Russia, si risveglia all’obitorio ma poco dopo muore per ipotermia

Creduta morta per un malore, una 62enne viene portata all’obitorio dove, però, si risveglia. Condotta d’urgenza in ospedale, la donna ha un infarto che la uccide

Una vicenda ai limiti dell’assurdo, conclusasi drammaticamente con la morte di una donna di 62 anni, si è verificata nella piccola cittadina russa di Vasilyevka. Una signora, infatti, è stata dichiarata deceduta dalla polizia ma, giunta all’obitorio, si è risvegliata per morire, questa volta per davvero, poco dopo a causa del freddo della cella frigorifera.

Secondo quanto riportato da Ibtimes, la donna aveva partecipato ad una festa e aveva ecceduto nel bere, tanto che si è sentita male. In pochi istanti, la 62enne è crollata a terra priva di sensi. I familiari presenti al party hanno immediatamente chiamato la polizia che, giunta sul posto, non avrebbe seguito il normale protocollo e, senza allertare i soccorsi, ha certificato la morte della 62enne.

"L'ufficiale di polizia non ha richiesto un'ambulanza, come previsto dal regolamento, ne ha solo certificato il decesso, ha chiamato il necroforo e ha mandato il corpo all'obitorio senza documenti di accompagnamento", ha dichiarato un funzionario della sanità secondo quanto riferito dal New Zealand Herald.

Sul posto è arrivato un carro funebre per portare la salma all'obitorio. Qui, però, è accaduto l'evento inaspettato e, a dir poco, inquietante. Quando un funzionario della camera mortuaria ha provato a legare un cartellino su un piede della donna, il cadavere si è mosso ed ha aperto gli occhi.

Era tornata in vita” ha, poi, raccontato stupito l’uomo che, dopo il comprensibile choc iniziale, ha subito chiamato i medici.

Portata d’urgenza all'ospedale di Belogorsk, la donna dopo qualche ora ha avuto un attacco cardiaco ma questa volta, nonostante gli sforzi dei paramedici, è deceduta realmente per ipotermia. La sfortunata signora, infatti, aveva passato troppo tempo al freddo nell’obitorio.

Il dirigente ospedaliero Mikhail Danilov ha dichiarato che se l’anziana fosse stata presa in cura fin dall'inizio e portata nel nosocomio invece che in obitorio ora, probabilmente, sarebbe ancora viva.

La polizia ha aperto un’indagine sull’assurda morte della 62enne. Un funzionario sanitario ha detto che il poliziotto arrivato sul luogo della festa ha infranto tutte le regole non chiamando un’ambulanza e certificando in maniera autonoma il decesso. “L’ufficiale di polizia non ha richiesto i soccorsi, come è previsto in questi casi. Non basta l’esperienza investigativa”.