Rubano le offerte in chiesa: fermati due minorenni

Blitz dei poliziotti in una chiesa a Secondigliano di Napoli, fermati un 16enne e un 17enne. La refurtiva restituita al parroco

Scoperti a rubare le offerte in chiesa, finiscono in manette due ladri minorenni a Secondigliano di Napoli.

In azione gli agenti della Polizia di Stato che sono intervenuti, nella notte tra lunedìe martedì, a seguito di una chiamata d’aiuto arrivata alla sala operativa.

I poliziotti, giunti in prossimità della chiesa, hanno notato che le porte d’ingresso avevano subito un tentativo di effrazione. Dall’interno del tempio arrivavano voci sospette e rumori metallici. Dopo qualche minuto, “circondato” l’edificio per tagliare ogni eventuale via di fuga agli intrusi, gli agenti hanno scoperto che una finestra era stata forzata e che da lì i ladri si erano introdotti nell’edificio sacro.

Guadagnato l’ingresso alla chiesa, i poliziotti hanno sorpreso i due baby ladri e li hanno fermati. Sul pavimento della navata centrale c’era un sacchetto pieno di monete che, per gli agenti, erano state indebitamente sottratte alle cassette per le offerte ai santi.

Per i due giovanissimi, fermati con l’accusa di furto aggravato in concorso tra loro, è scattato il trasferimento presso un centro di prima accoglienza per minorenni. Dalle analisi delle chat scoperte sul cellulare di uno dei due, è emerso che quel colpo sarebbe stato pianificato. La refurtiva, invece, è stata restituita al parroco.