Salento, spacciavano in spiaggia: sono tutti immigrati i 17 pusher arrestati

Maxi blitz in Puglia: gli africani finiti in manette smerciavano la droga durante nella movida di Gallipoli e di tutto il Salento

Una vasta operazione antidroga della squadra mobile di Lecce – battezzata "Green Bay" – ha portato all’arresto di ben diciassette spacciatori: sono tutti cittadini africani immigrati.

Per lo più senegalesi, maliani e gambiani, sono ritenuti responsabili dello spaccio di cocaina, marijuana, hasish e altre droghe sintetiche nella movida di Gallipoli e di tutto il Salento.

Le indagini degli inquirenti erano scattate all’inizio del mese di agosto, quando le forze dell’ordine hanno messo nel mirino, servendosi anche di numerosi agenti in borghese, il losco traffico di sostanze stupefacenti in mano agli extracomunitari che, a turno, controllavano la zona dei loro illeciti affari.

E i malviventi, spesso e volentieri, spacciavano la droga direttamente anche sulle spiagge di Gallipoli, e anche in pieno giorno. La sera, invece, si spostavano in massa verso i noti locali notturni della località e del Salento, frequentatissimi dai giovani in villeggiatura.

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 05/09/2018 - 10:22

tanto troveranno un giudice che li fara liberare con la scusa che la povertà e la fame li spinge a fare quel che fanno! cio significa che dobbiamo assolutamente lasciarli venire in italia ed indurli a spacciare purche lo facciaqno per fame!

ciccio_ne

Mer, 05/09/2018 - 10:28

Il solito giornale fassista e rassista. Basta con questi luoghi comuni, ora spero che si faccia avanti un giudice komunista e li rimetta subito in libertà. Non se ne può più di tutte queste limitazioni della libertà ai clandestini ed irregolari

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Mer, 05/09/2018 - 10:36

leggo sempre guerra alla droga, come si combatte se gli spacciatori arrestati sono liberati il giorno dopo, ovvio tornano a spacciare e la storia si ripete

baronemanfredri...

Mer, 05/09/2018 - 10:58

DON GALANTINO, DON MONTENEGRO DON BRIGANTINI VESCOVO DI CAMPOBASSO, SALVINI ORA DEV'ESSERE BRUCIATO COME SAVONAROLA? RICORDATEVI CHE IL CROCIFISSO CHE VOI AVETE NEL PETTO E' NEMICO DEI VOSTRI AMICI IMAM.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 05/09/2018 - 11:04

Non li avevano ancora "itaglianizzati"?Che vergogna...

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Mer, 05/09/2018 - 11:15

Ma cosa avete da protestare? Devono ben guadagnare per pagarvi la pensione fanno quello che possono. POVERIIINIII.