Migranti, l'urlo dei romani: "Siamo abusivi ma la casa spetta prima a noi"

A Roma i residenti del quartiere Montecucco confessano di essere abusivi ma per necessità e attaccano: "Abbiamo fatto richiesta di una casa popolare 20 anni fa e ora ci vediamo sorpassati dagli stranieri"

Non si ferma la rabbia dei residenti di Montecucco, il quartiere romano dove, due giorni fa, alcuni militanti di Forza Nuova sono stati arrestati dopo essersi scontrati con la polizia che stava effettuando lo sgombero di una casa popolare, occupata da una coppia di giovani italiani con un bambino.

La rabbia dei residenti di Montecucco

Gli animi si sono infiammati quando i residenti hanno scoperto che la legittima assegnataria era un’eritrea sposata con un italiano. Però, oggi, gli abitanti della palazzina Ater di via Giovanni Porzio respingono le accuse di razzismo e difendono l’azione compiuta dai ragazzi di Forza Nuova.“Ma quale razzista? Qui ci stanno mettendo sotto sopra…”, grida un signore che sta innaffiando il giardino. Un’anziana che abita nel lotto dove si è innescata la guerriglia prende le parti dei militanti di Forza Nuova: “Questi ragazzi difendevano solo i giovani che abitano qui e per far del bene ci sono andati di mezzo loro”. “Ho capito che la casa spettava a loro ma questi giovani con un bambino dove vanno? Li mettono in mezzo alla strada?”, aggiunge la signora auspicando che alla coppia assegnataria venga trovata un’altra sistemazione perché “se dovessero ritornare la gente si ribellerà di nuovo”.

Non tutti, però, si schierano dalla parte dei forzanovisti. Maria, che vive insieme al fratello nella casa della madre, ormai non crede più a nessuno:“Sono disoccupata ed arrabbiata perché, in tanti anni, non hanno cambiato nulla. Anche Forza Nuova è venuta qui solo a fare teatro. Per me si possono chiamare Cinquestelle, Forza Nuova o Forza Verde ma promettono, promettono e basta”. Ma chi è allora il nemico? L’immigrato che avanza nelle graduatorie di assegnazione degli alloggi? La polizia che sgombera gli abusivi? “No, il vero nemico è l’Ater, l’ente che gestisce gli alloggi popolari a Roma”. Si domanda Maria: “Chi lo governa? Chi ha interesse a mandare via gli italiani per metter dentro gli extracomunitari?”. “Quella di ieri – spiega - è stata una provocazione perché qui c’è gente che non ha una casa e vive ancora con i genitori”. “Io – racconta - ho fatto domanda negli anni '80 e ancora sto così”.

Fabio, suo fratello usa parole molto più nette e lancia l’allarme: “Ci stiamo sia riappropriando di qualcosa che è nostro. Quello che sta succedendo si allargherà di tanto, tra 6/8 mesi arriveranno a spararsi”. Il problema, secondo lui, è fondamentalmente economico:“Sai che cos’è la Gescal? – ci chiede - Ci prelevavano dei soldi dalla busta paga per finanziare questo ente che si occupava della costruzione delle case popolari. Ora perché queste case devono darle agli stranieri? Mica l’hanno pagata la Gescal, giusto?”. “Questo non è un condominio - spiega - è una famiglia. Abitiamo qui da 50 anni e se viene qualcuno che non conosce i nostri valori potrebbero esserci dei problemi. E tanti”.

Il racconto della residente abusiva di Montecucco

Girando per il quartiere troviamo è sempre il solito refrain. Troppi anni di attesa per ottenere la casa popolare e così, a Montecucco quasi tutti, ci dicono, hanno occupato e alcuni si sono addirittura ricavati degli appartamentini “extra” agli ultimi piani. Nel complesso di palazzine che si trova di fronte a quello dove sono avvenuti gli scontri troviamo Veronica che ci racconta come è diventata un’occupante: “Sono abusiva perché sono venuta a vivere qua come ospite da una signora e l’ho aiutata a crescere il figlio. Dopo un po’ di tempo lei si è trasferita ad Acilia e da quel momento l’Ater ha mandato l’affitto a nome mio e poi mi ha fatto causa”. “Il giudice mi ha dato ragione dicendo: ‘Scusate ma se voi dell’Ater percepite i soldi dalla signora, perché la buttate fuori?’. Eppure, a luglio, mi è arrivato lo sfratto nonostante paghi 450 euro ogni mese di cui 300 di indennità di occupazione”. La vera paura dei residenti è che, prima o poi, anche verranno sfrattati. Proprio oggi, infatti, sul Messaggero, è arrivata la conferma che l’Ater ha avviato un piano di sfratti che riguarda tutti i quartieri della Capitale e che prevede lo sgombero di 1300 alloggi popolari. “L’Ater prima prende gli affitti e, poi, ci butta fuori. Lì c’è un appartamento con una decina di rumeni. Mica li abbiamo ammazzati?”, ci dice in maniera provocatoria questa ragazza prima di salutarci. A tarda sera lasciamo i residenti di Montecucco a discutere tra loro e si organizzano per appendere ai balconi in tricolori:“Perché siamo italiani e non ci sentiamo rispettati”.

Commenti

FRATERRA

Sab, 30/09/2017 - 20:00

.....ogni tanto un po' di ORGOGLIO ITALIANO....

il sorpasso

Sab, 30/09/2017 - 20:00

Cari romani avete ragione ma attenzione alle prossime elezioni dovete metterete la crocetta.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 30/09/2017 - 20:49

Certo avete ragione. ma la priorità dei comunisti è ben altra. per loro vale di più i lfine politico, non la giustizia.

Anonimo (non verificato)

Reip

Sab, 30/09/2017 - 21:00

Cosa dire... Continuate a votare il PD e la sinistra! Questo è il risultato... In questo paese vengono PRIMA i finti profughi clandestini, DOPO gli italiani. Oramai i cittadini italiani devono lavorare per sostenere accogliere e dar da mangiare a questa orda di scimmie nere africane, ignoranti, sporche e violente che il popolo non vuole!

piazzapulita52

Sab, 30/09/2017 - 21:01

Protestare con le parole non serve a niente....Ci vuole ben altro per fare piazza pulita! Chissà forse un giorno, speriamo per il bene di tutti non lontano, il popolo italiano (o quello che ne rimane!) riuscirà a capirlo!!!

il nazionalista

Sab, 30/09/2017 - 21:32

Fino a quando, in Italia, la sinistra sarà al potere - in tutti e 3 i poteri dello Stato - gli stranieri(dei quali il 90% o sono clandestini o ex-clandestini regolarizzati!) saranno dei privilegiati e gli Italiani dei paria!! Fra sei mesi si vota!! Andate a VOTARE e fatelo nell' INTERESSE ESCLUSIVO della Nazione italiana!!

enzolitti

Sab, 30/09/2017 - 21:39

Eh, andatelo a dire alla Boldrini! Bisogna prima aiutare gli immigrati e così hanno fatto.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 30/09/2017 - 22:13

RILEGGETEVI IL CURRICULUM POLITICO AMMINISTRATIVO DELL'URBE DA 50 ANNI A QUESTA PARTE E CAPIRETE PERCHÉ IL MAL COMUNE NON COLLIMA COL MEZZO GAUDIO. CHI LA FA SE L'ASPETTI.

vottorio

Dom, 01/10/2017 - 00:06

"quando il Popolo si desta Dio si mette alla sua testa" e anche oggi ribelliamoci al grido di "FUORI I BARBARI".

cgf

Dom, 01/10/2017 - 00:32

Bella quella foto con tutte le bandiere italiane, mi ricorda le miriadi di bandiere che si vedono fuori dalle finestre in Malesia. MA SAREBBE ORA CHE TUTTI NOI... poi voglio vedere se i PiDioti hanno qualcosa da dire!!

acam

Dom, 01/10/2017 - 06:03

a che servono i tricolori se poi ce li mettono pure loro con lo jus soli?

lento

Dom, 01/10/2017 - 08:53

Dare botte botte e poi ancora botte da orbi !!! La legalita' in Italia si ottiene solo dando botte a tutta birra

rudyger

Dom, 01/10/2017 - 09:42

"per me si possono chiamare cinque stelle, forza nuova , forza verde...." signora mai comunisti, vero?,

Epietro

Dom, 01/10/2017 - 09:45

Carissimi, la pesca dei voti nello stagno italiano, per la SX, è finita da un pezzo, ora non sapendo più come fare per prendere il potere si rivolgono agli immigrati, non importa chi siano e da dove arrivino. Siamo messi proprio male.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 01/10/2017 - 09:49

Votato pd e m5s? Raccoglietene i frutti. La prossima volta in urna vi fate più furbi.

nopolcorrect

Dom, 01/10/2017 - 12:45

Cari abitanti di Montecucco, vi state godendo le conseguenze della demenziale politica "mare nostrum", cioè "mare loro", degli apprendisti stregoni Letta e Renzi con la benedizione del Papa che se ne strafrega di voi. Suggerisco una soluzione: votate alle prossime elezioni per Fratelli d'Italia, Lega Nord o Forza Italia se vorremo tornare padroni a casa nostra e rispedire i cosiddetti "migranti", in gran parte abusivi paraculi, a casa loro o da chiunque sia disposto a prenderseli.

claudio faleri

Dom, 01/10/2017 - 13:23

l' amata sinistra insieme ai lacchè del vaticano, preferiscono gli africani e zingari