Scatta l'allerta sulla polizia: "Gli agenti sono nel mirino"

È forse l'estate più dura nella lotta al terrorismo degli ultimi 10 anni. E adesso in Italia scatta l'allarme sugli agenti della polizia

È forse l'estate più dura nella lotta al terrorismo degli ultimi 10 anni. I fatti di Nizza, poi l'asslato sul treno in Germania e ora il gesto di un folle a Monaco che ha provocato la morte di 9 persone getta nel panico l'Europa. L'imprevedibilità degli attacchi di fatto impone un'attenzione ferrea da parte delle forze dell'ordine che stanno sempre in allerta per eventuali attacchi. Uno scenario questo che di fatto potrebbe toccare anche l'Italia, dove finora il terrorismo non ha compiuto attacchi eclatanti. La prudenza in questi casi non è mai troppa e così anche la polizia italiana prepara le contromosse in caso di attacco. E sarebbero proprio gli agenti i più esposti su questo fronte. A lanciare l'allarme è proprio il Capo della polizia Franco Gabrielli con una lettera aperta e personale rivolta agli agenti. Nella missiva Gabrielli ha chiesto a ognuno di loro, a dirigenti e funzionari, "di svolgere nei confronti del personale un'accurata opera di sensibilizzazione sull'esposizione al rischio e su come debba essere affrontata". Il prefetto, secondo quanto riporta ilMessaggero, chiarisce quanto un poliziotto possa rappresentare "un bersaglio. La dinamica del terrorismo jihadista si prefigge proprio questo - sottolinea - di colpire anche chi abbia una valenza simbolica, in modo da amplificare l'effetto, generativo di insicurezza, movente principale delle loro azioni".

Commenti

killkoms

Sab, 23/07/2016 - 14:07

gli agenti sono nel mirino da molti anni,e molti dei loro nemici siedono anche in parlamento..!

DuralexItalia

Sab, 23/07/2016 - 14:18

Io sto con la Polizia di Stato e tutte le FF.OO. senza se e senza ma. In Italia vi sono invece correnti di pensiero ostile e pregiudizievole che devono essere politicamente contrastate. Solidarietà agli agenti che combattono il crimine ed il terrorismo di ogni specie.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 23/07/2016 - 14:26

Quindi prepariamoci a scene di tipo texano,con cecchini appostati sui tetti che sparano ai poliziotti brutti,cattivi e razzisti.....

cgf

Sab, 23/07/2016 - 14:53

gli agenti debbono aver paura dello scarso e mal funzionante equipaggiamento in dotazione dovuto ai continui tagli lineari operati da al-Fano, non dei terroristi solitari o in gruppo che siano, loro prediligono la folla, soprattutto dove vi sono bambini. CMQ andate avanti e ricordate SEMPRE MEGLIO UN BRUTTO PROCESSO CHE UN BEL FUNERALE.

settemillo

Sab, 23/07/2016 - 15:59

TRANQUILLI ragazzi; noi siamo in una botte di ferro,siamo protetti da l'angelino Alf-ANO e dal bischero fiorentino, più sicuri di così NON si puo. Garantisce l'ex presidente napoletano.

PiazzaAntonio2016

Sab, 23/07/2016 - 16:29

Rispetto e solidarieta' alla Polizia Italiana assieme ai Carabinieri,.... la Guardia di Finanza invece e' tutta un'altra cosa, niente a che vedere con P.S.e C.C.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 23/07/2016 - 16:51

x killkoms: Mi associo al tuo commento; ma non siedono solo in parlamento,si annidano, come corvi, anche nelle procure.

blackbird

Sab, 23/07/2016 - 17:00

Evidentemente il capo vuole evitare spiacevoli processi per mancata segnalazione del rischio. Agenti avvisati, sono c...voli loro se finiscono malmenati (o peggio am....ti).

Robig

Sab, 23/07/2016 - 17:07

Sono d'accordo con killkoms, i nemici delle forze dell'ordine sono tra i politici , in parlamento, in una ideologia sinistroide. Di tutto fanno pur di mettere la polizia nell'impossibilità di fare il proprio dovere , basta vedere che i 5 stalle vogliono introdurre addirittura il reato di tortura !!!! Assurdo !!! In parole povere mettere in condizioni la polizia di non fare più nulla , tantomeno difendere il cittadino!!! Tradotto, nullaosta ai delinquenti di fare ciò che vogliono , certi di non poter essere mai perseguiti . Anche solo un arresto nel rispetto delle regole , porrebbe il malcapitato agente a denuncia di tortura anche se non veritiera, andate poi a spiegarlo alla magistratura che mi vien da ridere !!!

Barbarello

Sab, 23/07/2016 - 17:22

Insieme alle nostre forze dell'ordine,dobbiamo mandarci l'incompetente Alfano insieme alla Boldrinova e, accompagnati da Giorgio Napolitano !

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Sab, 23/07/2016 - 17:27

La polizia ricordi un vecchio proverbio "Dagli amici mi guardi Dio e dai nemici mi guardo io". Se fossi un poliziotto mi guarderei molto di più dai tanti "amici" che sono in parlamento.

Barbarello

Sab, 23/07/2016 - 17:29

Al posto dei nostri poliziotti,mandiamoci ALFANO E LA BOLDRINOV, accompagnati da Giorgio il napoletano

Barbarello

Sab, 23/07/2016 - 17:32

AL POSTO DEI NOSTRI POLIZIOTTI,PERCHE' NON MANDIAMO ALFANO,BOLDRINOVA E GIORGIO IL NAPOLETANO DETTO IL MORTO CHE CAMMINA !!!!!!!!!

Fjr

Sab, 23/07/2016 - 17:44

Mi sembra che gia' la polizia debba difendersi dai magistrati , e dalle sentenze aberranti, se poi non li munite di quanto necessario per difenderci e difendersi ,inutile gridare al lupo al lupo, questa calma apparente è' solo il preludio a qualcosa di epocale , nessuno in Italia ,e i primi a saperlo sono proprio i terroristi, è' pronto ad affrontare il terrorismo islamico, certo abbiamo affrontato lo stragismo delle BR, ci sono stati le stragi di mafia, tuttora irrisolte, in compenso mandiamo i pompieri a fare i facchini, le scorte a fare shopping e a portare le borse, e intanto tutti in giro a cercare i Pokemon, fino a quando al posto di pikachu non incontreremo un baluba armato di coltello

ilbarzo

Sab, 23/07/2016 - 17:52

Gli agenti nel mirino ormai da diversi anni,fin da quando sono antrati i comunisti a far parte del parlamento italiano.

RobertRolla

Sab, 23/07/2016 - 17:58

O che bello! Agenti nel mirino. Portate la pistola. Già pallottole spuntate per data di scadenza. E addestramento. Dopo. Per ora c'è una lettera. Percò con l'autografo.

ilbarzo

Sab, 23/07/2016 - 18:04

Le forze di polizia sono nel mirino del Parlamento fin dal 2011 quando il comunista Napolitano ha messo in atto il golp destituendo Berlusconi dal Governo legittamamento eletto,per affidarlo all'amico bidello della Bocconi,nonchè pagliaccio Mario Monti.

maricap

Sab, 23/07/2016 - 18:05

Loro hanno le armi, Prendessero in mano la situazione Basta con il terrorismo, basta con la delinquenza, anche quella di questo stato canaglia, che spoglia gli italiani per mantenere a panciolla, centinaia di migliaia di invasori e mantenuti vari.

luciano32

Sab, 23/07/2016 - 18:12

Non e vero ha ragione la Boldrini ei suoi soci, la polizia tortura ha studiato nelle SS. A Genova nel famoso G8 i poveri black block non bruciavano non rapinavano non aggredivano ;offrivano fiori Giuliani non tirava un estintore al Carabiniere, tutte bugie della stampa fascista

VittorioMar

Sab, 23/07/2016 - 18:25

....i nostri Poliziotti o Carabinieri ,anche se male equipaggiati,non hanno timore di delinquenti o terroristi,ma degli "Atti Dovuti"!!!!!

Carboni oreste

Sab, 23/07/2016 - 18:49

Ale',come nel caso di Monaco,ritengo sia spirito di emulazione. E x fortuna che i giovani di oggi,imbevuti di comunismo emulano i tanto odiati americani. Pero' li emulano,come il porare i jeans che cignorano sianonati a Genova. Li odiano,ma li emulano. Piu' stupidi di cosi' si muore.

odifrep

Sab, 23/07/2016 - 19:06

PiazzaAntonio2016 (16:29) - ..... anche la G.diF., con i suoi baschi verdi (ATPI), scende in piazza durante le manifestazioni, accanto a Poliziotti e Carabinieri.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 23/07/2016 - 19:18

Della serie: UOMO AVVISATO MEZZO .... AMMAZZATO. Come non lo sapessero che chi ha deciso di arruolarsi nelle Forze dell'ordine deve mettere il conto che la sua vita viene ogni giorno decisa con il lancio della moneta per a testa o croce. Il nemico peggiore delle forze dell'ordine, come denunciato dai loro rappresentanti, è rappresentato da chi dovrebbe dare loro le garanzie per operare in sicurezza, efficacia e competenza a favore del popolo e a beneficio della Nazione tutta. Ma si sa l'Italia è diventata il laboratorio delle nuove terapie di accanimento sociale per "scoprire" l'elisir che garantirà alle prossime generazioni di vivere per una vita centenaria nell'"Impero d'oro".

killkoms

Sab, 23/07/2016 - 19:24

@tomari,hai ragione!troppi grembiuloni sono garantisti coi criminali e colpevolisti coi membri delle FFOO!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Sab, 23/07/2016 - 23:55

Dovremmo dare un kebabbaro ad ogni poliziotto come scudo umano.

vitodaluci

Dom, 24/07/2016 - 00:39

Così facendo i poliziotti sono stati avvisati e a parole addestrati ad affrontare i terroristi. Nel caso dovesse accadere qualcosa i "capi" non sarebbero responsabili. Lo sarebbe il poliziotto messo lì a guardia da solo...

Rosolino-Alaimo

Dom, 24/07/2016 - 09:12

attaccare l'Italia? ma scherzate? Per loro l'Italia è la porta per l'Europa...come fate a non capirlo? Noi siamo il loro ultimo bersaglio

VittorioMar

Dom, 24/07/2016 - 09:23

......i proclami ..le avvertenze...gli allarmi non servono sono già consapevoli del loro lavoro quotidiano...sopportano le irrisioni ma loro fanno il loro lavoro.....sono altri che vanificano e certificano la non punibilità...serve una maggior tutela dal Governo e dalla Politica tutta....ma già è più importante il reato di tortura....!!

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 24/07/2016 - 09:38

Mi raccomando grilletto facile. Mi dispiace che le leggi italiane siano contro.

canaletto

Dom, 24/07/2016 - 10:19

GABRIELLI HA SOPERTO LA PENNICILLLINA. GLI AGENTI DI POLIZIA, CARABINIERI E GDF SONO SEMPRE STATI NEL MIRINO, PRIMA DEI POLITICI MAFIOSI CHE TAGLIANO LE SPESE SULA SICUREZZA E POI DEI GIUDICI. UN POLIZIOTTO IN SERVIZIO, SE ATTACCATO, PRIMA DI SPARARE DEVE FARSI L'ESAME DI DIRITTO PER SAPERE SE SBAGLIA O NO. MA CI RENDIAMO CONTO???? nel frattempo qualcuno viene ammazzato. guardasi il caso genova e quel delinquente di giuliani portato gli onori dai pidioti comunisti grazie a giudici counisti e COSI IN OGNI CASO QUANDO LA POLIZIA, ATTACCATA, SI DIFENDE, E' SEMPRE COLPEVOLE. PIU AUTORITA, LIBERTA E RISPETTO ALLE FORZE DI POLIZIA