Salerno, infermiera aggredita da quattro donne per motivi passionali

La dipendente dell’ospedale “Umberto I” ha dovuto far ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso, prima di sporgere denuncia alle forze dell’ordine. Appena due giorni fa altri operatori sanitari erano stati aggrediti a Napoli, nel rione Traiano, da alcuni familiari di una paziente

Un’infermiera dell’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore, nel Salernitano, ieri sera aveva da poco terminato il turno di lavoro quando è stata aggredita, sia verbalmente sia fisicamente, da quattro donne. Un vero e proprio agguato per punire, a quanto pare, un presunto tradimento.

La vittima sembra intrattenesse un rapporto con il marito di una delle quattro donne. Motivi passionali, quindi, alla base dell’aggressione all’infermiera, che è stata attesa nelle vicinanze del badge marcatempo e malmenata in modo violento.

La dipendente dell’ospedale “Umberto I” ha dovuto far ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso, prima di sporgere denuncia alle forze dell’ordine. Appena due giorni fa altri infermieri erano stati aggrediti a Napoli, nel rione Traiano, da alcuni familiari di una donna soccorsa in codice giallo.

Per garantire la privacy della paziente, durante il controllo dei parametri vitali, l’autista aveva deciso di chiudere le porte dell’ambulanza. “In quel momento – hanno raccontato i responsabili dell’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’, che tutela gli operatori sanitari – un parente della donna, di fronte all’impossibilità di stare accanto alla malata, si è scagliato contro l'autista e l'infermiere, picchiandoli e ingiuriandoli”.