Sanlorenzo inaugura l'era degli «explorer»

Il nuovo 42 metri debutterà a Montecarlo, mentre Sl86 sarà in vetrina a Cannes con altre otto imbarcazioni

Doppio debutto per Sanlorenzo che a Cannes e Montecarlo (23-26 settembre) presenterà in anteprima mondiale due nuovi modelli: il nuovo motoryacht in vetroresina di 27 metri con scafo planante Sl86 a Cannes, e il 460Exp a Montecarlo, primo superyacht in acciaio di tipologia explorer.

A Cannes il cantiere di Massimo Perotti sarà presente con 9 imbarcazioni, tra cui il già citato Sl86. Disegnato da Officina Italiana Design, contiene soluzioni destinate a diventare nuovi standard su tutta la gamma dei plananti Sanlorenzo, come la zona abitativa di prua arredata con divani, tavolo, prendisole e cabriolet per ombreggiare. Le ampie finestrature che si aprono nel salone - senza intaccare le tipiche e sobrie linee esterne di Sanlorenzo - consentono agli ospiti di godersi la vista del mare stando comodamente seduti. La scala di accesso al flying-bridge superiore è stata inglobata nel salone e, grazie a gradini sospesi tra lastre di vetro, sembra galleggiare come una scultura d'arte contemporanea. Sl86, spinto da due motori Mtu M94 12V2000 (1947 hp) può raggiungere una velocità massima di 32 nodi. Il nuovo explorer garantisce stabilità, sicurezza, autonomia, pescaggio limitato e grande agilità per la sua categoria, essendo in grado sia di raggiungere mete lontane e raramente visitate, sia di navigare molto vicino alla costa. Ma anche notevole autosufficienza e grande capacità di accogliere a bordo diversi toys ed equipaggiamenti.

A distanza di pochi giorni, a Montecarlo, alla kermesse riservata alle imbarcazioni di grandi dimensioni, Sanlorenzo esporrà due superyacht in metallo: il 460Exp, 42 metri, primo explorer della flotta ideato e costruito da Sanlorenzo su design esterno di Francesco Paszkowski, e 46Steel.

Sanlorenzo apre la nuova stagione nautica forte della nuova collaborazione - definita strategica e dalla durata di 10 anni - con il guru del car design mondiale Chris Bangle. È stato direttore del design del gruppo Bmw, dove ha saputo traghettare lo stile di Bmw, Mini e Rolls Royce nel 21° secolo. «Una partnership - secondo Ferruccio Rossi - che investirà il modo di pensare e progettare i nostri yacht nell'arco dei prossimi 10 anni. L'esperienza di lavoro con Chris è davvero unica».

Bangle, dopo l'Università nel Wisconsin e il diploma all'Art Center College of Design di Pasadena, ha iniziato la sua carriera alla Opel nel 1981. Quattro anni dopo è passato alla Fiat, dove ha disegnato la Coupé. Nel 1992 in Bmw, primo americano a ricoprire il ruolo.