Saronno, violentò una 16enne: 22enne incastrato grazie al dna

Il 22enne di Como stuprò la ragazzina minacciandola con un coltello in un sottopasso della stazione di Saronno: incastrato grazie al dna

Il 23 ottobre scorso ha aggredito e violentato una 16enne alla stazione di Saronno dopo averla minacciata con un coltello. Ma il dna lo ha incastrato e ha portato all'arresto del 22enne residente a Rovello Porro, in provincia di Como, ma originario di Brindisi.

L'aggressione avvenne una domenica pomeriggio in un sottopasso della stazione in provincia di Varese. La ragazzina tornava a casa dopo un pomeriggio con le amiche quando il giovane l'avrebbe prima approcciata sul treno e poi seguita, fino ad obbligarla a seguirlo in un luogo appartato dove l'ha stuprata.

I genitori della 16enne hanno sporto denuncia e gli investigatori hanno trovato tracce di dna e un'impronta sul luogo dell'aggressione. Così, spulciando anche le immagini delle telecamere di sicurezza della stazione, sono riusciti ad incastrare il 22enne, pregiudicato per minacce e lesioni personali e ora in arresto con l’accusa di violenza sessuale.

Commenti

Euge

Lun, 03/12/2018 - 14:11

originario di BRINDISI ... ma sicuramente PATANO !!!

Gio56

Lun, 03/12/2018 - 15:30

Hei, giovinap,qui c'è un'altro che ti ruba le battute. Il fatto di averlo catturato bene l'importante è metterlo in galera