Rovigo: getta il cane dall'auto in corsa, glielo riportano e lo fa sopprimere

Indagato per maltrattamenti ed uccisione di animale. Da chiarire anche la posizione del veterinario

Stanco del suo cane, un carlino, per liberarsene l'ha gettato dal finestrino dell'auto, mentre percorreva la Transpolesana nel Rodigino. Ma la cagnetta, pur ferita, era stata recuperata da una ragazza e alla fine, riconsegnata al proprietario. Ma lui, che aveva tentato di abbandonarla, non era certo felice. Così, con una crudeltà inaudita, ha portato il cane da un veterinario e l'ha fatto sopprimere. L'uomo ora è indagato per maltrattamenti e uccisione di animale e rischia da 4 mesi a due anni di reclusione. Da chiarire anche la posizione del veterinario che ha eseguito la puntura letale.

La brutale vicenda è accaduta un paio di settimane fa in provincia di Rovigo e si è conclusa con la denuncia a piede libero del polesano padrone della cagnolina. La tragica storia del carlino infatti è arrivata, in qualche modo, alle forze dell’ordine che hanno compiuto le indagini finendo col ricostruire quanto accaduto. Al vaglio degli inquirenti invece la posizione del veterinario, che dovrà dimostrare di esser stato all’oscuro di quanto accaduto al cane e quindi di non essersi prestato alla volontà del padrone senza cuore.

Commenti

onil

Sab, 07/03/2015 - 11:11

Questa notizia mi ha fatto star male. Mi è morto il mio cane tre giorni fa. L'ho sepolto con un biglietto su cui ho scritto: La tua anima aspetterà la mia non dirmi dove sarà io la troverò.

Raoul Pontalti

Sab, 07/03/2015 - 12:17

Storia di padania in carattere di manifestazione del profondo sostrato culturale e civile degli indigeni, quegli stessi che poi accusano gli allogeni di non avere educazione.

stefanoanc64

Sab, 07/03/2015 - 14:16

Pontalti, ti ha mai invitato nessuno ad andare a evacuare?

giovaneitalia

Sab, 07/03/2015 - 16:13

Ma é possibile che una Legge seria in Italia non esiste? E´ possibile che ogni giorno bisogna assistere impotenti a queste soppressioni di poveri animali? Insomma, questa persona prima ha voluto quel cane, forse pagando per averlo e forse per fare un regalo a suo figlio/a. Ora il cane era diventato sicuramente ingombrante e allora ecco la mente criminale dell´uomo, disfarsene a lo modo. Spero che la crudeltà usata contro quell´essere indifeso Gesù Cristo lo fulmini e gli faccia fare la stessa fine. Mi vergogno per lui. Povera Italia.