San Marino, incidente al rally "Rose'n Bowl": morto un pilota

Alessandro Pepe, portacolori della scuderia San Marino, è morto durante la terza prova speciale a causa di un incidente. Illeso il navigatore

Drammatico incidente durante la diciassettesima edizione del "Rose'n Bowl", gara di Rally in corso nel week-end sulle strade di San Marino. Alessandro Pepe, portacolori della scuderia del Principato, è morto in seguito alle ferite riportate in un grave incidente durante la terza prova speciale della corsa. Illeso il suo navigatore, il sanmarinese Alberto Ronci.

Pepe, al volante di una A112 Abarth che gareggiava nella categoria riservata alle auto d'epoca, intorno alle 10 di stamattina è andato a schiantarsi contro il muro di recinzione di una casa in località "Le Tane". In base ai rilievi compiuti dal comando di polizia locale, l'auto ha preso un dosso a forte velocità e Pepe non è riuscito a evitare l'impatto.

Sul posto sono arrivati subito i mezzi di soccorso. Le condizioni di Pepe sono subito sembrate molto gravi, mentre il navigatore è uscito indenne dall'abitacolo. Pepe è stato trasportato d'urgenza all'Ospedale sanmarinese di Cailungo, ma a mezzogiorno il personale medico lo ha dichiarato clinicamente morto nonostante gli sforzi profusi per salvarlo.

Subito dopo l'incidente, che per fortuna non ha coinvolto nessuno spettatore, l'organizzazione ha deciso di sospendere la gara. La scuderia dello sfortunato pilota ha pubblicato un comunicato nel quale ha scritto che "i concorrenti e la scuderia San Marino, profondamente colpiti dal tragico evento, si uniscono alla famiglia in questo momento di dolore".

Non è la prima volta che il Principato di San Marino viene sconvolto da un incidente mortale di rally. L'11 ottobre 2016, durante il Rally Legend, un'auto era uscita di strada e aveva investito alcuni spettatori, uccidendone uno sul colpo. Allora ci furono infinite discussioni sulla sicurezza: discussioni che, dopo l'incidente di oggi, certamente riprenderanno.

Commenti

Blueray

Dom, 18/06/2017 - 23:33

Sarebbe ora di farla finita di far correre in gare di velocità su strada questi trabiccoli di 40 anni fa. Erano e sono rimasti estremamente pericolosi

cunegonda

Lun, 19/06/2017 - 10:53

non sapevo che San Marino fosse diventato un principato. Lo conoscevo come Repubblica del Titano....