Salento, dottoressa della guardia medica aggredita

Ha subito un tentativo di violenza sessuale a Taviano in provincia di Lecce

È stata aggredita durante il turno di notte e ha subito un tentativo di violenza sessuale una dottoressa della Guardia Medica di Taviano, un piccolo Comune nel Sud del Salento.

Il medico si era recato nell'abitazione di un paziente che aveva chiesto telefonicamente una visita urgente. La donna avrebbe subito anzitutto un tentativo di violenza sessuale. È riuscita a scappare e soltanto dopo alcuni giorni ha denunciato l'accaduto.

"Ancora una volta siamo costretti a denunciare un atto di gravissima e squallida violenza subita da una collega mentre esercitava la sua professione “in prima linea” presso la sede di Continuità assistenziale" ha dichiarato il presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Lecce, Donato De Giorgi.

"Nonstante se ne parli da tanto, il problema della sicurezza per gli operatori sanitari nelle guardie mediche non è ancora risolto. L'episodio di Taviano riaccende il problema nell'ambito di una società in cui la questione della sicurezza è diventato fondamentale", ha dichiarato il vicepresidente regionale pugliese dello Snami (il sindacato nazionale autonomo dei medici italiani), Angelo Carucci.

De Giorgi, invece ha annunciato che l'ordine dei medici si costituirà in giudizio per difendere non solo l'ultima collega che ha subito un tentativo di violenza, "ma la dignità di tutti" i medici.