Sardegna, 4 succhi di frutta e un bicchiere di vino a 120 euro

Un cliente del Phi Beach di Baja Sardinia in Costa Smeralda ha scattato la foto e si è vendicato in rete. Briatore: "Chi fa questi prezzi dovrebbe essere multato"

Dopo Venezia e Roma, succede anche in Sardegna. Lo scontrino della vergogna diventa un must della rete. E così, un cliente del Phi Beach di Baja Sardinia in Costa Smeralda ha scattato la foto e si è vendicato in rete. Quattro succhi di frutta e un bicchiere di vino alla "modica" cifra di 120 euro. Il caso ha scatenato la polemica su Twitter ed è intervenuto anche Flavio Briatore, proprietario di uno dei locali più famosi della Sardegna, il Billionaire: "In Costa Smeralda puoi pagare 4 sdraio a bordo piscina alle 5 del pomeriggio 600 euro. Così in Sardegna si semina panico. Chi fa questi prezzi dovrebbe essere multato,è una vergogna"

Commenti
Ritratto di capcap

capcap

Dom, 25/08/2013 - 11:35

Naturalmente in nero!

gianni59

Dom, 25/08/2013 - 11:37

dai...lo fanno per non far scappare i ricchi all'estero!...

Ritratto di capcap

capcap

Dom, 25/08/2013 - 11:37

Io è da 20 anni che non vado in Sardegna come a Monte Carlo o a Forte dei Marmi (vip. Quando la legge di mercato è)

Nadia Vouch

Dom, 25/08/2013 - 11:39

Forse questo gestore conosce solo il numero venti (costa tutto 20 euro?). Da meravigliarsi come abbia una licenza!

Ritratto di capcap

capcap

Dom, 25/08/2013 - 11:39

Quando la legge di mercato è travisato è logico che accadano cose simili. Proviamo a non frequentare questi potenziali evasori!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/08/2013 - 11:40

"Quel che contraddistingue il comunismo non è l'abolizione della proprietà in generale, bensì l'abolizione della proprietà borghese." frase scritta da Karl Marx e Friedrich Engels, Manifesto del partito comunista, 1848. e calza benissimo in questa vicenda... :-)

precisino54

Dom, 25/08/2013 - 11:46

Una prima considerazione è che il fisco sarà soddisfatto, se consideriamo che l'Iva come noto è l'Imposta sul Valore Aggiunto, introitando in relazione. Il punto critico è che così facendo si da una indicazione al popolo e all'erario che gli imprenditori sono tutti dei ladri, e quindi magari si pretenderà da quelli onesti, con lo strumento degli studi di settore, un pagamento di tasse correlato a queste aberrazioni; la massa invece ragionando su queste cifre magari poi penserà che questi sono gli utili e quindi è giusto massacrare le imprese. Una bella chiusura per una settimana, alla prima poi un mese, poi vediamo se cambia la musica.

Dario40

Dom, 25/08/2013 - 11:51

la multa non basta, bisogna togliere la licenza con esposta la motivazione < aveva la licenza di somministrare bevande non di derubare !>

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Dom, 25/08/2013 - 11:53

Non sono un commerciante ma un pensionato. Se il gestore evidenzia i prezzi può mettere una COCA COLA anche a mille euro. Nessuno lo può vietare.Se non li evidenzia deve essere condannato alla chiusura del locale ed alla revoca della licenza nonché alla restituzione del maltolto con gli interessi e le spese legali.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Dom, 25/08/2013 - 12:10

Il signor? briatore negli anni passati ha contribuito a quella, che ora,è una situazione paradossale, se sta zitto fa una figura migliore. Per la Signora Luisa: ha dimenticato l'analcolico alla frutta... Cordiali saluti.

ELZEVIRO47

Dom, 25/08/2013 - 12:14

"In Costa Smeralda puoi pagare 4 sdraio a bordo piscina alle 5 del pomeriggio 600 euro. Forse il gestore non dovrebbe essere multato ma, certamente, il cliente che li accetta dovrebbe essere ricoverato.

nino47

Dom, 25/08/2013 - 12:24

Coi costi da sopportare sia per il viaggio che per il soggiorno, in Sardegna ci vanno solo quelli che "possono", visto che ormai costa altrettanto andare a New York! quindi, niente di strano!!!

Rembrandt

Dom, 25/08/2013 - 12:29

Che non si lamentino più che il turismo sull'isola e'in picchiata...

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Dom, 25/08/2013 - 13:54

Nel locale era esposto il listino prezzi? Se non era esposto,1) chiusura immediata del locale, 2)rimborso immediato del ticket all'avventore 3)ritiro della licenza per 1 anno

luna serra

Dom, 25/08/2013 - 14:04

vi ricordo che Baja Sardinia non è costa Smeralda ,si trova nello stesso comune di Arzachena ma non è Costa Smeralda Briatore mi sa dire quanto gli avrebbero pagati nel suo locale?

ju75

Dom, 25/08/2013 - 14:16

può anche essere che sia vergognosi applicare prezzi del genere, ma non dimentichiamoci che è la legge del mercato. Perchè dovrebbero essere multati, in un paese capitalita? del resto non dimentichiamoci che se applicano questi prezzi dall'altra parte c'è qualcuno che li paga. forse dovrebbero essere ricoverati quelli che, nonostante i prezzi, decidono di sedersi ....

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 25/08/2013 - 14:32

SONO FELICE CHE CIO' AVVENGA, VUOL DIRE CHE I NOSTRI PRODOTTI SONO BEN RIVALUTATI. UN BEL PROGRESSO E VUOL DIRE CHE NON C'E' CONCORRENZA, come si suol dire " IL MERCATO E' LIBERO " poi facciamo un favore al fisco: Imposta Valore Aggiunto sale a favore dello Stato e di conseguenza anche l'Irpef. UN VERO PROGRESSO.

rossono

Dom, 25/08/2013 - 14:55

Qualcuno aveva ragione gli Italiani stanno troppo bene,Quale crisi? Venezia Campania Sardegna dai scontrini di altre regioni ed e tutta l'Italia a permettersi certi prezzi....

Ritratto di LIAZ

LIAZ

Dom, 25/08/2013 - 14:56

Li hanno pagati? Si..e allora dov'è il problema...questa è la crisi signori....

Martino

Dom, 25/08/2013 - 14:59

DOVREBBERO SEMPLICEMENTE ESSERE MESSI IN GALERA!!!

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 25/08/2013 - 15:15

a venezia 10 euro per un amaro, in piazza san marco, con supplemento musica di 6 euro in uno dei più famosi bar del mondo nella piazza più bella e famosa del mondo sono in qualche modo giustificati, se si pagano 5 euro per un amaro in un bar di periferia di provincia con vista sul pantofolificio. in sardegna questi prezzi più che a venezia NO E POI NO. ...QUANTO A BRIATORE CHE STIA ZITTO CHE è MEGLIO LUI E IL BILLIONARIE

Nordici o Sudici

Dom, 25/08/2013 - 15:27

i succhi sono 5

precisino54

Dom, 25/08/2013 - 15:34

X Ubidoc – 11:53; sicuramente se i prezzi sono CHIARAMENTE esposti, hai ragione, peggio per chi non ha letto bene; indubbiamente però non si può gravare una consumazione con un supplementi vari, musica nel caso di Venezia, pari se non superiore al costo di quanto consumato. Ad esempio la voce coperto e servizio sono spesso in percentuale al valore della consumazione. Anche se chiaramente espresso nel listino, obbligatoriamente esposto, qualunque tariffa non può essere così distante da quella media della località. Aggiungo pure che non di rado il listino esposto non sia ben visibile, spesso per questioni puramente estetiche è in caratteri non chiari. Di sicuro chi si è visto presentare i conti in oggetto non si aspettava quel totale, per cui qualcosa non aveva funzionato, per lo meno dal punto di vista della corretta informazione, escludo sia da addebitare solo alla dabbenaggine degli avventori che di certo un suo ruolo lo aveva avuto.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Dom, 25/08/2013 - 15:44

@precisino54 - ho qualche dubbio che lo scontrino soddisfi il fisco: in Italia ristoratori e baristi a questo livello è da tempo che "giocano" sugli acquisti più che sulle vendite per pagare meno tasse.

Demetrio.Reale

Dom, 25/08/2013 - 15:56

adesso la stampa internazionale riprenderà la "notizia" cioè ulteriore cattiva pubblicità e ripercussioni negative sul turismo. cose che, peraltro, succedono anche in inghilterra o in francia, con la differenza che non finiscono sui giornali perchè loro a differenza nostra non sono fessi.

sberlusca

Dom, 25/08/2013 - 15:58

La colpa è dei turisti, cosa ci sono andati a fare in questa colonia della Tunisia, vengano in Italia.

marcben

Dom, 25/08/2013 - 15:58

Tutta pubblicità per il locale!! Trovo stupefacente lo stupore di chi si scandalizza per simili prezzi: ma se un aperitivo puo' costare 7 euro in Piazza Piccola a Sassuolo non vedo perchè non dovrebbe poterne costare 20 in quel bellissimo posto. Non sapevo nemmeno che esistesse; adesso, con ricerche sulle immagini di Google e le recensioni di TripAdvisor, lo conosco perfettamente e non sarei mai così cretino da recarmici con la speranza di pagare due lire per 6 consumazioni!! Chiaro che probabilmente non ci andro' mai finche' non vincero' al Superenalotto, ma è lo stesso motivo per cui non ho lo Yacht, un appartamento in centro a Roma e quattro domestici che mi puliscono la casa. Fra l'altro, sembrerebbe che tutte le consumazioni costino 20 Euro, per cui è anche davvero facile capire fin dall'inizio dove andrai a parare. La prossima volta, si bevano un bel succo in 6 e vedrai che la spesa sarà minore... P.S. Trovo più scandalosa la bottiglietta da 1/2 litro d'acqua naturale a 4 euro all'aeroporto...

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 25/08/2013 - 16:04

Senza tanti preamboli, la soluzione è : disertare la sardegna!

yulbrynner

Dom, 25/08/2013 - 16:07

prima di dare un giudizio bisogna conoscere bene la vicenda.

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 25/08/2013 - 16:52

E POI SI LAMENTANO SE I TURISTI SCAPPANO...LI DERUBANO E FANNO I DISONESTI. CERTI GESTORI DI ESERCIZIO DOVREBBERO VERGOGNARSI. ROBA DA DENUNCIA PENALE.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 25/08/2013 - 17:08

Sara che uno apprende vita campando, diciamola cosi.Io dove vado mi faccio sempre portare il listino prezzi .Dopo di cio prenoto. Cosi si risparmiano fregature .

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 25/08/2013 - 17:12

Basta non andarci in questi posti dove ti derubano. Io ormai e' anni che vado all'estero, soldi a sti porci non ne do.

blues188

Dom, 25/08/2013 - 17:13

Hanno fatto tanto per far arrivare il turismo da quelle parti ed ora eccoli serviti, i turisti. Ricordo molto bene quando parlavano male della Romagna per toglierne il turismo, decantando le 'bellissime coste' sarde (e siciliane e pugliesi e calabresi...) ma non riescono a dare servizi adeguati. Sono indietro di cento anni, ma i soldi li vogliono 'facili'.

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Dom, 25/08/2013 - 17:14

per yulbrynner 16,07 Cosa dovrei sapere? Se le le bibite le hanno aperte in presenza dell'avventore o se le hanno aperte prima e hanno aggiunto acqua per farne 2 da 1?

precisino54

Dom, 25/08/2013 - 17:20

X pisistrato – 15:44; attenzione la mia voleva essere "quasi" una battuta, facendo notare che in definitiva il fisco poteva solo avvantaggiarsi di simili maggiorazioni; fai pure conto che iva, irpeg, sono in relazione a quanto si mostra di introitare in relazione alle spese. Non capisco cosa intendi col: "... giocano" sugli acquisti ..", perché il punto è semmai non far vedere quanto si vende, se si acquista in "nero" e poi si fanno questi scontrini è a tutto vantaggio dell'erario, infatti Iva all'acquisto = 0, quindi quella che introiti devi darla tutta; il vantaggio di acquistare in "nero" è nel poter rivendere senza fattura e quindi a prezzi inferiori, oppure vendere allo stesso prezzo ma non emettendo la fattura per chi non è interessato ad averla. Il discorso di fatturazioni gonfiate può valere per imprenditori che hanno interscambio internazionale, per la faccenda di avere provviste economiche all'estero, ma nel caso di un bar, se dimostra questi incassi deve poi pagare il dovuto.

Holmert

Dom, 25/08/2013 - 18:12

Leggevo che nonostante noi fossimo una nazione ricca d'arte, con una cucina ottima e con coste lungo tutta la penisola, siamo come turismo internazionale terzi dopo Spagna, Francia . Uno dei motivi principali è l'atteggiamento di certi esercizi, che considerano polli da spennare i loro avventori. Dico è un aspetto, ma ce ne sono tanti altri, in questa penisola ormai fuori legge, malata di buonismo e solidarismo d'accatto. Una nazione Cenerentola e Pulcinella, senza le risorse di costoro.

herbavoliox

Dom, 25/08/2013 - 18:18

Basta con questi scoop del cavolo. Se uno ci va volontariamente che male c'è? La questione è se era informato tramite listino opure no. Non è precisato. Non è un dettaglio, se uno sa dall'inizio che costa così può alzarsi e andarsene, se rimane accetta il prezzo e stia zitto.

WSINGSING

Dom, 25/08/2013 - 18:18

Non leggo niente e di nuovo e non mi stupisco più. In Sardegna, poi, quello esposto, è un avvenimento di tutti i giorni. In buona sostanza quel cliente era un cittadino qualunque, quello che si dice: "illustre sconosciuto". Ed ha pagato 120 euro. Se nello locale fosse andato un qualsiasi personaggio dello spettacolo, dello sport, della politica, eccetera eccetera, non avrebbe pagato nulla, se non la posa per una foto ricordo con il titolare dell'esercizio che, da una parte offrirà gratis la consumazione, dall'altra ordinerà una gigantografia che lo vede assieme al mega personaggio del momento.

wondmax

Dom, 25/08/2013 - 18:27

Naturalmente in nero cosa? lo scontrino è stato battuto. Chi frequenta i locali ne conosce prezzi e servizi e la sardegna non cambia. andate a bere da qualche altra parte. eviterete commenti e mal di pancia

Ritratto di salvato502000

salvato502000

Dom, 25/08/2013 - 18:27

scusate invece di fare polemiche su polemiche... non e' moltopiu facile dire... non ti pago fammi causa................

caronte37

Dom, 25/08/2013 - 18:35

Li facevo più intelligenti, i sardi, ma dopo questi episodi (caccia al turismo, caccia alle barche, garebo di Harrods eccc..) penso proprio di no

maelstrom

Dom, 25/08/2013 - 19:12

Sembra di essere sul sito di un giornale della Corea del Nord anzichè su quello del Giornale. L'unica domanda è: c'era Il listino prezzi? Se c'era fine delle chiacchiere. Vuoi andare nel bagno super esclusivo (Baja Sardinia non è Costa Smeralda ma da quel punto di vista è uguale)? Paga il conto e non rompere. Se non ti va bene fai le vacanze in Croazia o in Grecia.

Mario-64

Dom, 25/08/2013 - 19:23

120 euro,tre giorni di pensione completa a Sharm... va' bene il mercato libero ,va' bene i prezzi esposti ,ma cosi' e' troppo. Non lamentiamoci poi se i turisti vanno all'estero .

leo_polemico

Dom, 25/08/2013 - 19:33

Leggendo lo scontrino viene da pensare che chi era addetto alla cassa abbia erroneamente battuto uno "zero" i più su tutte le consumazioni. I prezzi dello scontrino se divisi per dieci, sarebbero coerenti. Se poi la "disonestà" vince è tutto un altro discorso....

Ritratto di CiccioCha

CiccioCha

Dom, 25/08/2013 - 19:55

Siamo in libero mercato; l'unica reazione è disertare tali locali, prima o dopo se non vendono abbasseranno i prezzi.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 25/08/2013 - 20:22

siete fissati con la Sardegna andate a spendere i soldi altrove fuori dall'Italia terra di stolti e babbei

Pazz84

Dom, 25/08/2013 - 20:24

Eccolo li che l'evasore Briatore ha da ridire sul prezzo che fanno in un bar in costa smeralda. Ma ci dica, i prezzi nel suo locale sono diversi?!? Finto moralista.

Granpasso_62

Dom, 25/08/2013 - 21:31

PRECISAZIONI DOVEROSE 1- Il Phi Beach non è in Costa Smeralda. 2- La consumazione è per sei persone e non cinque. 3- Conosco il locale, come tutti quelli che vengono in questa zona, e tutti sanno che la consumazione è di € 20,00 a testa INDIPENDENTEMENTE da quello che consumi, pertanto se ti va di bere un flute di champagne o un succo di frutta il costo è sempre di € 20,00 inoltre il drink è accompagnato da vari stuzzichini. 4- La location è stupenda, la musica e le persone che lo frequentano anche, tranne alcuni che senza sapere pubblicano informazione del tutto sbagliate. 5- Se non sei all'altezza di frequentare certi locali, l'aperitivo prendilo al bar dello sport sotto casa. e dulcis in fundu... 6- BRIATORE E' L'ULTIMO CHE DEVE APRIRE BOCCA. Un turista romano che frequenta la Sardegna da più di dieci anni e che conosce molto bene, sia i locali e le coste e l'ospitalità di questa terra stupenda.

fedele50

Dom, 25/08/2013 - 21:44

NON VADO PIù IN SARDEGNA DA QUINDICI ANNI , REGIONE MERAVIGLIOSA , CERTO,HO FATTO SEMPRE VACANZE ALTERNATIVE, APPUNTO PER EVITARE CERTE SITUAZIONI, A OTTOBRE UNA MIA AMICA CHE GESTISCE UNA AGENZIA DI VIAGGI MI HA PROPOSTO UN VIAGGIO IN COSTARICA , X OTTO GIORNI CIRCA 1300.00 EURO,PIù UN EXTRA DA PATTUIRE DI CIRCA 200.00 EURO, CIAO SARDEGNA E TUTTI QUEI SITI ITALIANI,GESTORI , CHE COME TI VEDONO TI SPENNANO ALLA GRANDE , X ME POSSONO ANCHE MORIRE DI FAME

Leonardo6969

Dom, 25/08/2013 - 21:52

precisino54 fammi capire per qual motivo non si può gravare una consumazione per esempio con il supplemento orchestra in un qualunque locale dove ti fanno vedere una stupidissima partita di calcio data su un canale a pagamento, hai sempre un minimo di costo della consumazione visto che si citano i locali di piazza San Marco a Venezia, il Florian ha circa 45 dipendenti nella stagione invernale e 75 in quella estiva.....puoi pensare che un caffè costi 1 euro come in un bar da angiporto? se non vuoi pagare certe cifre o se non puoi, non ti ci siedi purtroppo a molti fa rabbia che qualcuno possa sedersi in certi posti il problema vero è uno solo.....prezzi esposti chiaramente oppure no se i prezzi non sono esposti in modo chiaro MULTA, diversamente non sedetevi a certi tavoli e non date del ladro SENZA SAPERE E SENZA CONOSCERE

absinthium

Dom, 25/08/2013 - 22:10

@capcap: ma leggi prima di scrivere o parli a vanvera? se c'è lo scontrino, come fa ad essere "naturalmente in nero!"...'niurant!!! comunque, come probabile che sia, il listino prezzi era esposto, nessuno a quelle cifre rischia sanzioni per omessa esposizione dei prezzi. siamo in libera economia di mercato, se accetto di comprare un chinotto a mille euro, e c'è scritto che costa mille euro, è inutile che poi mi lamenti e faccia foto a scontrini e ricevute. il "voglio ma non posso" è sempre in agguato...stè casa!!!

Triatec

Dom, 25/08/2013 - 23:34

Se invece dell'euro ci fosse stata la lira, e questo esercente avesse chiesto 240 mila lire, cosa sarebbe successo? Questi sono i vantaggi dell'euro, Prodi ci fece anche pagare per entrare nell'euro, doveva essere il rimedio a tutti i nostri mali. Parola del professor Prodi. Professor de che!!

gianni59

Lun, 26/08/2013 - 01:18

"quanto gli avrebbero pagati", "Venezia Campania Sardegna dai scontrini", "così facendo si da una indicazione"....quanti errori fanno gli italiani che scrivono su questo giornale...e poi dicono degli extracomunitari...

jakc67

Lun, 26/08/2013 - 06:42

Qualcuno mi spiega cosa c è di male a far pagare 20euro consumazione? i mediocri subito a parlare di evasione ecc., ecc.... di che categoria è il locale in questione? mi risulta ci sia pure un coctail fra le consumazioni, pure quello a 20 euro e allora di cosa parliamo? della solita sciatteria italiana di mettere allaberlina le vittime della nostra invidia? e se nel locale in questione ci fosse stato in corso un evento con prima consumazione comprensiva di ingresso? smettiamola!!! se non te lo puoi permettere o non approvi i prezzi di un locale non ci vai, punto!!!

robiem

Lun, 26/08/2013 - 07:26

Mi spiegate perché fate tutti i fighetti scandalizzati e, magari, non sapete neanche di chi state parlando. Chi va lì e pensa di spendere solo 2,50€ per un succo di frutta non può non essere un pirla, come per chi abusa del nome della Sardegna per i propri affari, sfruttandone luoghi e persone. Comunque se volete parlarne con i diretti interessati non avete bisogno di venire fino in Sardegna, dato che tutti quelli che fanno quei prezzi nei dintorni di Arzachena sono iscritti al registro delle imprese di Milano. Non parlate quindi di 'gestore dell'esercizio' come se steste parlando di un chioschetto sulla spiaggia. Qui si sta parlando di lucratori d'alto bordo, almeno in apparenza!!!

lakos29

Lun, 26/08/2013 - 08:15

per Briatore chi fa sti prezzi deve essere multato, mi domando quanto faccia pagare lui un bicchiere di vino al Billionaire

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 26/08/2013 - 09:01

Posso ricordare che con 600 euro si acquistano anche 60 sdraie altro che il fitto giornaliero a bordo piscina. Si ha ragione Briatore: Chi fa questi prezzi dovrebbe essere multato, è una vergogna

rockerduck

Lun, 26/08/2013 - 09:17

Siccome detesto buttare via i soldi, io non vado in Sardegna, non bevo caffè a Venezia in Piazza San Marco. Chi lo fa, è inutile che poi si lamenti. Pirla sono i consumatori, non certo gli esercenti. Il mare non c'è solo in Sardegna. In Alto Adige spendi la metà e hai il triplo.

franco@Trier -DE

Lun, 26/08/2013 - 09:21

ITALIA PAESE DI FUORILEGGE QUI CI SONO LE PROVE VISIBILI.

Agakan

Lun, 26/08/2013 - 09:33

Location con vista mozzafiato, sul mare pieno, di VIP di tutti i generi, si entra gratis ed i prezzi sono esposti. Per di più in un privè... Lo scontrino è regolare! Quindi non paghi per quel che bevi ma per l'insieme. Quindi in malafede Non mancano le alternative a Baia Sardinia. Ci sono bar dove queste consumazioni le paghi un quarto! Il Giornale mi sorprende sta scadendo molto

schiacciarayban

Lun, 26/08/2013 - 09:37

Il gestore sarà anche un ladro, ma i veri polli in questo caso sono i consumatori. Che ci vanno a fare in un posto così? Baja Sardinia fra l'altro è un posto anonimo e nulla di che, non è la Costa Smeralda che pur nella cafonaggine ha comunque un nome.

schiacciarayban

Lun, 26/08/2013 - 10:02

@agakan-Uno come te, che ragiona così, che è disposto a pagare di più solo perché ci sono i "cosidetti" VIP in giro, si merita di essere spennato!

soldellavvenire

Lun, 26/08/2013 - 10:16

(è un autogol: medex è una società del gruppo fininvest, togliete questo articolo)

soldellavvenire

Lun, 26/08/2013 - 10:22

ahahahaha baja sardinia è un complesso turistico costruito da... ahahahahaha le concessionarie commerciali nel complesso fanno capo a... ahahahahahahaha togliete questo articolo finchè siete in tempo

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Lun, 26/08/2013 - 10:23

Se i prezzi sono esposti in modo ben visibile, come vuole la legge, i bar possono fare il prezzo che vogliono. Il cliente se non legge o chiede, sono ca..i suoi, paghi.

soldellavvenire

Lun, 26/08/2013 - 10:24

mortimermouse - bastardo comunista mafioso! ahahahahahahahaha

Nadia Vouch

Lun, 26/08/2013 - 10:26

@jakc67. Guardi, io non invidio chi va a pagare questi prezzi. Anzi, provo pena. I veri signori, non frequentano posti dove vengono trattati da sciocchi.

Nadia Vouch

Lun, 26/08/2013 - 10:42

@soldellavvenire. Scusi, ma che c'entra chi ha costruito una struttura con chi gestisce in essa attività commerciali? E' come incolpare una persona se piove.

soldellavvenire

Lun, 26/08/2013 - 10:54

Nadia Vouch - gentile signora, è solo una notizia curiosa: il costruttore è lo stesso concessionario degli esercizi commerciali

schiacciarayban

Lun, 26/08/2013 - 10:57

@soldellavvenire-Sineceramente non riesco a capire il suo ragionamento contorto. Baja Sardinia è di una società di Fininvest, e allora?

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Lun, 26/08/2013 - 10:59

Perché i ns signori al governo non impongo una legge di controllo sui prezzi? Perché questi signori non vengono condannati? Perché...ecc..ecc.. Il danno che fanno al ns. turismo grida vendetta.

Nadia Vouch

Lun, 26/08/2013 - 11:10

@soldellavvenire. E allora? Che c'entra. Se io affitto un'attività commerciale, la gestione di essa da parte di pinco pallino legalmente condotta non è affare mio.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Lun, 26/08/2013 - 11:19

@caronte37 - non è una questione etnica ma culturale. Una popolazione è stata abituata a pascere le pecore per un migliaio di anni, non può diventare imprenditore in 30 anni. Questo vale per i Sardi ma anche per gran parte delle popolazioni da Firenze in giù. Ho vissuto a Roma per qualche tempo e occasionalmente andavo a sciare nei dintorni: gli impianti venivano aperti in funzione del numero di persone che compravano il giornaliero......

Titanio

Lun, 26/08/2013 - 11:20

segnalo che anche in questo bar ci sono le tariffe e chi ci va le vede, stupido che consuma li! consuma li perchè fa figo, allora è 2 volte stupido. All'esercente non possono fargli niente, come sostiene il PDL questo deve essere un paese libero, con mkt libero, quindi i prezzi devono essere liberi!!

Titanio

Lun, 26/08/2013 - 11:21

vi si sta rivoltando il mondo contro! avete crteato dei mostri e ora vi lamentate?

Ritratto di Marco_Aurelio

Marco_Aurelio

Lun, 26/08/2013 - 11:24

MULTATO? Ma dai Briatore....mi fa specie di lei! Innanzitutto c'era un listino prezzi?? Se non c'era cavoli di chi non l'ha esposto e di chi si è seduto in un posto del genere! Per il resto se un ACE che io pago seduto nel mio bar preferito sulla spiaggia di Pescia Romana 3,50 euro se lo fanno pagare 40 euro a Baia Sardinia....padronissimi!!! Il problema è di chi ci va in questi locali "in" per fare il "vip" e poi reclama quando mette mano al soldo!!! A poveracciiiii!

Ritratto di Marco_Aurelio

Marco_Aurelio

Lun, 26/08/2013 - 11:33

Ma perchè vi scandalizzate se uno vende un succo di frutta a 20 euro? E mica c'è il comunismo che vi spaventa tanto!!! Avete voluto e votato il "liberismo" e la "libera impresa"? .....e mò teneteveli! Ma che volete fare i "liberisti" e predicare il "libero mercato" quando vi pare e piace??? Ritirare la licenza.....evasore.....multare.....ma che state dicendo??' Ci sono ristoranti e alberghi che a me ci vorrebbe un mutuo per pranzarci o dormirci una notte! Il problema è solo di chi ci va e sa dove va!!! Tutto il resto è "fuffa"!!!

soldellavvenire

Lun, 26/08/2013 - 11:56

Nadia Vouch - "pinco pallino" è un esercizio commerciale collegato al costruttore, medex è una società commerciale collegata a fininvest, i prezzi che pratica "pinco pallino" sono quelli dettati dalla multinazionale che possiede il costruttore, il concessionario di servizi ed allo stesso tempo dell'affitto e della società commerciale. detto più chiaramente a baja sardinia è TUTTO di silvio

Ritratto di salvato502000

salvato502000

Lun, 26/08/2013 - 11:59

ma credo che hanno guadagnato un bel po .. ma spero che non si vengano a lamentare se manca il turista nel bar o ristorante, dovresto soltanto vergognarvi anche con 120 euro in piu in tasca ,, vergogatevi

fermamarina

Lun, 26/08/2013 - 12:05

Ma la notizia dov'è? Da ch'io ricordi, i locali per vip son sempre esistiti (dice qualcosa la Capannina del Forte dei Marmi in Versilia negli anni '70?) Chi ci va può permetterselo, decide di avere un certo servizio (vedi musica dal vivo in P.zza S.Marco) e probabilmente ci tiene a farsi vedere in determinati locali! Chi non può permetterselo o semplicemente non vuole spendere, può sempre rivolgersi agli altri gestori che magari non ti faranno sedere su poltroncine rivestite in seta, ma che senz'altro avranno da offrire comunque prodotti di tutto rispetto!!! Perchè non ci indignamo piuttosto per le super tasse ingiuste?... quelle sì, senza possibilità di scelta e senza via di scampo!!!

rokko

Lun, 26/08/2013 - 12:06

Io non capisco qual è il problema. Se i prezzi sono esposti e ben visibili, se uno vuole spendere quei soldi li spende; se non li vuole spendere e si fa fregare è un pollo. Se voglio pagare un caffè un euro ed il succo due euro, vado in un bar della stazione o al supermercato, non me ne vado in giro nei posti più fighi dove si sa che su queste cose c'è il ricarico perché c'è la location, i camerieri, la musica ecc. C'è anche lo scontrino, per cui di nero non se ne parla, non vedo cosa ci sia da lamentarsi. Semmai, si può fare un altro discorso, relativo allo sviluppo turistico dell'isola: ormai nel mediterraneo ci sono centinaia di posti fighi in Grecia, Spagna, Croazia, Corsica, ecc. che offrono location e servizi fighi quanto quelli della Sardegna (a volte anche di più) ma a prezzi molto meno elevati; siamo sicuri che non sia controproducente per l'afflusso turistico praticare queste politiche commerciali ?

peroperi

Lun, 26/08/2013 - 12:06

Prima di scrivere gli articoli bisognerebbe informarsi ed allora si noterebbe che i locali che praticano questi prezzi non sono il baretto sotto casa dell'articolista ma paradisi del relax dove il proprietario ha investito milioni. Noto una grande malafede che imputo al bisogno di vendere copie di giornali senza contare che si danneggia il lavoro italiano. Se fossi il titolare (non lo sono e non lo conosco) chiederei 30 euro a testa per entrare ed offrirei le bibite gratis, specialmente a quei barboni che in vacanza vanno dover non possono permettersi di andare. Per spendere poco, anche in Sardegna, e per togliersi la sete basta andare al supermarket e fare provvista di bibite, poi si va a sedrsi su uno scoglio e ci si gode il panorama gratis.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 26/08/2013 - 12:20

Posso capire che in alcuni locali di lusso o particolari ci sia un prezzo superiore al normale ma tale prezzo non dovrebbe essere mai oltre il doppio di quello che si può avere nei locali normali, altrimenti diventa truffa e poco importa che il prezzo sia scritto sul listino. La gente solitamente non sta a guardare il listino di un bar che è spesso esposto poco visibilmente. D'altronde uno, quando entra in un locale, non va alla ricerca del listino, sembrerebbe l'azione di un folle piuttosto che di una normale persona che cerca di dissetarsi in un normale locale, anche se lussuoso.

rokko

Lun, 26/08/2013 - 13:58

stock47, ed in base a quale principio un prezzo oltre il doppio che nei locali "normali" sarebbe truffa ? Se i prezzi sono esposti e visibili, tutto è regolare, l'unica legge del commercio è quella della domanda e dell'offerta: se un locale vende un caffè a 1000 euro è solo ed esclusivamengte perché c'è qualcuno disposto a spendere quella cifra per averlo proprio lì in quel locale. Se non ci fosse nessuno disposto a spendere più di un euro per un caffè, non ci sarebbero caffè a più di un euro. Dov'è la truffa ? La truffa è quando sul listino c'è scritto 1 e poi ti fanno pagare 100, oppure quando ci sono costi occulti fuori listino, ecc. ecc.

Nadia Vouch

Lun, 26/08/2013 - 14:03

@soldellavvenire. L'accontento: silvio chi? Penso che anche gli scogli della suddetta località ormai abbiano capito. Ma, La prego, ci illumini ancora. Lo sapeva che sta piovendo per colpa di...? Non pinco pallino, vero?

franco@Trier -DE

Lun, 26/08/2013 - 14:08

Mario_64 che pargone del caxxo fai, se vai in India che con 2 euro al giorno vivono quanti giorni potresti fare?

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 26/08/2013 - 21:02

La truffa esiste quando a fronte di un acquisto al supermercato di una bibita a 30 centesimi viene venduta non a 2,50€ che è già troppo, ma a 10 € senza alcuna giustificazione della motivazione che esula il lusso del bar o il giusto guadagno.

precisino54

Lun, 26/08/2013 - 23:23

X Leonardo6969 – 21:52; non so da dove trai la conclusione che io abbia inteso dire che non si possa, in senso legale, mettere in conto servizi alternativi a costi spropositati. Torniamo a zero: è indubbiamente chiaro ed incontestabile che il caffè del tuo esempio non possa, anzi non debba, avere lo stesso prezzo ovunque, è più che giusto che chi voglia usufruire del servizio di un locale storico o di riferimento paghi in relazione e non possa pensare minimamente di pagare come "in un bar da angiporto", è indubbio, è la regola del mercato! Io intendevo riferirmi al non poter LOGICAMENTE perché diversamente è come andare a comprare la verdura e poi pagare una cifra perché l'ortolano l'ha messa in una borsa di Gucci al posto di una busta di plastica. È certo comunque che se il listino è correttamente esposto con indicati gli eventuali supplementi tutto è in regola, al più ci sarebbe da discutere sulla moralità di chi ti fa pagare insieme al costo di un caffè anche il costo di una musica, dove questo sia preponderante rispetto al primo; il punto è che se io vado a sentire un po' di musica in un locale e contemporaneamente prendo una consumazione allora è corretto che il costo della musica sia preponderante, ma trattandosi di un bar anche se di riferimento, non posso considerare il sovrapprezzo musica come se fossi in un night! In ogni caso e giusto per evitare equivoci, essendo disoccupato, non sarà mai un mio problema, ma solo di correttezza imprenditoriale. Il mio argomentare nasce dal fatto che chi si è visto presentare quel conto si sia meravigliato, e quindi magari certi sovrapprezzi non erano chiaramente indicati, è solo una questione logica esaminando l'accaduto.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Gio, 26/12/2013 - 16:44

Cortina, Porto Cervo, Capri, bar dei centri città,... bellissimi posti ma si sa che con uno stipendio medio e' meglio evitare. Sveglia!