Roma, Virginia Raggi: "In bolletta dopo il canone pure la Tari"

"Il pagamento della Tari (in analogia a quanto in essere per il canone Rai) può avvenire unitamente alla bolletta elettrica o idrica di Acea Spa"

"Il pagamento della Tari (in analogia a quanto in essere per il canone Rai) può avvenire unitamente alla bolletta elettrica o idrica di Acea Spa. In tal modo, il panorama di utenze fantasma andrà immediatamente a restringersi e si allargherà la platea degli utenti contribuenti". E' quanto ha affermato la sindaca di Roma Virginia Raggi illustrando le 'Linee programmatiche 2016-2021 per il Governo di Roma Capitale' in Assemblea capitolina. "Acea Spa detiene il data base utenze elettriche residenziali, artigianali, commerciali ed industriali di oltre il 60% delle utenze romane - ha spiegato - La bollettazione idrica ed elettrica, pertanto, può comprendere anche la riscossione della Tari in quanto già disponibili le banche dati di riferimento che dovranno essere opportunamente incrociate per lo scopo". La sindaca ha spiegato che il "monitoraggio e controllo" è "inteso come monitoraggio delle utenze fantasma". "Roma Capitale - ha detto la Raggi - deve rivendicare e fare propria ogni sinergia attivabile tra le società del Gruppo Comune di Roma, in primis Acea Spa La prima sinergia di cui riappropriarsi è il ricorso all'efficientamento delle competenze che devono essere ricondotte a servizio della città, tanto nel dare che nell'avere".

Commenti

cgf

Lun, 01/08/2016 - 20:52

sarà come a Cuba... nel senso che rubare acqua/energiaelettrica sarà normale.

tiromancino

Lun, 01/08/2016 - 22:34

Roma capitale,a sindaca ,dai cinque stelle un genio,si faccia un giro per le vere capitali europee e impari,non Milano che fa letteralmente cagare in quanto a monnezza