La Sapienza italiana nell'antichità

L'università La Sapienza di Roma è la prima al mondo nell'insegnamento dell'Arte antica: i dati diffusi oggi esaltano la tradizione umanistica dell'ateneo, valorizzando l'immagine della cultura italiana all'estero

Finalmente, a ridosso delle elezioni, un primato dell'Italia ci conforta e ci inorgoglisce e ci indica una direzione politica che nella cultura e nella storia di Italia e di Roma riconosce il suo futuro, palese, ovvio, intuitivo benché nessuno lo abbia convintamente sostenuto, contro l'evidenza; e il partito dell'ignoranza aspiri al potere negando competenze e capacità individuali. L'università La Sapienza di Roma è la prima al mondo nell'insegnamento dell'Arte antica: i dati diffusi oggi esaltano la tradizione umanistica dell'ateneo, valorizzando l'immagine della cultura italiana all'estero. È la prima volta che un'università italiana conquista la prima posizione assoluta nella classifica internazionale QS, superando i consacrati atenei anglosassoni: la Sapienza eccelle nel settore Classics & Ancient history, secondo il ranking by subject diffuso il 28 febbraio.

È anche il primo segnale di Rinascimento per Roma, che, nella percezione generale era scesa alla lacrimevole rappresentazione del sindaco Raggi, promotrice di grattacieli per pura speculazione, indifferente alla distruzione di ville liberty e degli Anni trenta. Un segnale intrinsecamente politico, nella coerenza di un primato della conoscenza nella città più bella del mondo. Chi oggi la governa ne è così ignara che è occorso commissariarla, attraverso La Sapienza, da parte di un organismo straniero. Lode al rettore Eugenio Gaudio.

Commenti

dagoleo

Gio, 01/03/2018 - 17:40

Ottimo che Roma svetti su livelli così alti in tale settore culturale, la pena invece è che non svettino altrettanto in alto università storiche come Bologna e Padova, l'una la più antica del mondo, la seconda tra la quarta più antica. Possibile che le università italiane siano così mal ridotte. E' colpa delle baronie universitarie che impediscono l'emersione dei meritevoli, oppure i problemi sono altri?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 02/03/2018 - 08:43

La via maestra della nostra civiltà sono i classici greci e romani mutuati, tant'è che nell'Urbe si faceva a gara per avere "dotti" greci presso le proprie dimore. Uscire da quel binario si rischia lo sconquasso di quel "convoglio umano" che si chiama civiltà mediterranea prima e europea in seguito.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 02/03/2018 - 11:12

Che bella questa notizia caro Sgarbi, che bello risaltare la bellezza di questa cittá e la sua possibilitá di affrancarsi dalla meschina e ignorante cupidigia di amministratori che non sanno quello che fanno, per aprirsi finalmente e prosperare alla luce dello spendore che le appartiene di diritto

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 02/03/2018 - 12:16

Che bella questa notizia caro Sgarbi, che bello risaltare la bellezza di questa cittá e la sua possibilitá di affrancarsi dalla meschina e ignorante cupidigia di amministratori che non sanno quello che fanno, per aprirsi finalmente e prosperare alla luce dello spendore che le appartiene di diritto – Ho visto ultimamente, qui a Barcelona dove vivo, il film sul sequestro di Paul Getty III che in questi giorni é in programmazione internazionale ... Nel film, curato nei dettagli in modo superbo, ci sono delle scene magistrali di questa Roma del 1973 con una rapida vista della vita di via Veneto di allora, che é la stessa della "Dolce vita" di Fellini ... Risulta indiscutibile l´affermazione che in questi ultimi decenni Roma e con lei l´Italia abbiano vissuto un periodo di imbruttimento e di decadenza morali e fisiche inaccettabili ... Sarebbe ora di ritrovare la luce della intelligenza e il coraggio necessari per tornare a salire.