Ruba in chiesa, prete detective lo fa arrestare

Il parroco di San Piero a Grado (Pisa) si accorge del ladro attraverso un monitor a circuito chiuso. Dopo aver chiamato la polizia lo insegue

La basilica di San Piero a Grado (Pisa)

Il parroco di San Piero a Grado (Pisa) rientra a casa intorno all'ora di pranzo e si accorge che in chiesa, una bellissima basilica che risale al X secolo, c'è qualcosa che non va. Come racconta Il Tirreno il prete, attraverso un monitor collegato alle telecamere di sicurezza, vede un ladro che sta armeggiando per rubare le offerte dalle apposite cassette. Don Antonio Pyznar chiama la polizia. Poi entra in chiesa per tenere d'occhio il malvivente, che rapidamente si dà alla fuga incamminandosi verso la vicina fermata dell'autobus.

Gli agenti arrivano poco dopo e fermano l'uomo. Si chiama Rinaldo Mannarino, ha 50 anni e diversi precedenti per reati contro il patrimonio. Pochi mesi fa, a giugno, era stato arrestato a Loreto (Ancona), sempre per lo stesso motivo: rubava in chiesa. Dopo la perquisizione di rito viene trovato in possesso di alcune cose che lo inchiodano: un portamonete con diversi pezzi di nastro biadesivo, un metro flessibile modificato, due pezzi di filo legati a una scheda quadrata con biadesivo attaccato. Tutto materiale utilizzato per il suo "lavoro". Gli trovano anche 70,44 euro in banconote e monete. Colto in flagranza di reato l'uomo viene arrestato. Inutile ribadire che sarebbe utile che restasse un po' in galera anziché uscire (quasi) subito.

Al parroco-detective, la cui prontezza e iniziativa è stata fondamentale, viene restituito il maltolto.