"Rompo la gamba di mia figlia 3 volte al giorno, solo così la salverò"

Elsie Moravek è nata con una malformazione alla gamba sinistra per evitare di amputarle la gamba i genitori sono costretti a romperle la gamba 3 volte al giorno

Ha scelto di rompere ogni giorno la gamba alla figlia di 4 anni per evitare di amputargliela: ecco la triste storia di Elsie Moravek.

Elsie soffre del "difetto femorale focale prossimale", una patologia che ha portato la sua gamba sinistra a deformarsi dino a diventare molto più corta rispetto a quella destra. I medici, dopo varie analisi, hanno dato tre opzioni alla famiglia: amputare la gamba malata, inserire una protesi o allungare il suo arto di 11 centimetri. Dopo un lungo tormentarsi, i genitori hanno scelto l'ultima opzione.

La piccola, all'eta di 21 mesi, è stata sottoposta ad una prima operazione di sei ore dove le è stato ricostruito il ginocchio, la caviglia e l'anca. Nel 2015, tutto era pronto per l'operazione più dolorosa: femore e tibia sono stati divisi e dotati di un dispositivo di fissaggio esterno. In questo modo, dieci perni metallici penetrano le ossa, la pelle e i muscoli della piccola Elsie. Ma per far allungare la gamba di 11 centimetri, i genitori devono tre volte al giorno girare manualmente le viti per separare il femore dalla tibia di un millimetro ogni 24 ore.

In questo modo, la rottura delle ossa e dei tessuti crea una ferita che quando guarisce ricostruisce la gamba. Il trattamento ha funzionato e oggi Elsie ha entrambe le gambe lunghe uguali. La madre ha confessato ai giornalisti del Sun: " Mi sono sentita mlto impotente davanti al suo dolore e pianto. Per mia figlia, ogni giorno era come se si rompesse qualcosa". Ora le gambe della piccola sono più o meno a pari, ma si svilupperanno ancora in modo diverso. Infatti, Elsie, quando raggiungerà l'altezza definitiva dovrà allungare la gamba sinistra di altri 11 centimetri. Così la piccola "guerriera" non avrà mai bisogno di protesi o amputazioni però dovrà soffrire ancora per parecchio tempo.

I genitori sono convinti che questa sia la soluzione migliore per il bene della loro figlia, ma il web si è scatenato e ha accusato i genitori di fare soltanto del male alla figlia. La storia di Elsie è diventato di dominio pubblico e molte persone si stanno spendendo per lei per cercare di convincere i genitori a smettere queste torture.