Rose rosse e social, ai domiciliari per stalking

Finisce nei guai un 44enne di Castellammare di Stabia, nel Napoletano. Sul capo dell'uomo già pendeva il divieto di avvicinamento alla donna che lo ha denunciato

Rose rosse e condivisioni sui social, così un 44enne di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, aveva cercato di riannodare una relazione ormai conclusa. Ma lei, una 40enne del vicino comune di San Giuseppe Vesuviano, lo ha denunciato per stalking.

Sul capo dell’uomo già pendeva un provvedimento di divieto di avvicinamento alla signora e ai luoghi da lei frequentati. Ma evidentemente, non era stato abbastanza per dissuaderlo dai suoi propositi. Così aveva iniziato a riempire i social delle foto di lei, di messaggi in cui si diceva innamoratissimo e sempre pronto a starle vicino, giurando di voler essere sempre presente nella vita di lei. Poi ha cominciato a passare, con cadenza quasi quotidiana, sotto casa della donna. Per farsi notare, suonava il clacson dell’auto. A volte depositava davanti al portone di lei un mazzo di rose rosse.

Queste attenzioni, però, non sono risultate affatto gradite alla 40enne che ha subito denunciato i fatti ai carabinieri. Ha raccontato loro di essere impaurita e infastidita dalle attenzioni dell’ex che l’avevano costretta a cambiare vita e abitudini. Così, dopo le indagini del caso, i carabinieri hanno arrestato l’uomo notificandogli il “peggioramento” della misura: dal divieto di avvicinamento, ora, il 44enne stabiese si trova agli arresti domiciliari.