Roma, rubano smartphone e cercano di rivenderlo nella stessa via la sera dopo: arrestati

Prima rubano lo smartphone a un passante, poi cercano di rivenderlo nella stessa via in cui avevano effettuato la rapina. È successo a Roma, in largo di Villa Peretti

Prima rubano lo smartphone a un passante, poi cercano di rivenderlo nella stessa via in cui avevano effettuato la rapina. È successo a Roma, in largo di Villa Peretti. I carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno sottoposto a fermo di indizio di delitto un 20enne del Gambia e un 23enne del Senegal.

I due uomini, entrambi con precedenti e senza fissa dimora, sono stati sorpresi dai militari mentre cercavano di vendere a un passante un iPhone rubato. I due stranierei non sono riusciti a spiegare ai carabinieri quale fosse la provenienza dello smartphone. Gli uomini dell’Arma hanno proceduto a fare degli accertamenti, fino a risalire al legittimo proprietario dell’iPhone: un 38enne romano.

Lo smartphone gli è stato restituito. L’uomo ha raccontato che proprio lì la sera prima era stato rapinato da quattro persone. Attraverso il riconoscimento fotografico, è riuscito a riconoscere due dei giovani che lo avevano rapinato la sera prima nei due cittadini stranieri sorpresi dai carabinieri.

Il 38enne romano ha dunque riconosciuto due delle persone che la sera precedente, nei pressi dei Giardini Einaudi, lo avevano aggredito, picchiato a calci e pugni e derubato.

Accusati di rapina in concorso e rinchiusi nel carcere di Regina Coeli, i due cittadini stranieri sono in attesa di essere interrogati.

I carabinieri intanto stanno cercando di dare un’identità ai loro due complici.