Scambio di sperma. E il bambino è nero

Respinta l'azione legale di una coppia di lesbiche: "Il seme è sbagliato ma non la nascita non è errata". Ma negli Usa infiamma la polemica

"Il bambino è sano e quindi la causa non ha fondamento". La coppia lesbica che si era rivolta alla giustizia americana per uno scambio di sperma alla banca del seme ha perso in tribunale: rimasta incinta con lo sperma di un afroamericano invece che di un bianco, la coppia aveva deciso di muoversi per vie legali contro la banca del seme. Ma la richiesta di "errore" e i 50.000 dollari di danni sono stati bocciati. Mettendo in evidenza che il bambino è sano, il giudice ha chiuso il caso esprimendosi contro la coppia.

Jennifer Cramblett ha presentato l’azione legale contro la banca del seme del Midwest lo scorso anno in seguito a un errore con il quale è rimasta incinta nel 2011 con lo sperma sbagliato. Cramblett e la sua partner, Amanda Zinkon, avevano scelto il seme di un uomo bianco, con gli occhi azzurri e i capelli biondi così che il nascituro somigliasse all’altro figlio che la coppia aveva, Peyton. La banca del seme si è scusata per l’errore ma Cramblett è andata avanti con la causa. Il giudice della DuPage County, Ronald Sutter, ha però dato ragione alla banca del seme che sosteneva che la causa non avesse merito legale. I legali della banca del seme hanno sostenuto davanti alla giustizia che la rivendicazione di "nascita errata" non poteva applicarsi al caso perché il bambino era sano. Respinta anche la richiesta per ’rottura del contrattò avanzata da Cramblett per l’errore commesso.

Il giudice ha detto a Cramblett che può ripresentare una nuova azione ma per negligenza. Il caso Cramblett è salito alle cronache nel 2014, quando la donna è apparsa anche in trasmissioni televisive per portare avanti la sua battaglia. "Il punto di partenza - ha più volte spiegato - è che ama la bambina, non la scambierebbe mai e non ha problemi ad avere una figlia afroamericana". Quello che teme è che la bambina possa crescere sentendosi emarginata in un contesto prevalentemente bianco come quello in cui vivono.

Commenti
Ritratto di semovente

semovente

Dom, 06/09/2015 - 17:39

Avete rinunciato al vecchio ed efficace sistema? Brave, adesso tenetevelo così com'è.

rossini

Dom, 06/09/2015 - 18:37

Secondo me le due lesbiche hanno ragione. Ma come, compro un paio di scarpe bianche e, tornata a casa, apro il pacco e mi ritrovo con due scarpe nere? E non dovrei avere diritto al rimborso o quanto meno a un risarcimento? Che ingiustizia!

maricap

Dom, 06/09/2015 - 19:20

Dato che l'orgasmo femminile, non è assolutamente necessario, ai fini della procreazione, la futura mamma poteva ben ricorrere alla catena di montaggio umana. Se proprio non gradiva le avances del montone, poteva limitarsi a una botta e via, scegliendo logicamente la tempistica dell'evento. Ahahahaha Ma poffarbacco, dimenticavo le corna. Hihihihih

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Dom, 06/09/2015 - 20:07

Chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quello che lascia e non quello che trova!!! Prendi, incarta e torna a casa!!!!!

Anonimo (non verificato)

pgbassan

Dom, 06/09/2015 - 21:48

rossini: cioè, il bambino è un pacco. Complimenti.

BiBi39

Dom, 06/09/2015 - 22:59

pgbassan@ Hai un senso dell'ironia che proccupa.

leserin

Dom, 06/09/2015 - 23:09

Posto che sono assolutamente contraria al fatto che una coppia omo abbia un figlio, quale che sia il sistema adottato, ci siamo dimenticati che la Lorenzin aveva proposto di legalizzare l'etrologa senza la scontata compatibilità razziale del donatore?

obiettore

Lun, 07/09/2015 - 10:17

Vendetta divina.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 07/09/2015 - 10:46

Iniziamo col non dare sperma a queste deficienti. Hanno fatto una scelta sociale? E se la biologia non è d'accordo e non dà loro un figlio, ci sarà un motivo no? Basta col voler sempre bypassare la natura.

Marius_777

Lun, 07/09/2015 - 10:57

Ma scusate in clinica non si erano accorti che lo sperma era scuro?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 07/09/2015 - 11:38

#Italia Nostra Perlomeno legiferiamo in modo che lo sperma sia loro fornito nella maniera più sicura (che poi coincide con quella tradizionale) e non per corrispondenza. Nulla si ottiene senza qualche piccolo sacrificio.

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 07/09/2015 - 12:54

Non preoccupatevi, questo è il primo caso e quindi ha preso i "progressisti" di sorpresa. Vedrete che ora usciranno brillantemente dall'empasse inventandosi il "diritto di recesso sul neonato". Alla faccia di noi arretrati intellettualmente e culturalmente

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 07/09/2015 - 13:13

@Memphis35 - D'accordo, però il problema è che se non l'ottengono in un posto, si rivolgono altrove dove magari non esistono leggi che regolino la cosa. A me sembra comunque una forzatura. Da quello che mi pare di capire Lei è medico, ergo sa meglio di me che ad un certo punto della crescita del bambino, quest'ultimo ha bisogno del genitore dello stesso sesso come modello. E se nasce un maschietto da queste due sciroccate?

korovev

Lun, 07/09/2015 - 14:45

e allora? non sarete mica razziste?

dare 54

Lun, 07/09/2015 - 16:46

Madre Natura si è presa la sua rivincita. E poi, dopo nove mesi di sogni e di speranze, cosa volete fare? I figli sono figli, come vengono vengono! Se siete imbarazzate, basta che cambiate quartiere ...