Schiava per 50 anni del marito. Lui è colpevole, ma niente carcere

Una storia di maltrattamenti e soprusi che si potrebbe concludere con una beffa per la vittima, che rischia di perdere la casa e di vedere il marito in libertà

Anna Maria Dal Col ha subito per quasi 50 anni i maltrattamenti del marito, Franco Anacleto Fregona. Ora la Cassazione ha respinto il ricorso dell'uomo, trasformando così la pena in secondo grado - 3 anni di reclusione, oltre al risarcimento di 80mila euro di danni alla parte civile - in esecutiva.

Dopo anni difficili, la vicenda della signora Dal Col sembra avere un lieto fine. E invece no: purtroppo l'uomo potrebbe non andare in carcere. A spiegare i dettagli di mezzo secolo di maltrattamenti era stata proprio la vittima, ospite della trasmissione televisiva di Raitre Amore Criminale. Durante quel ritorno al passato, la donna ha spiegato quel uomo non avesse mai fatto un singolo giorno di carcere.

La beffa in tribunale

Ora la signora rischia di ricevere un altro duro colpa: il marito, tramite il suo legale, sta cercando di ottenere l'indulto, "sfuggendo" così alla legge italiana. Una assurdità se si pensa che già in un altro procedimento, l'uomo aveva già usufruito del beneficio della condizionale. Oltre a tutto ciò, nemmeno un euro di risarcimento è stato versato.

Ma non è mica finita qui. Come riporta Il Gazzettino, durante la separazione, la presidente del tribunale di Belluno, Antonella Coniglio, aveva destinato alla signora Dal Col la casa in cui ora abita. Peccato che ora rischi di perderla. Infatti in Appello la sentenza è stata capovolta, costringendo così la donna a perdere pure l'abitazione.

Commenti
Ritratto di Fuchida

Fuchida

Ven, 05/05/2017 - 16:42

Tipico dei tribunali italiani: penalizzare la vittima

Anonimo (non verificato)