Roma, panico alla stazione Termini per un falso allarme bomba

A far scattare l'allerta la presenza di un borsone rosso abbandonato nei pressi dell'atrio della stazione. L'allarme è rientrato dopo l'intervento di Polizia e artificieri

Paura nel pomeriggio alla Stazione Termini per la presenza di un borsone abbandonato all’ingresso del principale snodo ferroviario della Capitale (guarda le foto).

A lanciare l’allarme per la possibile presenza di un ordigno, attorno alle 15.20 di questo pomeriggio, sono stati gli stessi uomini della Polizia Locale che hanno rinvenuto la sacca sospetta nei pressi dell’atrio della stazione. Sul posto sono quindi intervenuti gli agenti della Polizia di Stato, che hanno transennato l’area ed allontanato i passeggeri che transitavano all’entrata dello scalo ferroviario.

L’allerta è rientrata attorno alle 16.15, quando gli artificieri hanno accertato come all'interno del borsone finito sotto la lente d'ingrandimento dei caschi bianchi vi fossero soltanto indumenti. A far preoccupare i vigili, secondo quanto si apprende da un comunicato stampa dell’Ugl Polizia Locale, sarebbe stata la presenza di una luce rossa all’interno della sacca, visibile dall’esterno, che poi si è scoperto provenire da “un lumino a batteria per i defunti”.

La situazione è quindi tornata alla normalità, anche se l’allerta terrorismo resta elevata a Roma e nelle principali città italiane.