Roma, soldi destinati alle scuole per ristrutturare un appartamento

Una dirigente dell'amministrazione capitolina è stata "ricompensata" con l'esecuzione gratuita di lavori di ristrutturazione della propria abitazione

Nell'ambito dell'indagine riguardante i lavori su quattro edifici scolastici del XIV municipio di Roma, la Guardia di Finanza ha scoperto l'esistenza di accordi tra dirigenti pubblici e imprenditori.

Il patto era volto alla spartizione delle risorse pubbliche destinate a tali lavori (circa 400 mila euro), in forza del quale, a fronte dell'aggiudicazione dell'appalto, gli imprenditori avrebbero corrisposto ai dirigenti pubblici un importo pari al 20% delle somme liquidate per i lavori che si è scoperto non essere mai stati eseguiti.

In questo contesto, un dirigente dell'amministrazione capitolina sarebbe stato "ricompensato" anche mediante l'esecuzione gratuita di lavori di ristrutturazione presso la propria abitazione.

Ulteriori anomalie sono emerse nell'esecuzione dei lavori di riqualificazione della centralissima via del Melone, nelle vicinanze di piazza Navona, individuata come una delle strade di passaggio strategiche negli itinerari pedonali verso la Basilica di San Pietro, in vista del Giubileo della Misericordia del 2016.

Secondo quanto riferito, i lavori regolarmente eseguiti sono stati inaugurati a giugno 2015 per poi essere appaltati nuovamente nel 2016. In questo caso i reati contestati sono falso e turbativa d'asta. I fatti contestati risalgono al 2013 e 2015.