Schedati gli utenti dei siti porno: "Violata la privacy"

Novità in Gran Bretagna. Il governo ha deciso con questa mossa di limitare l'accesso ai siti porno ai minorenni

Schedati tutti coloro che guardano filmini hard sul web. Novità in Gran Bretagna. Il governo ha deciso con questa mossa di limitare l'accesso ai siti porno ai minorenni. Finora l'unico filtro presente sui siti a luci rosse era una schermata con una domanda chiara: "Hai più di 18 anni?". Ma di certo i ragazzini non cliccavano dicendo la verità E così il governo britannico ha studiato nuove misure per dare un freno agli accessi non autorizzati.

Di fatto in Gran Bretagna la pornografia sul web è diventato un fenomeno di massa che preoccupa e non poco l'esecutivo. Di fatto con le nuove norme, come riporta ilGiorno, gli utenti dovranno registrarsi e otterranno un codice per l'accesso. I portali che rifiuteranno questa procedura verranno oscurati. E le nuove misure di fatto potrebbero sbarcare presto in altri Paesi, Italia inclusa. La scelta di scehdare gli utenti di fatto crea non poche polemiche in Gran Bretagna. E così le associazioni che tutelano la privacy, come ad esempio la Open Rights Group, sono insorte. E la polemica a Londra è solo all'inizio...

Commenti

blackindustry

Lun, 24/10/2016 - 09:57

Si prepara il terreno all'islam, dove tutto e' proibito.

Cheyenne

Lun, 24/10/2016 - 10:22

prove di islamizzazione

elpaso21

Lun, 24/10/2016 - 10:26

Tempo perso: qualsiasi ragazzino voglia registrarsi darà un profilo fake. Soluzioni non ne vedo, a meno di non creare un ufficio in cui andare a registrarsi di persona.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 24/10/2016 - 11:22

------non c'è bisogno di fare sto lavoraccio----basta andare direttamente all'ufficio anagrafe----non esiste persona al mondo sana di mente e con un pc---che non sia andata a curiosare nei siti porno---hasta

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 24/10/2016 - 11:39

Alla faccia della democrazia.