Salerno, abusa della nipote minorenne e dell’amica: in carcere nonno orco

Le indagini delle forze dell’ordine erano partite qualche mese fa grazie alle confidenze di una vicina di casa dell’uomo, che aveva raccontato delle violenze ad un’assistente sociale del Comune di Roccapiemonte

Dovrà restare in carcere per dodici anni un anziano 70enne residente in provincia di Salerno, che ha abusato sessualmente della nipotina di 10 anni e della sua amica del cuore. Ieri la sentenza in Tribunale, che ha invece assolto la madre di una delle due bambine, in precedenza accusata di complicità nei confronti del nonno orco.

Le indagini delle forze dell’ordine erano partite qualche mese fa grazie alle confidenze di una vicina di casa dell’uomo, che aveva raccontato delle violenze ad un’assistente sociale del Comune di Roccapiemonte, nel Salernitano. Degli abusi fu avvisata la Procura, che avviò immediatamente l’inchiesta giudiziaria.

I carabinieri hanno poi scoperto che il 70enne abusava della nipote minorenne, costringendola a subire atti sessuali. L’uomo si mostrava nudo davanti a lei, per poi toccarla nelle parti intime. L’anziano ha già una condanna definitiva per violenza sessuale, commessa proprio nei riguardi della figlia, madre di una delle due minori.

Il pedofilo è stato tradotto in carcere anche per aver abusato di un’amica della nipote, che in un’occasione è stata molestata. I due episodi sono stati ricostruiti dai carabinieri con l’aiuto delle testimonianze di alcune maestre, che riferirono degli strani comportamenti delle due bambine. Un mese fa un caso simile si è verificato a Bergamo, dove un uomo di 82 anni ha abusato della nipote 16enne.