Scampia, fa dell'auto una bancarella di botti illegali. Arrestato 19enne

Controlli anche in provincia di Napoli. Un incensurato 29enne, è stato fermato a Qualiano. Gli hanno trovato nel garage 100 chili di materiale esplosivo proibito

Il blitz nel Napoletano delle forze dell’ordine ha portato al sequestro di un numero considerevole di botti e fuochi d’artificio illegali, pronti ad essere esplosi domani sera per festeggiare il Capodanno. A Scampia i carabinieri hanno arrestato un 19enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, fermato in via Galimberti mentre trasportava nella sua auto 3,2 chili di petardi artigianali, non vendibili senza autorizzazione.

Il ragazzo li avrebbe sicuramente smerciati ad altri venditori abusivi o venduti facendo della propria auto una bancarella ambulante. Il 19enne, che dovrà rispondere di detenzione illegale di materiale esplodente, è agli arresti domiciliari, in attesa del processo per direttissima.

Denunciato anche un 36enne del quartiere napoletano per la detenzione senza autorizzazione di 8 petardi. I botti sono stati distrutti dagli artificieri del comando provinciale di Napoli. Nelle Vele di Scampia, poi, in uno scantinato di pertinenza comune i militari hanno rinvenuto e sequestrato decine di confezioni di petardi illegali, mentre in piazza Mercato i carabinieri della compagnia Stella hanno notato e controllato uno scooter parcheggiato. Da un primo controllo è risultato rubato poi, i militari hanno scoperto che il sottosella era pieno di “cipolle”, ne hanno sequestrate 49.

Controlli anche in provincia di Napoli. Un incensurato 29enne, è stato arrestato a Qualiano. Gli hanno trovato nel garage 100 chili di materiale esplosivo e botti di ogni tipo. Rinvenute e sequestrate 43 “cipolle” e 802 ordigni artigianali del peso totale di 46 chili. c’erano anche 47 chili di fuochi di ogni genere tra i quali una batteria da ben 200 colpi, 16 batterie da 100 colpi, 9 battere da 49, una da 19 e poi 96 “candele romane”, 5 fumogeni, 6 pistole lancia-stelle filanti, 5 bengala infine “botti”, coni, candele, stelline. Il materiale esplosivo è stato sequestrato sarà distrutto dagli artificieri. L’arrestato, ai domiciliari, dovrà rispondere di detenzione illegale di materiale esplosivo ed esplodente senza licenza.