Ruby, i pm non credonoalla superteste Battilana

La ragazza, ex miss Piemonte, sostiene di aver assistito a scene licenziose nella villa di Arcore. Ma per i pm non è credibile

E adesso la situazione per Ambra Battilana, superteste del caso Ruby, si fa davvero un po' imbarazzante. Perché questa mattina i pubblici ministeri Piero Forno e Antonio Sangermano hanno depositato agli atti del processo per favoreggiamento della prostituzione a carico di Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti un documento che non sembra destinato a rafforzare la credibilità della giovane, ex miss Piemonte, che sostiene di essersi allontanata inorridita dalla villa di Berlusconi ad Arcore a causa delle scene licenziose cui le era toccato assistere.

La Procura ha formalizzato il deposito della denuncia-querela presentata da Ambra nel dicembre 2010 a carico di un anziano imprenditore piemontese con cui aveva avuto una love story. La ragazza nella denuncia sostiene di avere avuto ripetuti rapporti sessuali a pagamento, quando era ancora minorenne, con il maturo imprenditore e lo denuncia in quanto lo avrebbe plagiata. Ma la Procura della Repubblica di Alba, cui la denuncia è stata trasmessa per competenza, ha chiesto la archiviazione della denuncia per " insostenibilità dell'accusa" e per il fatto che Ambra non si è mI messa in contatto con i pm e non si è mai resa disponibile per l'interrogatorio. Sangermano ha depositato anche gli atti provenienti dalla Procura di Alba che confermerebbero i rapporti a pagamento di Alba con l'imprenditore. La Procura insomma sembra fare proprie le riserve sulla credibilità della ragazza avanzate nella scorsa udienza dai legali degli imputati.

Il professor Gaetano Pecorella, difensore di Emilio Fede, ha subito preso la parola ricordando ai giudici che in aula, in questo processo, Ambra aveva detto cose diverse, negando di avere mai ricevuto soldi in cambio di prestazioni sessuali, e ha chiesto di riconvocare la ragazza per interrogarla nuovamente. I giudici si sono riservati la decisione.

L'udienza è proseguita con l'interrogatorio - già iniziato la settimana scorsa - della signorina Imane Fadil, anche lei ospite delle feste di Arcore. I suoi legali hanno interrogato Imam sui suoi rapporti in particolare con Emilio Fede.

"Non ho mai ricevuto richieste esplicite di prestazioni sessuali ma lo capii dal comportamento del direttore. Durante un viaggio in auto mi mise la mano sul ginocchio e cercò di proseguire verso l'interno coscia. Io gli tolsi la mano e gli feci capire che non poteva andare avanti". Imam ha spiegato che dopo questi dinieghi Fede iniziò a boicottarla rinviando la firma del suo contratto con Mediaset.

Interrogata dal pubblico ministero, Imane Fadil ha raccontato che un certo "Gigi" le riferì che Michelle Conceicao, un'amica di Ruby, aveva sottratto alla ragazza marocchina delle fotografie che ritraevano Silvio Berlusconi con il capo posato sulla pancia della stessa Ruby. La sottrazione di quelle fotografie, secondo Imane, fu la causa del furibondo litigio tra Ruby e la Conceicao. Imane Fadil ha anche ribadito di essere stata avvicinata da un siriano che cercava di convincerla a tornare ad Arcore dove Berlusconi voleva vederla per convincerla a non parlare con i giudici.

Ultima testimonianza della giornata quella di Chiara Danese, amica di Ambra Battilana, anche lei invitata da Emilio Fede a trascorrere una serata a casa di Berlusconi ad Arcore il 23 agosto 2010. "Avevo conosciuto Fede a un casting per meteorine, ci scelse subito tutte e due, disse che ci avrebbe dato cinquemila euro a testa alla settimana, io stavo svenendo". Anche Chiara, come Ambra, sostiene che durante una cena al ristorante Bulgari le sarebbe stato chiesto da Emilio Fede di alzarsi per guardarle il sedere."Ci rimasi male ma Ambra mi disse: non dire nulla altrimenti non ci fa lavorare".

Ad Arcore, Chiara sostiene di essere accolta da una signora "non alta, con il seno prosperoso di nome Maria Rosaria"' che dovrebbe essere la deputata del Pdl Maria Rosaria Rossi. "Fede ci presentò a Berlusconi e gli disse: tu mangia nel tuo piatto che io mangio nel mio, voleva dire che io ero destinata a Emilio Fede e Ambra a Silvio Berlusconi" (e qui le difese si oppongono"sta riferendo una sua deduzione").

"Durante la cena Berlusconi raccontava delle barzellette un po' sconce o cantava guardando sempre me ed Ambra. Fede ogni tanto ci toccava le gambe. Le ragazze cantavano "meno male che Silvio c'è". Dopo l'ultima barzelletta tirò fuori una statuetta con un pene enorme, le ragazze si mettevano in bocca la statuetta. Ridevano, sembrava un gioco che facevano spesso". Poi, secondo Chiara, Berlusconi fece vedere la casa a lei ed Ambra: "Salendo le scale ci toccava il sedere", ha detto.

Nella discoteca della villa c'erano ragazze che ballavano e si spogliavano. "Lo spettacolo finale fu quella della signorina Minetti che si tolse il vestito e rimase nuda". Chiede il pm: c'erano interazioni tattili tra le ragazze e gli uomini presenti? "Sì, gli uomini erano in piedi, le ragazze si avvicinavano a loro e si toccavano nelle parti intime". Anche la signora Minetti ebbe interazioni? "Sì, lui le toccò il seno". Chiara sostiene che le altre ragazze cercavano di coinvolgerle, tirandole per il vestito. "Ci toccavano dappertutto, lì era tutto un po' strano, si toccavano anche tra di loro. Berlusconi gli diceva: dai, fatele divertire".

Ma Chiara sostiene di avere rifiutato gli inviti."Dopo l'ultimo spogliarello della Minetti io ero imbarazzata, non avevo mai visto una donna nuda. Ambra disse a Emilio Fede che volevamo uscire. E lui ci disse: in tal caso scordatevi miss Italia, scordatevi le meteorine. Anche Berlusconi era seccato. Invece in auto Fede cambiò completamente, diceva: siete state brave, avete superato la prova, le altre sono tutte puttane e anche Berlusconi lo ha apprezzato".

Quella stessa notte, però, dal cellulare di Chiara partirono dei messaggi di ringraziamento a Emilio Fede per la "bellissima serata". Ma la ragazza sostiene che ad inviarli fu l'amico che quella notte le riportò a casa, e che si era fatto prestare da lei il telefonino.

"Io avevo il sogno di lavorare nello spettacolo - ha aggiunto Chiara Danese rispondendo alle domande del suo difensore - invece mi hanno rovinato la vita, perché adesso pensano che io sia disposta a fare qualunque cosa, mentre non è così". "Facevo anche la ragazza immagine per degli eventi di beneficenza, dopo questi fatti mi hanno chiamato dicendo che non ero più idonea. Adesso per vivere faccio l'educatrice infantile"'.

Commenti

jacksony

Ven, 22/06/2012 - 11:40

Ma come ? La magistratura non era tutta consociata con le famigerate "toghe rosse" ? Questi cosa sono ? Volete dire che amministrano la giustizia correttamente ?

Raoul Pontalti

Ven, 22/06/2012 - 11:38

Ma a queste cene eleganti di Arcore una signora o signorina (col buso da siora ben s'intende) che non fosse allieva Di Messalina, Poppea, Veronica Franco, Emma Hamilton, e compagnia ancheggiante non veniva invitata vero?

Ritratto di Dulcamara

Dulcamara

Ven, 22/06/2012 - 11:32

Mi chiedo: ma di testi normali, non ce ne sono più? Qualsiasi soggetto che spernacchi quattro asinate, diventa automaticamente SUPERteste senza fare la gavetta, senza passare dal grado di Teste semplice. Viene registrato super anche nei verbali degli inquirenti e quindi la sua testimonianza vale di più ? O é soltanto una abitudine un tantino ridicola dei giornalisti?

ARNJ

Ven, 22/06/2012 - 11:45

......bsata per favore con queste sozzerie.......!!!!!!....basta processi fondati sul nulla.......basta signori giudici........per favore.....interessatevi di cose più importanti.......lasciate perdere queste stupidaggini create ad arte.......!!!!!!.... non sprecate inutilmente il vostro tempo..........siamo stufi di mantenervi a fare un caz.. !!!!!......

francesca46

Ven, 22/06/2012 - 11:51

va e che siamo in un casino....una volta le ******e facevano il propio mestiere ....e basta....capito

voce.nel.deserto

Ven, 22/06/2012 - 12:07

Un uomo che ha alte responsabilità pubbliche non fa entrare nessuno in casa sua che non sia di onorabilità comprovata.Non si può mettere in crisi un grande progetto politico e/ o d'impresa ed offrire il fianco al pettegolezo ed alla maldicenza altrui.

pescecane

Ven, 22/06/2012 - 12:13

1 jacksony - No, non amministrano correttamente la giustizia. Che la testimonianza della signorina fosse falsa non lo dovevano scoprire gli avvocati difensori, ma i PM che, se non lo sapesse, non sono soltanto avvocati dell'accusa ma devono tenere conto anche delle prove a discarico. Almeno questo è quanto dicono le leggi, anche se non avviene mai. Le ricordo anche che i PM si sono opposti strenuamente alle domande dell'avv. Pecorella e molti lettori di questo giornale, incuranti del fatto che le domande hard ai testi venivano fatte dai PM stessi e dalla Presidente, si sono strappate le vesti e hanno mandato indignatissimi post. Che non amministrino correttamente la giustizia è il processo in se medesimo, che non si doveva tenere per assoluta mancanza di fattispecie di reato e soprattutto di prove.

Totonno58

Ven, 22/06/2012 - 12:45

Beh, per correttezza a questo articolo bisognerebbe affiancare quello che stamattina dice un'altra illustre amica del nostro bunga bunga hero...caro pescecane, è inutile parlare di mancanza di prove quando le signorine che stavano attorno a quel tizio continuano a vuotare il sacco, il problema non sono certo i giudici!!:)

bruna.amorosi

Ven, 22/06/2012 - 12:58

x Jacksony eccola quà la verità i magistrati NON dovrebbero far trasparire la loro fede politica altrimenti ci si ritrova ad essere deleggittimati ed anche besfeggiati.ma siccome sono sempre loro che attirano i giornalisti come miele le mosche mi sembra giusto che quando (e lo fanno spesso)prendono cantonate siano derisi IN fondo sono pagati da noi o ...no? CHE poi quella ragazza mentisse bastava che si informassero prima e niente succedeva perchè niente cè.

Ritratto di Stefano251

Stefano251

Ven, 22/06/2012 - 13:00

Mi chiedo: il reato di favoreggiamento della prostituzione non dovrebbe essere quello di chi paga una prostituta (oltre a quello di chi la sfrutta, intascandosene il denaro, ma non è questo il caso...)? Chiunque vada con una prostituta commette questo reato. Chi è una prostituta? Una che fa sesso a pagamento. Dunque è facile: si deve dimostrare che c'è stato sesso e c'è stato il pagamento di un corrispettivo. E le parole rimangano tali. Si cerchino prove, invece... ma non è possibile. Va bene, allora smettiamola con questi processi-farsa. Si è fatto un gran rumore quando, giustamente, si facevano multe sui viali ai clienti di tante "signorine" ed avete mai visto, oltre alla multa, arrivare anche un sacrosanto avviso di garanzia per sfruttamento della prostituzione? E la privacy... e non si può neanche fare la foto al cliente che carica la prostituta... e qui... e là... Le prove, quelle serie, altro che il chiacchiericcio, sennò torneremmo all'Inquisizione...

lucioottavio

Ven, 22/06/2012 - 13:12

La signorina Ambra (mai nome fu più azzeccato), per sua stessa ammissione, faceva sesso a pagamento in età minorile senza per questo sentirsi offesa. Invece con Fede che tentava un affondo in macchina, sapendo che con il direttore di un telegionale Mediaset poteva guadagnarci molto più di una semplice sporadica prestazione sessuale, si è subito risentita bloccando la mano galeotta. Conclusione: Ambra, và a ciapà i ratt !!!

elpilagro

Ven, 22/06/2012 - 13:24

secondo voi una di 20 anni che si fa scopare da uno di 60 lo fa per amore?? Basta rispondete solo a questa domanina semplice semplice! La morale è che le signorine di quella eta' che vanno con i nonni sanno benissimo quello che stanno facendo.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 22/06/2012 - 13:46

Tutto comincio con la Merlin ! Con le case chiusetutto questo schifo non sarebbe avvenuto. Ma la mente perversa dei rossi,paragonano Il berlusca con Battiato personaggio di Spartacus ;, certo che a quelle orgette ad Arcore avrei voluto anche io partecipare.Che fantasia , poi giocano a fare i bigotti , ma partecipano al gaypride.

Malu_1

Ven, 22/06/2012 - 13:56

comunque a queste cene eleganti.... le non prostitute non venivano invitate? Boh! sembra che solo le "zoccole" fossero li a cena.....

jacksony

Ven, 22/06/2012 - 14:00

#12 elpilagro #11lucioottavio - il problema non è la 20enne licenziosa ma il signore di 60 anni (fors'anche 70-80enne ?) che per farsi la 20enne, quando non addirittura una 16enne (cioè MINORENNE) è disposto a comprarle una casa all'Olgettina, a farla recitare nelle sue televisioni (evviva la meritocrazia) , oppure, cosa ben peggiore, a metterla come Ministro, come Parlamentare della repubblica o come consigliere regionale (a mie-nostre spese). Oppure quando nottetempo telefona alle Questure italiane chiedendo in forza del Suo ruolo la scarcerazione della suddetta sedicenne rea di violazioni varie della legge ! Che abbia fatto questo l' arzillo 70enne poichè ricattabile ? difficile a dirsi. Più difficle ingoiare il rospo sapendo che il suddetto arzillo è il Capo del Governo che sta trascinando il Paese, che è anche mio, nel baratro della crisi. Poi arrivano le purghe Montiane e dopo tanti bagordi (solo per Lui e accoliti) è tempo di quaresima stretta (solo x noi) !

jacksony

Ven, 22/06/2012 - 14:13

#13marforio -#12 elpilagro #11lucioottavio il problema non sono le signorine 20enni, quando non addirittura sedicenni cioè MINORENNI (e allora d'ufficio è punito per legge), il problema è il vecchio di 70-80anni che compra la casa all'Olgettina, le fa recitare nelle Televisioni (non solo sue ma anche RAI) con carriere strabilianti ( W la Meritocrazia) quando addirittura le fa diventare Ministro, parlamentare della repubblica, consigliere regionale (cioè pagate anche da me), quando nottetempo telefona nelle Questure italiane per farle scarcerare poichè arrestate in flagranza di reato. Che il vecchio 80enne fosse ricattato ? Difficile saperlo.. grave se si considera che è stato il Capo del Governo che ha portato il Pese sul lastrico menter lui si faceva spupazzare. Dopo i Bagordi Berlusconiani (solo suoi e dei suoi accoliti) adesso la QUaresima (solo x noi) Montiana. E questo non mi va bene !

precisino54

Ven, 22/06/2012 - 14:17

X #7 pescecane, il termine da te usato “avvocato dell’accusa” è di uso anglosassone, il nostro pm è rappresentante dell’accusa, titolare dell’azione penale e dominus delle indagini. Ho riportato infinite volte il dettato dell’art. 358 del cpp (codice di procedura penale) ed ancora mi ripeto; il predetto articolo ke va sotto la enunciazione di: attività del pubblico ministero recita: “Il pm compie .... e svolge altresì accertamenti su fatti e circostanze a favore della persona sottoposta alle indagini”. Gli ignoranti delle questioni tecnico legali possono non conoscere la norma, ma il pm deve conoscerla ed applicarla! Se quindi in udienza la testimonianza, cardine o meno, risulta manifestamente sballata ed illogica, sarebbe buona creanza da parte del procuratore capo del ufficio procedere all’immediata incriminazione del pm x evidente violazione di legge, qualcosa come l’incriminazione del testimone x testimonianza mendace, se vogliamo considerare la legge uguale x tutti!

jacopo82

Ven, 22/06/2012 - 14:10

Ovvero, non le credono ma in un altro procedimento slegato dai festini di B. E quindi? Che bella la disinformazione :)

ANGETIRE

Ven, 22/06/2012 - 14:21

Tutte queste signorine.......così pudiche così ingenue così "vergini"(forse nelle orecchie).Basta ipocrisie la maggior parte di loro,stiamo abbondanti,già dai 15/16 anni sapevano già dove metterlo senza imbarazzo,le più scaltre lo nascondevano in bocca.Bye Angelo.

giottin

Ven, 22/06/2012 - 14:22

#11 lucioottavio. Condivido ed aggiungo: per fortuna i pm non le credono, almeno quello, ci mancherebbe. Oltre che và a ciapà i ratt aggiungo anche, va da via i ciapp, che oltretutto è quello che sai fare meglio!!! Codialità.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Ven, 22/06/2012 - 14:16

#16 jacksony L'imprenditore compra casa? Problemi dell'imprenditore. Regala loro dei soldi? Problemi dell'imprenditore. Le fa lavorare nella sua televisione? Problemi dell'imprenditore. Invece per le varie accuse che lei rivolge di fatti di rilievo penale, ci dica quali son le prove. Se lei si basa unicamente su intercettazioni e su testimonianze che si sgretolano alla prima verifica documentale, allora taccia. Ormai è chiaro perfino ai trinariciuti che l'unico interesse dei PM è rivolto al gossip per cercare di screditare una certa parte politica. E i cogl***ni come lei che si vìbevono tutto come oro colato. Ci provarono anche con Malcom X se non sbaglio.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Ven, 22/06/2012 - 14:27

#2 Raoul Pontalti Dalla sua curiosità pelosa sulle qualità da "signora" invitate alle cene deduci che lei è rimasto democristiano (o meglio cu*o bianco come si diceva una volta) nell'animo.

druso

Ven, 22/06/2012 - 15:34

#6 voce nel deserto (13345) - Lei scrive:" Un uomo che ha alte responsabilita' non fa (meglio dovrebbe) entrare nessuno in casa sua che non sia di onorabilita' comprovata. Non si puo' mettere in crisi un grande progetto politico e/o d'impresa ed offrire il fianco al pettegolezzo ed alla maldicenza altrui" (con le conseguenze che tutti conoscono). Lei ha perfettamente ragione e non capisco come Berlusconi, da me ampiamente votato, non l'avesse e/o non l'abbia capito. Probabilmente, come citato in un film di cui non ricordo il titolo, i confini tra intelligenza ed il suo opposto sono veramente sottili. Buon pomeriggio a tutti i lettori.

gibuizza

Ven, 22/06/2012 - 16:27

Su Corriere.it TITOLO : «Foto osé di Ruby e Berlusconi insieme». Nell'articolo si precisa che questa affermazione l'ha fatta una modella perché l'aveva saputo da una amica che l'aveva saputo dal fidanzato. Cosa può far dire l'informazione deviata!! Bravo Corriere, un'altra perla di menzogne e falsità.

gibuizza

Ven, 22/06/2012 - 16:28

Aggiungo al precedente: ovviamente non è possibile commentare quell'articolo del Corriere.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Ven, 22/06/2012 - 19:06

avevo fatto il mio commento, forse troppo giusto? E' che siamo giunti al punto. Con la storia del " politically cprrect" non puoi più definire cieco il non vedente( o diversamente vedente?).-Ritorno: ove quelle foto esistano il reato sarebbe stato commesso dal fotografo che vorrà dirci chi gliele aveva commissionate! Ma , pare, che nemmeno ci sono, e comunque resta sempre da pen"z"are che chicchessia di noialtri potrebbe trovarsi in quella scomoda situazione!

resegone

Ven, 22/06/2012 - 19:26

Ma mi potete spiegare come mai le notizie che date voi sul caso Ruby non coincidono mai con quelle che danno tutti gli altri organi di informazione. O gli altri non capiscono nulla di quello che viene fuori dalle udienze oppure........

giovanni PERINCIOLO

Ven, 22/06/2012 - 19:38

......Adesso per vivere faccio l'educatrice infantile"'. Ai miei tempi le chiamavano "navi scuola".....

Raoul Pontalti

Ven, 22/06/2012 - 20:05

Illuminato poco e male da 999 lampade rotte ascoltami bene: io sono tuttora Princeps Goliardiae, Clericus Extravagans con esperienza di processi alle matricole anche femmine che neanche Ilda La Rossa può immaginare, sono stato scambiato per comunista, islamico etc pur essendo io cattolico e fascista, ma solo Tu, fatto di metilico e di trielina, sei riuscito a scambiarmi per democristiano. Le signorine col buso da siora esercenti il mestiere più antico spacciate per docenti di psicologia le portavamo a certe feriae matricularum e a qualche processus goliardicus per convincere le matricole femmine più ritrose a sottoporsi a certi procedimenti...Ma non ci siamo mai sognati di portare le medesime a cene con professori né divenuti più grandicelli di invitarle a cene non dico eleganti ma nemmeno normali, lasciandole invece al loro posto: sui viali e nei bordelli. Ma oggi i miliardari vogliono imitare il sottoproletariato e invitano a cena buchi rotti anche dai cani. De gustibus...

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Sab, 23/06/2012 - 13:44

Caro sig. Pontalti, dalla sua reazione scomposta risulta chiaro che ci ho preso in pieno: lei è un democrsitiano (o **** bianco che si voglia dire) fin nel midollo. Ma non sia crucciato: questo non è un insulto, è solo una constatazione. Sono sicuro che lei si astiene virtuosamente dalle immonde pratiche del sesso: bravo, ne sarà ripagato nei cieli.

precisino54

Sab, 23/06/2012 - 16:09

Ieri e stamane avevo inviato. 4° tentativo- X #14 Malu_1 - nn mi pare sia stato dato numero ed età dei partecipanti alle cene. Sarebbe da valutare correttamente il ruolo dei medesimi, senza prendere x oro colato quanto pubblicato. Nn è corretto giudicare tutte le donne intorno a B tro.e o disponibili. Prima di crocifiggere e di fare affermazioni, vogliamo aspettare x capire senza farci fuorviare? Sarà banale dirlo, ma: L’abito nn fa il monaco, e il contenuto nn si giudica dal contenitore. Ricordo nke ke il premier da cittadino italiano aveva DIRITTO AD UNA SUA PRIVACY in cui fare nke il licenzioso; quante volte nelle feste si eccede con le “penitenze”? Il limite tra il lecito e l’illecito è labile e il discrimine sta tutto nel preconcetto di ki giudica, e di ki racconta. I presunti reati sono tutti da dimostrare e se le testi dell’accusa sono qste, meglio lasciar perdere. X #27 resegone, dopo il clamore suscitato sulla qstione x far dimettere B vuoi ke dicano nke del flop dei pm?