Romeno tenta due furti. Poi distrugge a testate ​il lunotto della polizia

Il 48enne romeno arrestato per tentato furto, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale

Testate a ripetizione, fino a distruggere il lunotto della volante della polizia. È il "colpo di testa" realizzato da un pregiudicato romeno di 48 anni. L'uomo, dopo aver tentato per due volte di mettere a segno due distinti furti, è stato fermato dalla polizia. Poi, non contento, si è beccato pure una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

I furti del romeno

Siamo a Marghera, intorno alle 15.30 di ieri pomeriggio. L'uomo entra in un supermercato tentando di uscire senza pagare la refurtiva. Denunciato. Così il romeno ci prova di nuovo. Fermato, questa volta viene fermato dai poliziotti che gli mettono le manette ai polsi e lo fanno salire sull'auto.

La follia nella volante

Ed è proprio sulla volante che l'uomo, evidentemente alterato per come si era evoluta la giornata, comincia a prendere a testate il lunotto fino ad infrangerne il vetro. Arrestato, oltre all'accusa di tentato furto adesso dovrà rispondere pure di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Come scrive Venezia Today, il processo per direttissima si svolgerà mercoledì. Nel frattempo l'uomo è tratttenuto nelle celle di sicurezza.

Commenti

uberalles

Gio, 05/04/2018 - 17:30

Dopo la sentenza, dovrà essere ospitato per due anni dalle famiglie Renzi & Boschi che ne saranno responsabili nei confronti di terzi, va bene?

Gianni11

Gio, 05/04/2018 - 17:41

Tra africani e barbari siamo proprio sistemati.

Anonimo (non verificato)

Scirocco

Gio, 05/04/2018 - 18:11

Se la sarà almeno rotta la testa??

Ritratto di mbferno

Anonimo (non verificato)

routier

Gio, 05/04/2018 - 18:15

Quando si dice che uno ha la testa dura...!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 05/04/2018 - 18:51

In questo preciso istante è già libero e ancora più inc.....o di prima. Un pensiero affettuoso ai prossimi che lo incontreranno per strada.

rebella123

Gio, 05/04/2018 - 18:54

Quati disastri an provocato i rumeni da qundo gli illuminati dell'UE an deciso di farli entrare in Europa? O pensavano che la Romania avrebbe portato fondi alle casse dell'UE e che avrebbero esportato gente da premio Nobel?E ieri 4 Aprile questi illuminati sono andati in Moldavia a gettare le basi per far entrare pure questi in UE oltre ad aver fatto loro varie regalie milionarie.E nel frattempo a chi contribuisce come gli italiani un aumento del 10% dei versamenti

Cheyenne

Gio, 05/04/2018 - 19:18

ottima l'idea di uberalles ogni energumeno dovrebbe essere ospitato da uno pdiota

maurizio50

Gio, 05/04/2018 - 19:25

Romeni?? Tutti da schedare. E i nulla facenti mandarli pure loro da chi li ha voluti. Vero on.le Prodi????

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 05/04/2018 - 19:38

cosa ci fa questa immondizia in Italia?

Yossi0

Gio, 05/04/2018 - 19:40

peccato che non sia stato aiutato da qualcuno a rompersela quella testa !!

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Gio, 05/04/2018 - 19:51

azz che capoccia dura, ma non è blindato il vetro?

piazzapulita52

Gio, 05/04/2018 - 19:59

SONO COSE DI ORDINARIA AMMINISTRAZIONE! E' IL NUOVO STILE DI VITA!!!

gianni59

Gio, 05/04/2018 - 20:07

ma dai...un tentato furto di UN AUTO (qualche migliaio di euro) merita un articolo e invece dei due leghisti arrestati in Sicilia per voto di scambio (promettevano posti nemmeno ce ne fosse bisogno!)e del deficit da ritoccare per la crisi delle BANCHE VENETE (decine di milioni di euro) nemmeno una riga....

Anonimo (non verificato)

seccatissimo

Gio, 05/04/2018 - 23:45

E pensare che in questo nostro Paese se un piccolo contribuente non si ricorda per tempo di pagare alla scadenza un tributo e lo paga con anche pochissimo ritardo questo stato, forte coi deboli e debole coi forti, manca poco che lo impicchi a testa in giù !

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 06/04/2018 - 00:32

Disrtuggere la sua capocchia.

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 06/04/2018 - 09:16

In pratica mercoledì è gia fuori grazie al solerte magistrato di turno