Salvate Milano e Genova dai barbari

Si può far decidere se organizzare o no le Olimpiadi invernali in Italia a un commesso di Decathlon? E fare ricostruire il ponte di Genova a un architetto che fino a ieri aveva costruito qualche appartamento e un cimitero? Sì, nel magico mondo grillino questo non solo è possibile, ma è pure accaduto. È stato infatti Simone Valente, oscuro sottosegretario perito elettronico che ha nel curriculum uno stage alla palestra Virgin e un impiego nella famosa catena di articoli sportivi, a sentenziare l'altra sera che il governo non avrebbe appoggiato la candidatura Torino-Milano-Cortina per i Giochi invernali 2026. Ed è tale Stefano Giavazzi, architetto nelle valli bergamasche, il candidato di Beppe Grillo in persona per progettare il nuovo ponte Morandi.

Io non ho nulla contro i commessi, tanto meno contro gli architetti sconosciuti. Ma se uno nella vita è commesso o professionista sconosciuto forse un motivo ci sarà. È come se nulla stupisse più, perché l'importante è essere giovani, meglio se pronunciato con due «g» come va di moda adesso. E in effetti che cosa c'è da stupirsi dopo che abbiamo meglio sarebbe dire hanno affidato le infrastrutture del Paese a Danilo Toninelli, modesto assicuratore della provincia di Cremona?

Personalmente sono contrario al valore legale del titolo di studio, non solo perché il mio è assai modesto, ma perché conosco tanti laureati ai quali non affiderei la portineria del palazzo dove abito. Ma, detto questo, sulla fattibilità delle Olimpiadi di Milano mi fido di più del parere del sindaco Giuseppe Sala che di quello del commesso Valente. E per costruire un ponte l'esperienza di Renzo Piano mi lascia più tranquillo rispetto a quella del cimiterista Giavazzi.

Ma forse sono all'antica, mi faccio suggestionare dal fatto che Sala parlo di uno di sinistra ha compiuto il miracolo di fare partire con successo un Expo che tutti davano per morto e che Piano lo chiamano da tutto il mondo per costruire i suoi capolavori. Per i grillini, invece, il criterio è quello dell'appartenenza alla setta. Se sei di sinistra (Sala e Piano) non devi toccare palla anche se hai dimostrato di essere bravo, e peggio mi sento se graviti nell'orbita berlusconiana, come sta capitando all'ottimo governatore della Liguria Giovanni Toti, al quale Di Maio si rifiuta di affidare la regia della ricostruzione, come sarebbe logico e ovvio.

Siamo nelle mani di nuovi barbari che non vogliono il bene del Paese, in questo caso di Milano e Genova, ma solo soddisfare la loro personale sete di rivincita sociale. Abbiamo sostituito una classe dirigente ingorda con una mediocre e non so se lo scambio è stato vantaggioso.

Commenti

timba

Mer, 19/09/2018 - 15:50

In Italia ci sono stati diversi casi dove il ministro della sanità non fosse medico, quello dell'istruzione non fosse un professore o ex insegnante e via discorrendo. Quindi potrebbe starci anche qui. Ma in questo caso, l'aggravante è che queste persone non solo non sono per niente esperte in un campo determinato;non sono esperte in niente!! Non hanno mai lavorato o al massimo hanno fatto qualche anno o qualche stage. E il buon Grillo che ha fatto la sua fortuna tuonando contro la casta corrotta ed incapace, è finito col fare lo stesso errore con l'aggravante di mettere in posti chiave dei perfetti nessuno, con nessuna esperienza, nessun titolo, niente. E, da cosa si evince, senza neanche il senso pratico della casalinga di Voghera. Niente! Dilettanti allo sbaraglio. Ed iniziano ad affiorare anche i furbetti, i "tengo famiglia".. tempo al tempo. Purtroppo il 30% che per decenni ha creduto e votato gli ipocriti sinistrati, ora ha solo cambiato partito con gli stessi risultati.

frank173

Mer, 19/09/2018 - 16:36

Certo che si può, anzi si deve. Non importa chi sono e cosa facevano, oggi sono al governo e quindi possono farlo. Tu, invece, a che titolo parli? Per dare aria ai denti?

Ritratto di adl

adl

Mer, 19/09/2018 - 17:25

Direttore sono d'accordo con lei, è come già visto altre volte, mi sovviene l'ultimo rivoluzionario di pretesa sinistra un tal Matteo il Tosco di Rignano, una sostituzione di classi dirigenti, secondo il criterio dell'appartenenza. Pessimo e devastante criterio, io però non sono convinto che i nomi altisonanti siano sempre garanzia di scelta giusta, ed in fatto di ponti non so davvero quanti ne abbia costruiti Piano e quanti Giavazzi. Direi che una gara è la soluzione giusta e vinca il migliore. Sui "miracoli" che consentono ai commessi ed ai venditori di bibite di occupare i vertici dell'amministrazione statale, facendosi beffa anche delle folgoranti carriere stile USA, non domandiamoci chi è stato così bravo da prepararne il terreno.

VittorioMar

Mer, 19/09/2018 - 17:32

..le passate esperienze non hanno lasciato risultati eclatanti,malgrado i notabili Esperti..sono rimaste le INCOMPIUTE...che ricordi solo BERTOLASO ha realizzato qualcosa e sappiamo cosa tutto gli hanno fatto !!..i ponti crollano..le citta' olimpiche ai criminali immigrati e....sono dei ROVINA MESTIERI..il sarto fa' le scarpe... il calzolaio costruisce scuole..l'idraulico il geologo....l'avv. il politico ecc. !!!

ohibò44

Mer, 19/09/2018 - 19:13

Mediocre? Caro Sallusti lei è in vena di complimenti. Il dramma è che così i sostenitori dell’elettorato da selezionare preventivamente trovano giustificazioni fondate

ilrompiballe

Mer, 19/09/2018 - 19:14

L'Italia è piena di venditori di stufe e di gente che le compra : è il bello della democrazia, caro Direttore. E democraticamente andremo a Remengo prov. di Zonzo. D'altra parte, non è che i predecessori, anche titolati, abbiano dimostrato alta qualità, altrimenti non saremmo in questa situazione.

Valvo Vittorio

Mer, 19/09/2018 - 19:38

Capisco e condivido il disgusto per ciò che s'è verificato dopo il crollo del ponte Morandi a Genova; terzo polo industriale dopo Torino e Milano. La Liguria, un lembo di terra attraversata da fiumi torrenti, autostrade, aeroporto costruito sul mare, palazzi intersecati da autostrade, due stazioni centrali ecc. Pertanto nessuna visione nazionale, cantiere navale, fortunatamente in seguito decentrato a Monfalcone! Per il meridione che cosa è stato fatto? La Cassa per il mezzogiorno, chiusa dopo alcuni decenni! Ora esistono al governo i nuovi barbari che affosseranno quel pochissimo di buone che è stato fatto! Povera Italia nelle mani di cattolici, democristiani e comunisti!

Adespota

Mer, 19/09/2018 - 19:44

Bene ! Vediamo un po' se qualcuno rimpiange qualche professionista affermato e nominato ministro nei governi Berlusconi ( su quelli sinistri dovrei scrivere per ore e sarebbe come sparare sulla crocerossa) : Alfano- avvocato ( giustizia), Scaiola - avv ( interni) Previti - avv. ( difesa) , Mastella - politico di professione ( lavoro), Moratti - manager ( istruzione) Gelmini - avv ( istruzione) - Dini - economista ( tesoro ) Lunardi- ingegnere libero prof (infrastrutture e trasporti) . Cosi' tanto per rinfrescare la memoria su chi abbiamo avuto in certi dicasteri.

sparviero51

Mer, 19/09/2018 - 19:49

ABBANDONARE AL PIÙ PRESTO E PER SEMPRE QUESTO MANICOMIO !!!!!!!

carlottacharlie

Mer, 19/09/2018 - 19:55

Vogliono l'età della pietra perchè non avendola vissuta, se non nei cartoni animati, credono sia stata bella Era. Forse il loro discendere da tali individui ancora non si è completato in civilizzazione. Da allora a noi si sono perpetuati senza guizzi intellettivi.

Germanico

Mer, 19/09/2018 - 20:02

È naturale che i 5* non vogliano Totti alla ricostruzione del ponte: lui la affiderebbe - magari turandosi il naso - a chi ha causato il disastro (Autostrade): lo ha dichiarato apertamente. Non mi piacciono i 5* (sono leghista) ma su questo punto hanno ragione: è ora che in Italia chi causa il danno ne paghi (finalmente!) le conseguenze: amministrative, civili e penali. È impensabile dare all'assassino il compito di sepellire la vittima: anche se sarebbe la soluzione piú comoda. Personalmente penso che la soluzione migliore (anche se certamente non la piú rapida) sia una regolare gara europea: il ponte verrebbe ricostruito a regola d'arte, in tempi certi, senza troppe intromissioni politiche, da un qualche gruppo estero.

Ggerardo

Mer, 19/09/2018 - 20:42

Giustissimo quello che dice Sallusti. Pero' dovrebbe fare anche lui mea culpa. Sono anni che il Giornale sostiene sistematicamente la Lega e Salvini nella demagogia della paura, dove l'unico problema dell'Italia sono gli stranieri. E Salvini ha reso possibile questo governo sciagurato. Non sarebbe mai troppo tardi per cambiare linea editoriale...

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 19/09/2018 - 20:44

Vede, Direttore, è classico dei sinistri abbassare il valore medio perché i loro ronzini possano emergere. Cominciano dalla scuola, laddove una mente brillante viene in qualche modo tenuta a bada (se non frustrata) perché altrimenti mette in difficoltà quelli che stentano, i quali, una spinta di qua una spinta di là, arrivano alla laurea e, naturalmente, a quel punto hanno "le carte in regola" per cominciare a far danni. Poi ci s'è messo anche Obama (yes, we can) seguito a ruota nientepopodimeno che da Veltroni il quale assurge addirittura alla guida del PD (!) da esperto nullafacente, anzi, no, esperto di film. Gli esempi ci sono stati, non è una novità grillina. Semmai ora siamo all'esagerazione, anzi, all'esasperazione. L'apoteosi della mediocrità.

Nazlymov

Mer, 19/09/2018 - 21:00

Io un ponte a Renzo Piano non lo farei mai progettare. Non perchè comunista (magari anche per quello) ma perchè architetto. Se lei avesse letto quale é il piano di studi di una facoltà di architettura ad un architetto farebbe disegnare l'aspetto esterno di una casa mica progettare un ponte: gli architetti non hanno una idea poco più che abbozzata di quelli che sono i calcoli strutturali. Il famoso "progetto" regalato da Piano altro non è che un bel disegnino, non sorretto da alcun calcolo. Io mi sono laureato in ingegneria tanti anni fa, quando gli studi universitari erano ancora una cosa seria; benchè abilitato all'esercizio della libera professione, ed avendo quindi per la legge facoltà di firmare qualsiasi progetto, essendo ingegnere industriale e non civile non mi sogno neanche lontanamente di progettare una modesta villetta, anche se ho partecipato alla progettazione di importanti impianti industriali.

Tommaso_ve

Mer, 19/09/2018 - 22:39

Sallusti ci rendiamo conto che sono pedine sacrificabili... teste d'uovo che servono a fare ciò che gli viene detto nient'altro. Al primo (clamoroso) errore verranno seppelliti con la loro mediocrità.

rokko

Mer, 19/09/2018 - 22:40

Adespota, mettere una persona competente come Dini in mezzo al caravanserraglio che ha citato è un'offesa alla ragione.

Tranvato

Gio, 20/09/2018 - 02:28

Una melma che rappresenta quasi un terzo dell' elettorato fluttua alla ricerca di una politica semplicemente assistenzialista e non capisce, perché non può, che l' uomo è fatto per alzarsi al mattino ed andare a lavorare, a produrre. Ora una certa parte di questi soggetti ha raggiunto, complici i troppi errori di chi li ha preceduti, le poltrone del potere; blaterano e laterano ma non concludono, perché non sanno come si fa. L'Italia è caduta, come si suole dire, dalla padella nella melma!

jenablindata

Gio, 20/09/2018 - 05:16

beh.... non sono tanto d'accordo. da sempre mi puzza alquanto,quando lo stato caccia fuori decine o centinaia di milioni di euro per manifestazioni sportive e similari: per come la vedo io, se mi ficca le mani in tasca deve utilizzare i miei soldi solo ed esclusivamente per i servizi che da uno stato ci si aspetta,cioè scuola,sicurezza,sanità,sociale ecc. tutte le cose NON necessarie... tipo olimpiadi normali,invernali,campionati mondiali, manifestazioni culturali e altre menate fregasoldi pubblici possono essere magari appoggiate,ma di sicuro, NON finanziate....specialmente,non con i miei soldi, visto e considerato che poi quei soldi non danno un ritorno e anzi,vanno costantemente sprecati e finiscono per un rivolo o per l'altro,in mille tasche private... che quasi sempre sono poi le stesse di coloro che strillano alti lai contro lo stato che non apre i cordoni della borsa. segue

jenablindata

Gio, 20/09/2018 - 05:45

secondariamente... nel merito del ponte: a differenza di molti altri, io ho dato una buona occhiata al progetto del tale Stefano Giavazzi, e nello stesso modo ho seguito anche l'idea di renzo piano. la mia impressione è che al netto del grande nome, l'oscuro giavazzi abbia prodotto un progetto migliore, sia come bellezza sia rapidità e anche come piacevolezza e fruibilità per la popolazione di genova,una volta finito. segue

jenablindata

Gio, 20/09/2018 - 05:46

prosegue intanto si tratta fondamentalmente di una struttura a traliccio in putrelle di metallo standard... cosa che semplifica enormemente la costruzione,come ben sa chiunque abbia costruito un prefabbricato in metallo. ma ci sono anche dei vantaggi nascosti, per esempio il fatto che essendo la tralicciatura a passo fisso in tutta la costruzione,i pezzi saranno uguali... quindi ci sarà un enorme accelerazione dei lavori,rispetto ad altre soluzioni. e non sarà necessario demolire i vecchi sostegni,che verranno verniciati ed incorporati nella struttura... (magari solo a memoria,non con funzione portante.) e ancora, una volta in opera il viadotto sarà una via di scorrimento per il traffico veicolare,ma contemporaneamente sarà anche una via verde per biciclette e pedoni, con una vista magnifica sia su se stessa che sulla città e sul mare. segue

jenablindata

Gio, 20/09/2018 - 05:47

e ancora, i pannelli fotovoltaici avranno funzione energetica si,ma anche quella di contenimento del rumore veicolare,che non è certo poco. e ancora, non è difficile ipotizzare degli ascensori nei sostegni... che portino dalla base fino alla cima sulla via verde, migliorando la viabilità pedonale e ciclistica della città, e contemporaneamente accedendo a svariati negozi,uffici e altro posizionati sotto il piano stradale ecc ecc ecc segue

jenablindata

Gio, 20/09/2018 - 05:47

...ultima cosa: con una costruzione a traliccio modulare come questa,diventa enormemente più facile la manutenzione: se una putrella si ammalora e va sostituita,si può farlo in opera.. senza nemmeno bloccare il traffico: basta che sia dimensionata bene la portata e infine, dove c'è calcestruzzo... c'è sempre qualche bastardo che cerca di rubare su ferro e cemento, come è appena successo a sperlonga: con le putrelle in acciaio standard diventa MOLTO piu difficile... perchè basta contare pezzi e controllare sezioni... non puoi scappare. già solo per questo,in italia sarebbe da scartare ogni idea di costruire ancora,in cemento. segue

jenablindata

Gio, 20/09/2018 - 05:51

termina- per tutti questi motivi, non sono d'accordo con il suo punto di vista. concordo con lei che sarebbe meglio avere personaggi più scafati,a fare queste scelte.... ma purtroppo in italia troppe volte i personaggi scafati lo sono nel senso sbagliato. quindi sono disposto a dare un pò di fiducia perfino ai cosidetti "barbari" che anche se non sempre, fino ad adesso si stanno muovendo abbastanza bene, dal mio punto di vista.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 20/09/2018 - 07:47

Abbiamo sostituito la politica, corrotta come da sempre e ovunque, con la politica amatoriale. Dopo fascismo, comunismo antifascista, mafia, cattolicesimo perdonista e pansindacalismo gli italiani hanno eletto le scuole serali. E' la democrazia e dovremo pagarla fino in fondo.

nebokid

Gio, 20/09/2018 - 08:18

Meglio uno sconosciuto capace che uno che si è fatto conoscere solo col merito di di conoscenze !

buri

Gio, 20/09/2018 - 08:19

tutti hanno le proprie disgrazie, noi i Italiani ne abbiamo una collettiva, ritratta di quel pagliaccio genovese di nome grillo e dei suoi seguaci tipo Di Maio che rompono i timpani con le loro idiozie e che non riusciamo a zittire definitivamente

Lucmar

Gio, 20/09/2018 - 08:23

Sallusti, la sa la strategia della conquista delle casematte che racconta sempre Berlusconi? Grazie alla quale, che vinca o che perda, tutta la vita del Paese è sempre in mano alla sinistra? Bé i Grillini stanno facendo benissimo, stanno rendendo la pariglia ai sinistri, che hanno fatto questo giochetto dall’ultima guerra in poi. Era ora!

INGVDI

Gio, 20/09/2018 - 08:40

Chi sa fa, chi non fa insegna. I grillini non sanno, non hanno fatto, ma vogliono insegnare e pure fare. D'accordo Sallusti, ma riguardo i nuovi barbari, ricordo che Salvini ci va a braccetto. Chi va col lupo .....

Kamen

Gio, 20/09/2018 - 09:57

Stabilito che i grillini non sono in possesso delle capacità tecniche per organizzare eventi come un Olimpiade,io ho notevoli perplessità su un individuo che ha fatto occupare Piazza del Duomo con palme,cammelli e extracomunitari.

Gibulca

Gio, 20/09/2018 - 10:11

E che dire del signor Di Maio - 30enne di Avellino che non ha mai lavorato in vita sua - che va in Cina a parlare di accordi commerciali tra aziende e paesi? Una roba abominevole. Curioso, poi, che lo Stato sparisca quando c'è da finanziare le Olimpiadi a Milano e poi ricompaia magicamente quando c'è da riscuotervi le tasse e gli utili. Un motivo in più per la Lombardia di staccarsi da questo stato borbonico, socialista e fallito

Ritratto di noside863

noside863

Gio, 20/09/2018 - 10:43

In Italia abbiamo perso il concetto del lavoro. Abbiamo subito per trent'anni una guerra contro la classe media. Basta girare per le zone artigianali venete, per vedere come in questi trent'anni hanno distrutto il nostro potere industriale. Il fatto grave è che ci siano italiani che abbiano votato i 5 stelle. Il partito dell'anarchia mentale di sinistra.

Paolo17

Gio, 20/09/2018 - 11:14

E in cosa consiste lo stupore? Che il M5S fosse una brigata di asini incattiviti e retrogradi che salvano l'apparenza con la cravattina di Di Maio, era risaputo da anni. Lo stupore è che un centrodestra ormai allo sbando, abbia consentito (si dice tramite l'avallo Berlusconi) una "prova" di Governo con questi estremisti, mandando avanti un ex-comunista e anti-liberista come Salvini, al fine di verificare se è possibile distruggere un paese ben di più di quanto non siano riusciti a fare i ladruncoli del PD.

tonipier

Gio, 20/09/2018 - 11:23

" LE SOLITE FREGNATE ITALIANE...PRENDERE TEMPO"..........

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 20/09/2018 - 11:57

Ricordatevi e ricordiamoci che i grillini (e preciso I RESPONSABILI DEL MOVIMENTO) sono tutti di estrazione PD o giù di lì. Semmai di trasversale c'è solo l'elettorato, allontanatosi per protesta dai partiti tradizionali e, anche se il perché è facilmente intuibile, ve lo spiego: parte degli elettori PD sono rimasti stomacati da Renzi per la sua politica miope ed il comportamento partigiano (la Leopolda docet); parte degli elettori di FI sono rimasti di stucco per le scelte illogiche di Berlusconi dal novembre 2011 in poi, quando appoggiò il governo Monti, Letta, Renzi...con tutto quel po' po' di disastri che ne sono derivati. Ora, forse, qualche elettore si ravvederà e tornerà a votare centrodestra solo ed esclusivamente per l'azione coerente di Salvini e Meloni. Per il resto, i sondaggi dicono tutto...

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Gio, 20/09/2018 - 11:59

@adespota. Ebbene, sì, questi incompetenti, ma soprattutto arroganti, mi stanno facendo rimpiangere alcuni (non tutti) dei Ministri che tu hai citato, che, almeno non hanno prodotto danni così gravi ai cittadini italiani.

mariolino50

Gio, 20/09/2018 - 12:00

Renzo piano è un archistar, ovvero progetta le linee estetiche, ma se il ponte poi stà in piedi i calcoli li fà fare a oscuri ingegneri strutturisti sepolti da qualche parte nei suoi studi sparsi in giro per il mondo, fà uno schizzo a mano, poi ci sono i peones. Con queste teorie va bene solo un governo di tecnici non eletti, allora che si vota a fare, se poi comandano i cosidetti "esperti", abbiamo già assaggiato la frusta di noti professori, il proverbio dice, il medico pietoso fà la piaga puzzolente, i tecnici non hanno pietà, per far tornare i conti basta un qualsiasi commercialista che taglia.

Ritratto di Cali85

Cali85

Gio, 20/09/2018 - 12:01

Mi scusi Direttore, ma , tutti coloro che Lei nomina che colpa hanno ? Mi sembra opportuno ricordare che , in quella posizione, sono stati messi dal 32% degli Italiani che ,boccaloni, hanno creduto che , per risolvere i problemi di un'Italia sull'orlo del fallimento , la ricetta economica migliore fosse ricevere uno stipendio stando a casa a non fare un ca...ppero! Non le sembra che , coloro , non siano ciò che questi Italiani si meritano ??

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 20/09/2018 - 12:51

Egregio Direttore... lei insiste con questa logica di elemosinare like da parte dei convinti leghisti dando addosso au grullati... ma si guarda bene di spendere due parole per sottolineare come i grullati siano dove sono grazie ad un tradimento o inciucio che dir si voglia...Questo alla lunga è un boomerang egregio direttore... Non si solidifica una società dando addosso ad uno dei soci, specialmente se è quello di maggioranza...

INGVDI

Gio, 20/09/2018 - 14:51

Anch'io, come Atomix49, ho sottolineato più volte la contraddizione negli editoriali del Direttore che si scaglia giustamente contro il fare e il non fare grillino, mentre approva e loda il comportamento di Salvini. E' la contraddizione anche di molti commenti che criticano il M5s e nello stesso tempo approvano il governo. Salvini è responsabile quanto Di Maio delle porcate di questa alleanza contro matura M5s-Lega. Bisogna dirlo questo! E' singolare inoltre che nessuno rilevi la contraddizione propria dei provvedimenti proposti, alcuni nella direzione della crescita, altri fatti per la decrescita (sempre infelice degli infelici e deleteri pentastellati).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 20/09/2018 - 16:09

@Atomico49 - Non si solidifica una società dando addosso a tutti, come fai tu. MA chi pensi di essere? Sembri una ciabatta rotta.

ginobernard

Gio, 20/09/2018 - 17:31

un medico al bilancio ? un chirurgo per il taglio della spesa ? siamo ormai in un paese in cui la competenza è un optional. Basta farsi un giro nelle aziende e rimanere perplessi ... tutti fanno tutto anche se non sanno fare una O con un bicchiere.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Gio, 20/09/2018 - 22:51

Sono ottimista, non possono fare peggio di quella ingorda!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di maior

maior

Ven, 21/09/2018 - 12:27

Jena blindata , ho seguito il suo ragionamento che calza perfettamente con la mediocrità del pensiero espresso. vede io lavoro con architetti anche famosi e la distinzione tra una cosa anche bella e una brutta esiste ancora altrimenti potrei suggerire io una soluzione visto che sono un tecnico, sarebbe veloce, ancor di più della proposta cimiteriale dell''Arch. da lei sostenuto, ma sarebbe un delirio per il genius loci della città. Il difetto di molti progettisti è proprio quello di progettare sbattendosene del luogo e della sua anima. cosa che non dovrebbe avvenire neanche per un cimitero. Siamo o non siamo in Italia? non abbiamo già anche troppe schifezze senza aggiungerne?

jenablindata

Ven, 21/09/2018 - 15:26

x maior beh... per lei il progetto di piano è più bello? è una questione di punti di vista: a me sembra una replica del vecchio ponte morandi,nel senso che si vorrebbe fare un'opera d'arte da sbattere in faccia al mondo e chissenefrega dei tempi,dei costi,delle difficoltà di costruzione e di manutenzione.... e come ho detto sorvolando sulla effettiva fruibilità dell'opera,per genova: dopotutto la prima caratteristica che deve avere una infrastruttura come un ponte, è quella di risolvere gli spostamenti al meglio per la gente che deve utilizzarlo (in primis i cittadini del luogo) e nella maniera più rapida e sicura possibile. segue

jenablindata

Ven, 21/09/2018 - 15:27

ora... per quello che ne so delle tecniche di costruzione, al momento non c'è niente di più rapido dell'acciaio,come tempistiche. e dal punto di vista dei carichi,un cm3 di acciaio da costruzione regge decine di volte di più del suo corrispettivo in calcestruzzo, a meno di non andare su mescole speciali che richiedono competenze non comuni e parecchi mesi di lavoro in più rispetto ai calcestruzzi comuni,allungando a non finire tempistiche che già sono impraticabili in questa situazione... (mescole con costi sensibilmente maggiori all'acciaio,tanto per NON dirlo....e su cui si aprono intere praterie ai bastardi che ho già citato sopra) quindi direi che il discorso non si pone, in questo caso... e il materiale di elezione per questo ponte sarà l'acciaio. segue

jenablindata

Ven, 21/09/2018 - 15:28

infine, sono d'accordo con lei... si può sempre migliorare,un progetto: quindi senz'altro ci saranno anche versioni più eleganti del progetto giavazzi, ma la sua idea di fondo è sensibilmente migliore di quella di piano. invece NON sono per niente d'accordo con lei,sul discorso mediocrità. anzi,la mia impressione è che sia lei,che non riesce a vedere spassionatamente pregi e difetti di entrambi i progetti.

jenablindata

Ven, 21/09/2018 - 16:05

mappork... ma possibile che ogni volta che scrivo qui, mi tagliate pezzi importanti di quello che scrivo? manca tutta la parte in cui spiegavo perchè secondo me, il progetto giavazzi era migliore di quello di piano, in cui parlavo della fruibilità da parte della popolazione, del verde, dei pannelli, della diminuzione del rumore, della vista sulla città e sul mare per i cittadini che frequenteranno la via verde sovrastante al piano del traffico veicolare ecc ecc se tagliate questa,tutto il ragionamento è sbilenco... e il signor maior non capirà di che cosa parlo.