Savona, schianto al suolo di un ultraleggero: morto sul colpo pilota

L’episodio, avvenuto poco più di un’ora fa, ha visto coinvolto un velivolo di piccole dimensioni; deceduto sul colpo il pilota, si cercano le tracce di un probabile passeggero

Un ultraleggero è precipitato nei boschi alle spalle di Savona, intorno alle 16. In seguito all’incidente, avvenuto tra Santuario e Naso di Gatto, nella zona dove si ergono le pale eoliche, ha perso la vita il pilota del velivolo, un uomo di cui non si conoscono purtroppo ancora le generalità.

A dare l’allarme e ad attivare i soccorsi è stato un cercatore di funghi che si trovava nei boschi della zona, e che ha visto l’ultraleggero precipitare verso il suolo e poi schiantarsi. Sul posto sono accorse diverse squadre di soccorritori, tra cui i Vigili del Fuoco provenienti da Savona e da Cairo.

I soccorritori si sono trovati di fronte una scena terribile: rottami dappertutto e il corpo dilaniato del pilota. Stando alle prime informazioni, l’Ultraleggero (I-B 983), un Vl-3 di fabbricazione della Repubblica Ceca, un aereo tra i più performanti in circolazione, era decollato dal campo volo di Sant’Elia a Racconigi. Se ne sono poi persi i contatti nel Cuneese, dopo che il pilota aveva comunicato la sua posizione alla torre di controllo dell’aeroporto di Levaldigi (Cuneo).

Ancora non è chiaro se vi fosse una seconda persona a bordo del velivolo. Per questo i soccorritori stanno cercando l’eventuale passeggero.