Roma-Napoli, lo striscione choc contro la madre di Ciro Esposito: "Lucri su tuo figlio"

Il manifesto esposto nella Curva Sud romanista recita: "Che cosa triste: lucri sul funerale con libri e interviste". Un chiaro attacco alla madre del tifoso napoletano ucciso durante gli scontri

"Che cosa triste: lucri sul funerale con libri e interviste". È lo striscione choc esposto nella Curva Sud romanista all'Olimpico durante la partita Roma-Napoli. Una frase di cattivo gusto, che sicuramente farà scoppiare le polemiche, rivolta alla madre di Ciro Esposito, il tifoso napoletano ferito a colpi di pistola nel prepartita della finale di Coppa Italia lo scorso 3 maggio, deceduto poi in ospedale il 25 giugno.

Poi, poco più distante, un altro manifesto: "C'è chi piange un figlio con dolore e dignità e c'è chi mi fa un business. Signora De Falchi onore a te". Ma i supporter partenopei hanno risposto con lo striscione "Ciro X sempre", srotolato a Saxa Rubra, dove era stato predisposto il punto di raccolta per raggiungere lo stadio Olimpico a bordo dei pullman scortati dalle forze dell'ordine.

Una contestazione che arriva a poche ore dalla notizia che Daniele De Santis, l’ex ultrà romanista accusato dell' omicidio di Ciro Esposito, la sera prima degli scontri, era stato protagonista di un festino a base di sesso e cocaina. Lo raccontano alla Digos le due prostitute che erano con lui.

La risposta della signora Leardi non si è fatta attendere: "Non tutti hanno la stessa testa e principi. Pregherò per loro, affinché Dio possa cambiare i loro cuori. Continuerò la mia lotta al di là di quello che possono dire".

Ad intervenire sulla vicenda anche l'avvocato Angelo Pisani, legale della famiglia Esposito che chiede provvedimenti seri nei confronti della curva giallorossa: "Il dolore di un avvenimento tragico ed innaturale come quello della perdita di un figlio non lo auguro a nessuno e non si commenta mai soprattutto in maniera così strumentale e offensiva da parte di tifosi che dovrebbero augurarsi la pace ed i valori nello sport non l'odio e la violenza. Bisogna punire i responsabili di striscioni vergognosi e offensivi, con giuste sanzioni e squalifiche per uno stadio purtroppo esempio solo di messaggi negativi e pericolosi".

Commenti

giovaneitalia

Sab, 04/04/2015 - 15:14

No comment!

marinaio

Sab, 04/04/2015 - 17:16

Ovviamente non sono dalla parte degli ultras violenti, ma in questo caso è vero o no che la mamma di Ciro ha un po' speculato sulla morte del figlio? Non facciamo i soliti indignati perchè poi si diventa poco credibili.

cicero08

Sab, 04/04/2015 - 17:37

e quando dovessero arrivare squalifiche al campo chi si sentirebbe di indignarsi???

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 04/04/2015 - 17:39

Questi "tifosi"..., sono un pattume di frustrati, vi fosse una Champions del koglione internazionale questi romanisti non avrebbero avversari, la vincerebbero tutti gli anni...

plaunad

Sab, 04/04/2015 - 17:51

Non vedo nulla di orribile. O forse é vero che la veritá offende?

Ritratto di Atreju

Atreju

Sab, 04/04/2015 - 18:47

Lo striscione è di pessimo gusto e si poteva evitare ma dice la verità..secondo voi Esposito era lì, in mezzo a dei violenti napoletani e non, solo per andare alla partita o per fare casino?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 05/04/2015 - 00:07

Questo succede quando il tifo è vissuto come realtà patologica di gente che sfoga le proprie frustrazioni. QUEGLI ULTRAS HANNO NELLA TESTA UNO SCHIFOSO LETAMAIO CHE OGNI TANTO FA SENTIRE A TUTTI IL SUO INSOPPORTABILE FETORE.

Ritratto di MelPas

MelPas

Dom, 05/04/2015 - 00:24

Roma-Napoli, lo striscione choc contro la madre dia Ciro Esposito: "Lucri su tuo figlio" ( Chi ha scritto quello striscione, mi auguro che faccia la stessa fine !! MAIALE. pas.

Ritratto di MelPas

MelPas

Dom, 05/04/2015 - 00:26

CHIUDERE LO STADIO PER UN MESE. Pas.