "intemperante" perché non riesci a capacitarti dell'Ignoranza anche di quelli che hanno in mano,(illegittimamente) il Potere di far leggi ,o di proporle, sempre a discapito della nostra Italianità, perfino volendo ,attualmente, REGALARLA a chi forse neanche la vuole. Perfino io, Myriam, che ho moltissimi anni,riesco ad ammirarti per il tuo coraggio e per le tue "sparate" gridando CAPRE, CAPRE a chi oltraggia le nostre tradizioni...

Codive

Mer, 18/10/2017 - 11:17

Caro Sgarbi, purtroppo abbiamo perso un'occasione. Nel panorama politico attuale, ci sono due partiti moderati di destra e di sinistra, i cui elettori sono compatibili, anche se i loro leader non vogliono ammetterlo. Per ridare stabilità all'Italia, è necessario che PD e Forza Italia, governino insieme, anche perché sono gli unici partiti con la cultura di governo. Purtroppo la loro cintura non è Alfano e non è Verdini. La Sicilia è sempre stato il laboratorio politico dell'Italia. Le avrebbe dovuto essere il prossimo governatore della Sicilia, con un governo PD-Forza Italia, da portare poi in parlamento. Sia Palermo, che Roma, sarebbero state più PULITE

Tuthankamon

Mer, 18/10/2017 - 11:57

Questo governo e i politici della sinistra odierna sono "iconoclastici", seppure con varie modalità. Prima vanno a casa, meglio è. A meno che una maggioranza dell'elettorato sia diventata così "ignorante" (... manchi di conoscenza ...) al punto di non capirlo!

FaroAlogeno

Mer, 18/10/2017 - 12:26

caro Sgarbi, ormai è devastazione ovunque; qui in Germania, accanto alla casa natale di Bach a Eisenach, da due secoli mèta di silenziosi pellegrinaggi, hanno costruito un mostro di cemento armato che vorrebbe essere un museo bachiano; peccato che non esponga niente, visto che non 'è niente da espporre; in compenso gli autobuso scaricano centinaia di turisti ogni giorno che verosimilmente non hanno mai ascoltato una nota di Bach, forse la sigla di Quark al matrimonio; a Berlino demoliranno gli edifici anni Trenta della fiera, sotto tutela, e i miei tentativi di salvare o lmeno documentare piccole architetture industriali sono finiti nel niente con un antico sistema collaudato, rispondere a abbattimento avvenuto; come sento sempre più spesso tra i miei coetanei, per fortuna fra poco è finita;

Gibulca

Mer, 18/10/2017 - 12:31

Questo rispecchia perfettamente la mentalità del romano medio la cui parola d'ordine è "ma chemmmmefrega", oltretutto detto in maniera sgrammaticata.

giovanni951

Mer, 18/10/2017 - 13:09

contro l’ignoranza, il malaffare, la corruzione e la mafia non c’é nulla da fare.

GioZ

Mer, 18/10/2017 - 13:35

Tra un paio di generazioni nessuno avrà più memoria di ciò che è stato: avremo un'unica, grande, globale, levigata cultura europea, e così sarà per tutto ciò che avremo intorno. Paesaggi, edifici, arte, tutto sarà uniformato e ricondotto al politicamente corretto. Il Colosseo sarà "riqualificato" a stadio del baseball e il Circo Massimo verrà "integrato" con aiuole, panchine e piste ciclabili. Se pensa che sia fantascienza, la inviterei a dare un'occhiata alla facciata del Duomo Hotel in Rimini, in pieno centro storico, o all'orribile arredo urbano in piazza Agabiti, sempre in Rimini. Per non parlare di quell'abominio che è diventato il lungomare di Castellammare di Stabia, definito "Spettacolare!" in Tripadvisor.

ORCHIDEABLU

Mer, 18/10/2017 - 14:00

Caro Sgarbi come maichi la sostiene e' lo stesso pubblico che gratifica lei per ogni cosa che fa anche se detto in malomodo,mentre se le stesse identiche parole le usasse un meridionale e con modi gentili educati e signorili,lo criticherebbero.Tu ci hai fatto caso o no?

soltantolaverita'

Mer, 18/10/2017 - 14:42

tutti ad accusare i politici,ed e'giusto. Ma non e' l'uomo (o la donna) a creare un politico votandolo> soltanto la verita'

ORCHIDEABLU

Gio, 19/10/2017 - 10:57

QUALCUNO SA SE OGNI TANTO SGARBI RISPONDE O NON LEGGE NEPPURE I NOSTRI COMMENTI?